Crea sito
Albe

Pane con le Olive

“La virtù del pane è nel fatto che il pane si mangia tutti i giorni, anche più volte al giorno, e il suo profumo non stanca mai. Persino l’amore più grande dopo un po’ finisce per annoiare. Ma il pane è sempre nuovo, sempre buono”. (Fabrizio Caramagna)

Il pane più antico di cui si abbia certezza risale circa al 12000 a.C. ed è stato ritrovato in Giordania: veniva preparato macinando fra due pietre una miscela di cereali e mescolandola con acqua. L’impasto finale veniva cotto su una pietra rovente.
Intorno al 3500 a.C. gli Egizi scoprirono la fermentazione, con cui un impasto lasciato all’aria veniva cotto il giorno dopo; ne risultava un pane più soffice e fragrante. 

  • CucinaItaliana

Ingredienti

Come fare un pane con le olive con una mollica morbida e alveolata e una crosta fragrante?
  • 300 gfarina di Manitoba
  • 200 gfarina 00
  • 10 glievito di birra fresco
  • 400 gacqua temperatura ambiente
  • 1 cucchiainozucchero
  • 1 cucchiaioraso di sale
  • 70 golive verdi tagliate ad anelli

Preparazione

  1. Prima di tutto, in una ciotola capiente, riunite le farine, lo zucchero e il lievito sbriciolandolo tra le mani con un po’ della farina.

  2. Iniziate a mescolare con una forchetta e aggiungete il 90% dell’acqua a filo pian piano procedendo con il restante 10% solo se l’impasto lo richiede.

    A seconda della stagione le farine cambiano la capacità di assorbire i liquidi.

    Per ultimo il sale.

    Otterrete un impasto molle.

  3. Infine, quando l’impasto è pronto, aggiungete una manciata di farina sopra la superficie.

    Coprite con pellicola e lasciate lievitare a 28° (forno spento acceso da poco) per circa 2 – 3 h il tempo che si triplichi.

  4. Rovesciate l’impasto in un piano di lavoro infarinato. Non preoccupatevi se l’impasto risulta morbido, spolveratevi le mani e fate due pieghe a portafoglio utilizzando tutta la farina necessaria e che assorbe l’impasto ed inglobando tutte le olive.

    Poi fate altre due pieghe a portafoglio con i lembi dall’alto e dal basso. (queste pieghe vengono dette “di rinforzo”, servono per aiutare l’impasto a crescere nel modo corretto)

    A questo punto sollevate l’impasto e giratelo , in modo da trovarvi la superficie senza pieghe davanti.

  5. Dividete l’impasto in due pagnotte di uguale misura. Posizionateli su una teglia rivestita con carta da forno e una spolverata di farina.

    Con le mani “sporche” di farina date forma alle pagnotte.

    Spolverate la superficie delle pagnotte con un ultima manciata di farina.

    A questo punto , ponete il vostro pane in lievitazione, forno spento acceso da poco a 28° per circa 1 h e mezza.

  6. Preriscaldate il forno al massimo, ovvero 250° e solo quando è ben bollente, inserite la teglia con il pane, nella parte bassa, a contatto con la base del forno. E lasciate cuocere per 12 minuti circa.

    Spostate quindi la teglia al centro del forno e fate cuocere i filoni per 5 – 6 minuti.

    Infine, senza aprire il forno, abbassate la temperatura a 230° e lasciar completare la cottura per ancora 5 – 6 minuti fino a doratura del pane.

    Il vostro pane é ora pronto da gustare caldo!

Non mi resta che augurarvi buon appetito!
#strabuono

VISITA IL MIO PROFILO INSTAGRAM!
5,0 / 5
Grazie per aver votato!