Tarte tatin alla Caprese, cotta in padella

Tarte Tatin, Caprese, in padella

Oggi mi sono sbizzarrita con una golosa torta salata: tarte tatin alla Caprese, cotta in padella. Si proprio così, in padella. Ovviamente non tutte le padelle sono uguali, io ne ho usata una in alluminio fuso, con il fondo spesso e antiaderente, che mantiene la temperatura costante, proprio come se si stesse cucinando in forno (crafond.it). Per la ricetta ho preso spunto da quella di Sonia Peronaci, preparata con pomodorini e feta; potete trovare la ricetta sul sito di Giallo Zafferano.
Questa ricetta è comodissima per riciclare avanzi di mozzarella, pomodorini ormai troppo maturi e pane avanzato. Meglio di così?

Ingredienti per la pasta brisè:

  • 200 g di farina
  • 100 g di burro
  • 70 ml di acqua ghiacciata

Ingredienti per il ripieno:

  • 450 g di pomodori ciliegini
  • 70 g di mozzarella da cucina (panetto)
  • 30 g di mollica di pane raffermo
  • 1 cucchiaino di senape dolce
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • olio evo
  • timo
  • origano
  • sale
  • pepe

Tarte Tatin, Caprese, in padella

Procedimento:

In un mixer, unite la farina setacciata e il burro a pezzetti, frullate il tutto fino ad ottenere un composto “sabbioso”. Disponete il composto ottenuto in una ciotola ed impastate il tutto velocemente aggiungendo poco alla volta l’acqua fredda, fino ad ottenere un impasto compatto, sodo ed abbastanza elastico, trasferite il composto su una spianatoia e formate una palla che avvolgerete nella pellicola e lascerete riposare in frigorifero.
Prendete i pomodorini, sciacquateli sotto l’acqua fresca corrente e tagliateli a metà in modo trasversale rispetto al picciolo, in modo da agevolare la fuoriuscita dei semi. Spremeteli leggermente per eliminare i semi e il succo. Prendete una padella del diametro di 24 cm  adatta anche alla cottura in forno, ungetela leggermente di olio e cospargete del timo spezzettato e pochissimo zucchero. Disponete i pomodorini nella padella con la parte tagliata rivolta verso l’alto, uno vicino all’altro in modo da coprire tutta la superficie della padella, con un disegno a cerchi concentrici. Condite i pomodori avendo cura di distribuire il condimento su ciascun pomodorino. Il condimento che ho preparato è un dressing con senape, olio, sale, pepe e zucchero, il tutto ben sbattuto e distribuito uniformemente. Scuotete di tanto in tanto la padella avendo cura di non rovesciare i pomodorini.
Tagliate la mozzarella da cucina in pezzetti piccolissimi, in modo che ne possano entrare un paio in ogni pomodorino. Aggiungete anche la mollica del pane spezzettata.
Riprendete la pasta brisè, stendetela con un mattarello in una sfoglia grande a sufficienza per ricoprire la superficie della padella (circa 26 cm) e adagiatela sulla padella, coprendo interamente i pomodori.
Formare un bordino pressando con le dita a lati dell’impasto. Cuocete la tarte tatin alla Caprese in padella coperta da coperchio per 25 minuti, preoccupandovi di tenere la fiamma piuttosto bassa. Terminata la cottura, lasciate intiepidire la tarte tatin per circa 10 minuti (non di più, altrimenti raffreddandosi il fondo si attaccherà alla teglia) e rovesciatela su un piatto di portata.
Nel caso la voleste cuocere in forno, in quello statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti, oppure in forno ventilato a 160° per 20-25 minuti.

Vi interessano altre ricette economiche?

 

Il mio abbinamento

PINOT GRIGIO

Il Pinot Grigio viene prodotto nelle province di Venezia, Treviso, Vicenza e Verona. Vino prodotto dall’omonimo vitigno al quale possono concorrere anche uve provenienti da altri vitigni raccomandati per la zona, con frutto di colore analogo per un massimo del 15%.
Nel bicchiere il suo colore può variare dal giallo paglierino chiaro al ramato. Al naso è  elegante ed intenso, con evidenti note di frutta esotica tra cui spicca la banana e sentori di ananas. In bocca il suo sapore è pieno e vellutato, molto elegante e mediamente corposo, sapido con retrogusto largo e persistente.
La caprese è una semplice insalata, ma la sua freschezza, leggerezza e sapidità ne hanno fatto una pietanza molto nota, preparata con fette di pomodori da insalata maturi alternate a fette di mozzarella di bufala, condite con sale, pepe e olio extravergine di oliva saporito e talvolta profumate con origano o foglie di basilico. Oggi il nostro piatto la prevede sotto forma di torta salata, con l’uso di mozzarella vaccina e aceto balsamico. Il migliore abbinamento è un vino bianco giovane di media struttura, molto morbido, di giusta freschezza e con un bouquet ricco di aromi di frutta matura e di fiori, proprio come il Pinot Grigio.

 

Precedente Ratatouille tiepida estiva, ricetta rivisitata Successivo Bicchieri light con susine rosse e yogurt

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.