Tortino di patate al pesto filante

Tortino di patate al pesto filante 1

Questo piatto in gergo si chiama “svuota frigo”, che io più raffinatamente ho battezzato tortino di patate al pesto filante. A chi non capita di aprire il frigo e trovare vasetto di pesto iniziato, avanzi di formaggio e cartone del latte in scadenza? Ecco pronto in pochissimo tempo un antipasto molto ricco e gustoso.

 

La storia del pesto

Inizialmente nacque come ricetta povera in quanto olio e basilico e pinoli erano alla portata di tutti mentre per quanto riguarda il formaggio, venivano grattugiate le croste.  Il pesto ha origini antichissime, i primi a documentarlo furono, in epoca romana Virgilio e Plinio, per le sue proprietà curative, anche se la ricetta classica così come la conosciamo viene fatta risalire all’800. Il basilico è diffuso ed apprezzato in tutto il Mediterraneo, in cui esistono molte varianti di questo condimento divenuto col tempo simbolo della città di Genova. Ciò è probabilmente da attribuirsi al clima e al terreno particolare che si trova in questi luoghi che conferiscono al basilico un gusto ed un aroma particolare. Ovviamente esistono le leggende; una di queste parla di un convento sulle alture di Prà (Genova) intitolato a San Basilio. La storia narra che il fraticello che ci viveva, stufatosi di mangiare acciughe tutti i giorni, raccolse l’erba aromatica che cresceva su quelle alture e chiamata appunto basilium (in onore di San Basilio), la unì ai pochi ingredienti che gli erano stati donati in offerta dai fedeli e pestando il tutto ottenne il primo pesto.

Ingredienti per 3-4 tortini:

  • 1 busta di purè pronto
  • 300 ml di latte
  • 200 ml di acqua
  • 4 cuchiaini di pesto
  • formaggio filante
  • 1 grappolo di pomodorini ciliegia
  • 50 g di burro
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • sale
  • pepe

Tortino di patate al pesto filante 3

Procedimento:

In un pentolino portare a bollore il latte, aggiungere il sale, togliere dal fuoco ed aggiungere la busta di purè pronto e l’acqua. Mantecare con metà del burro e il parmigiano. Imburrare degli stampini da muffin, da budino o quelli che si hanno a disposizione. Versarvi all’interno il purè, riempiendone metà. Disporre al centro, creando un piccolo incavo, il cucchiaino di pesto e qualche cubetto di formaggio. Ricoprire ancora con altro purè e infornare a 200° per 15 minuti. Lasciare intiepidire e sformare. Ricetta da figurone con poco e per di più riciclato.
Io ho decorato il tortino di patate con dei pomodorini ciliegia che ho passato in padella con un filo d’olio, un cucchiaino di pesto e del pangrattato.

 

Precedente I vini Spumanti fanno bene alla salute Successivo Spumante e Champagne: impariamo a conoscerli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.