Crea sito

Trofie alla ligure

Siamo, ormai, alla fine del mese di Febbraio e, per fortuna, il meteo ci sta regalando giornate soleggiate e tiepide. Le ore di luce si sono visibilmente allungate e tutto ciò ci fa subito pensare alla primavera, all’ estate, al vento caldo e, ovviamente, a piatti più freschi e semplici da preparare come le mie trofie con pesto, patate e fagiolini.
Ho assaggiato questo piatto per la prima volta in Liguria, patria indiscussa del pesto di basilico e voglio proportelo perché è davvero fresco, semplice da preparare e lo puoi gustare sia caldo che freddo, in base alla stagione e al tuo gusto.
Vediamo insieme come ho fatto 🙂

Trofie alla ligure
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Dosi per 3 persone
  • 450 gpatate
  • 340 gfagiolini
  • 300 gtrofie
  • 130 gpesto alla Genovese
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Preparazione delle trofie alla ligure

  1. 1. Inizia pulendo i fagiolini: elimina le due estremità dell’ ortaggio e e taglialo a pezzetti.

  2. 2. Fai cuocere i fagiolini in abbondante acqua per 3 minuti dalla ripresa del bollore. In questo modo, rimarranno croccanti.

    Tieni l’ acqua di cottura dei fagiolini da parte in modo da utilizzarla per cuocere anche le trofie.

  3. 3. Ora, taglia anche le patate a cubetti.

    In una padella, scalda un giro di olio e fai soffriggere uno spicchio di aglio in camicia. Aggiungi le patate, il sale e il pepe e falle rosolare circa 3 minuti, poi aggiungi acqua fino a coprirle. Dopo circa 15 minuti controlla che siano cotte e tienile da parte.

  4. 4. Cuoci le trofie nell’ acqua di cottura dei fagiolini, aggiungendo del sale grosso per la pasta.

    Nel frattempo, unisci i fagiolini alle patate e falli cuocere insieme per circa 2-3 minuti.

  5. 5. Scola le trofie al dente direttamente nella padella con le patate e i fagiolini, aggiungi un mestolo di acqua di cottura e mescola bene.

  6. 6. In ultimo, unisci anche il pesto e distribuiscilo bene mescolando. Se ti piace, puoi aggiungere anche qualche fogliolina di basilico.

  7. Trofie alla ligure

    7. Non ti resta che impiattare e gustarti questa tipica bontà ligure.

    Buon appetito!

Conservazione delle trofie alla ligure

Puoi conservare le trofie alla ligure in frigorifero, in un contenitore ermetico, per massimo tre giorni. Puoi riscaldarle, al bisogno, o consumarle anche fredde nelle giornate più calde aggiungendo semplicemente un giro di olio evo.

Guarda questo ed altri piatti anche qui https://www.instagram.com/ame_mipiace/

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da amemipiace95

Mi chiamo Camilla Milone e ho 25 anni. Ho sempre lavorato nel mondo della ristorazione come addetta alle vendite e barista. Grazie a questo e alla genetica, sto coltivando la mia passione per la cucina giorno dopo giorno. Mi piace sperimentare piatti e ricette nuovi e scrivere di essi. La scrittura, infatti, è la mia seconda grande passione e, con il blog, posso finalmente esprimere entrambe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.