Crea sito

I MESSICANI

Non chiedetemi perché si chiamino messicani, perché non ne ho la più pallida idea.
Questa è una ricetta della Nonna, lei li ha sempre chiamati così e noi non ci siamo mai fatte domande.
Che poi, di messicano non hanno proprio nulla, non potrebbero essere più italiani (oserei dire quasi bolognesi) di così.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

L’unica cosa a cui dovete fare attenzione, è lo spessore delle fette di mortadella.
Non devono esssere troppo sottili ma neanche troppo grosse; diciamo che devono essere abbastanza sottili da poterci fare degli involtini ma senza che la fetta si rompa.
Le dosi di farina, uova e pangrattato sono indicative.
  • 6 fettemortadella
  • 6 fettesottiletta
  • 4uova
  • 100 gfarina 00
  • 100 gpangrattato
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • olio di arachide

Strumenti

  • 3 Piatti fondi
  • 1 Padella
  • 2 Forchette
  • 1 Carta assorbente

Preparazione

  1. Prendete le fette di mortadella e dividetela a metà, prendete le sottilmente e fate altrettanto.

    Ora adagiate la mezza sottiletta sulla mezza fetta di mortadella, e chiudete prima i lembi laterali, poi quelli superiori. In modo da creare un involtino, e fare in modo che la sottiletta sia ben chiusa all’interno della mortadella.

  2. Prendete le uova e sbattetele con sale e pepe in un piatto, mettete la farina nella seconda fondina. e fate altrettanto con il pangrattato (ovviamente nel terzo piatto).

    Prendete l’involtino e procedete come segue: farina, uovo, pangrattato, uovo pangrattato. Così per ogni involtino.

    Praticamente andrete a creare una doppia impanatura, questo vi permetterà di non far fuoriuscire il formaggio in cottura.

  3. Mettete l’olio in una padella.

    Non è una frittura ad immersione, diciamo che dovranno soffriggersi; quindi bastano circa 2 o 3 dita di olio sul fondo della padella.

    Portate l’olio a temperatura (per capire se l’olio è caldo potete usare un termometro, oppure prendere uno stuzzicadenti immergerlo e se fa le bollicine intorno a quest’ultimo l’olio è alla giusta temperatura)

  4. Cominciate a cuocere i vostri messicani 2 o 3 alla volta, in modo da non abbassare troppo la temperatura dell’olio.

    Cuoceteli 5 minuti per lato o fino a che non saranno dorati.

    Una volta cotti, adagiateli su carta per fritti o scottex e tamponateli per togliere l’olio in eccesso.

    Serviteli ben caldi.

Consigli

Le dosi che trovate in questa ricetta sono per 12 messicani.

Come scritto all’inizio, l’unica cosa a cui prestare attenzione è lo spessore della mortadella, per capirci, quella che trovate nelle vaschette al supermercato è troppo sottile. Dovete farvela tagliare dal macellaio, un pò più grossa di quella della vaschette.

La Nonna ha sempre usato le sottilette ma voi potete usare un qualsiasi formaggio che si sciolga.

Io ho usato il Panko (pangrattato giapponese) perchè in casa avevo solo quello, ma ci vuole il pangrattato normale in modo che la panatura sia più uniforme. Se volete potete aggiungere del parmigiano al pangrattato in modo da renderlo più saporito ma, non salate le uova altrimenti il risultato sarà troppo sapido.

Ovviamente sono fritti e sono buoni così, ma se ci fosse qualcuno che li vuole più sani e leggeri potete cuocerli in forno ventilato a 200 gradi per circa 20 minuti, avendo cura di girarli a metà del tempo. Ma non ho mai testato questa cosa, quindi dalla via che li fate fateli bene.

Se replicate qualche mia ricetta taggatemi su instagram @alice_cucina_felice, sarò felice di vedere le vostre creazioni. Su instagram trovate la videoricetta completa e il risultato finale.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.