Panini al cioccolato – Teresa

La nostra amica Teresa ci propone questa ricetta per preparare I panini al cioccolato, perfetti per la colazione, si realizzano in poco tempo è si mantengono fragranti per 4 giorni.

panini-al-cioccolato-teresaPanini al cioccolato

Vediamo, passo passo, come si preparano

Ingredienti:

  • 500 gr di farina Manitoba
  • 130 gr di cioccolato fondente
  • 30 gr di zucchero
  • Mezzo cubetto di lievito
  • 250 ml di acqua
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • Per farcire gocce di cioccolato e granella di zucchero (io ho messo zucchero di canna)
  • Latte per spennellare

Preparazione:

Ho riscaldato l’acqua e ho fatto sciogliere il cioccolato precedentemente grattugiato poi l’ho messo nella planetaria ho aggiunto olio lievito farina e sale e ho fatto impastare.

Ho lasciato lievitare fino al raddoppio poi ho steso la pasta fatto dei rettangoli spennellato con acqua e ho messo la gocce e ho arrotolato il rettangolo, lasciare lievitare fino al raddoppio spennellare con latte e granella.

 panini-al-cioccolato-2-teresa

Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 60  minuti
  • Tempo di cottura: 25 minuti
  • Tempo totale: 85 minuti

 

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

 

Approfondimenti

Il cioccolato è un alimento derivato dai semi della pianta del cacao (Theobroma cacao L.) diffuso e ampiamente consumato nel mondo intero.

“Teobroma cacao” è il nome scientifico del cioccolato, che significa letteralmente “cibo degli dei”. Le origini del cioccolato sono molto antiche e sono associate al periodo Maya, popolo che fu probabilmente anche il primo a coltivare la pianta del cacao. La pianta del cacao ha origini antichissime e, secondo precise ricerche botaniche si presume che fosse presente più di 6000 anni fa nel Rio delle Amazzoni e nell’Orinoco. Già nei tempi antichi il cioccolato era considerato un cibo per privilegiati. I maya riservavano il suo consumo solo ad alcune classi della popolazione: i sovrani, i nobili e i guerrieri. In quei tempi la popolazione maya usava bere la bevanda di cacao preparata con acqua calda.

Oggi, il cioccolato come lo troviamo in commercio è il risultato di esperimenti di produzione riusciti con successo sul seme del cacao e la miscelazione con altri ingredienti: la frutta secca, i canditi, altri aromi; resi possibili grazie alla larga diffusione tra il pubblico di questo prodotto dai primi dell’ottocento.

Il cioccolato è passione, esperienza sensoriale a 360° dall’olfatto al gusto, dalla vista al tatto. La sua consistenza può essere morbida o dura, lucente o opaca; il suo gusto, dolce oppure amaro.

Il fondente è il più pregiato tra i prodotti e si riconosce per il suo inconfondibile gusto dolce che lascia una nota di amaro in bocca un’esperienza da provare e riprovare ancora.

 

Precedente Crema al latte di soia alla vaniglia con frutti di bosco -Angy Successivo Crostata alla farina di mandorle con crema chantilly e frutta invernale - Natascia