Crea sito

Carciofi: pulizia, conservazione e consigli utili

I carciofi sono ortaggi molto versatili in cucina. Possono essere utilizzati per la preparazione di molte ricette, tra le quali primi piatti, secondi piatti e contorni. Possono essere gustati sia cotti che crudi e sono perfetti per varie tipologie di cottura.

Scopriamo insieme perchè i carciofi fanno bene, le varietà, come pulirli e come conservarli a lungo e ovviamente, ti lascio anche tante ricette per cucinarli al meglio! 😉

Leggi l’articolo Carciofi: pulizia, conservazione e consigli utili!

Carciofi: pulizia, conservazioni e consigli utili

Proprietà

I carciofi sono ricchi di fibre, potassio e sali di ferro ed hanno un indice glicemico molto basso. I carciofi sono poveri di calorie e possono apportare molti benefici al nostro organismo ed alla nostra salute, infatti, hanno un effetto diuretico, sono ricchi di antiossidanti, aiutano la digestione ed il traffico intestinale ed inoltre aiutano a ridurre il colesterolo cattivo.

Varietà

Come per molti ortaggi, anche per i carciofi esistono molte varietà, che si differenziano perlopiù per forma, colore e dimensione. I carciofi si trovano in commercio da novembre a maggio circa.

Pulizia

Per pulire i carciofi non necessiti di particolare attrezzatura, tuttavia ti consiglio di strofinarti le mani con del limone, oppure di utilizzare degli appositi guanti da cucina, altrimenti durante la pulizia dei carciofi (soprattutto se devi pulirne tanti), la pelle delle tue mani tenderà ad annerirsi.

Inoltre, ti consiglio di preparare una ciotola capiente con dell’acqua, all’interno della quale andrai a strizzare il succo di un limone, ti sarà utile per adagiare i carciofi puliti e far sì che questi non si anneriscano.

Ora potrai iniziare a pulire i carciofi, ti basterà utilizzare un tagliere ed un coltello. Inizia eliminando le foglie esterne del carciofo, dovrai sfogliarlo fino a che non raggiungerai le foglie interne più tenere. Taglia la parte superiore del carciofo (circa 2-3 cm dalla cima del carciofo). A queso punto, potrai dedicarti alla pulizia del gambo del carciofo. Taglia la parte inferiore, elimina eventuali impurità e spine e rimuovi lo strato esterno del gambo, così da ottenere un gambo pulito e tenero, perfetto per le tue preparazioni.

A questo punto, è necessario eliminare la barbetta centrale del carciofo, che si trova esattamente nel cuore dell’ortaggio. Se la preparazione della ricetta, prevede il taglio dei carciofi, procedì così: taglia a metà, poi in un quarti, i carciofi e, con l’aiuto in un coltello, elimina la perluria centrale. Se, invece, hai necessità di utilizzare carciofi interi, allarga leggermente le foglie del carciofo e con l’aiuto di un coltello ed un cucchiaino, elimina la barbetta centrale.

In base alla ricetta che andrai a preparare, potrai tagliare i carciofi a metà, in quarti, a julienne (perfetti anche in insalate), oppure potrai lasciarli interi, in questo caso, sono ottimi ripieni.

Conservazione

Dopo l’acquisto, potrai conservare i carciofi (ancora da pulire) in frigorifero per alcuni giorni.

Ti consiglio di pulire i carciofi solo prima dell’effettivo utilizzo, perchè una volta puliti, i carciofi tenderanno a sciuparsi velocemente.

Potrai conservare i carciofi puliti e tagliati in congelatore, in appositi sacchettini per il gelo, sia crudi, che sbollentati per pochi minuti in acqua salata, dopo averli scolati e fatti raffreddare bene.

Ricette

E’ arrivato il momento di lasciarvi qualche buona ricetta, da realizzare con i carciofi. Ti ho raccolto tutte le ricette con i carciofi qui, così potrai leggerle tutte e scegliere quelle che preferisci!

Ricette con carciofi
Ricette con carciofi

Se ti è piaciuto l’articolo Carciofi: pulizia, conservazione e consigli utili passa a vedere la categoria speciali, troverai tante raccolte di ricette per tutti i gusti!

Per rimanere sempre aggiornati sulle mie ricette, seguitemi su facebook, twitter  ed instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.