Crea sito
La cucina sostenibile

viversano e antispreco

Primi piatti light

Maltagliati veg di prezzemolo e zucca con panna e porri

Maltagliati veg di prezzemolo e zucca con panna e porri

A volte se si pensa alla pasta fresca, si paragona al fatto che richieda parecchio tempo ad essere preparata. Niente di più sbagliato. La pasta fresca è veloce e semplice da preparare. E allora perché non sporcarsi le mani? Oggi in versione vegan ricetta con lecitina di soia in sostituzione delle uova. Ecco pronti in poco tempo i maltagliati veg di prezzemolo e  zucca con panna e porri.

Pasta fresca che passione….

(altro…)

Spaghetti e polpette con quello che avanza

spaghetti e polpette con quello che avanza

Quali sono i generi alimentari che avanzano di più in cucina? Il pane vince sicuramente il primo premio. Perché il pane raffermo rappresenta l’alimento “principe dello spreco” domestico e non solo. Il pane si sa, avanza sempre in casa, è difficile prevederne il consumo esatto, così si tende a comprarne di più quotidianamente e molto di più in occasione di eventi con ospiti. E non ditemi che non è vero. Perché a me succede sempre. E allora non buttiamolo via il pane, conserviamolo e utlizziamolo per preparare tante gustose ricette anti spreco.
Ecco allora nascere spaghetti e polpette con quello che avanza, un piatto completo, simpatico, perfetto per i bambini, assolutamente in versione vegan.
La mia versione delle polpette con quello che avanza è formata da pane raffermo e gambi di broccoli, ma potete usare anche avanzi di legumi e altri cereali.

Verdura…tanta verdura…in un primo piatto

(altro…)

Tagliolini veg di bietole

 

Tagliolini veg di bietole

Lapasta fresca è un’arte secondo me. E da quando cucino senza alimenti di origine animale ho letteralmente rinunciato al piacere di mettere le mani in pasta. Gli esperimenti nel tempo sono stati molti, la maggiorparte dei quali finiti male.

Oggi ho finalmente raggiunto il mio scopo: tagliolini veg di bietole. E voi vi chiederete: Perché non usare i soliti spinaci? Ma per cambiare un po’, per sperimentare nuovi sapori e nuove consistenze. Risultato eccezionale.
Pasta fresca elastica grazie alla lecitina di soia emulsionata ad olio e acqua. Adatta alla preparazione di tutti i formati di pasta fresca. Dai allora..Mani in pasta!

Per la ricetta ringrazio LaboratorioVeg.

(altro…)

Gnocchi di ceci e gambi di carciofi alla birra

gnocchi di ceci e birra 800

Stufi dei soliti piatti o della solita pasta? Allora gnocchi! Ma rigorosamente vegan e gluten free. Adatti a tutti, antispreco, veloci e facili da preparare, gli gnocchi di ceci e gambi di carciofi alla birra sono un primo piatto perfetto per una cena tra amici. Ricetta vegan e gluten free.

Vedi anche:

(altro…)

Passatelli veg di carote

passatelli carote 600

I passatelli non fanno parte della mia tradizione culinaria, è un piatto tipico dell’Emilia Romagna e zone limitrofe. Prima d’ora non mi ero mai cimentata nella preparazione di questo primo piatto. I passatelli vengono serviti rigorosamente in brodo il giorno di Natale e preparati con pangrattato, grana o parmigiano e uova.
I passatelli veg di carote in brodo invece, sono preparati senza ingredienti di origine animale e senza farina di grano. Ricetta alternativa, che cerca di rispecchiare la tradizione in maniera vegan e gluten free.

Vedi anche:

(altro…)

Risotto di grano saraceno, puntarelle, canapa e anacardi

Risotto di grano saraceno, puntarelle, anacardi

Solitamente se si parla di grano saraceno si è abituati a pensare alla farina o ai famosi pizzoccheri che si trovano sugli scaffali del supermercato. Ma i chicchi di questo cereale (che in realtà non lo è) come sono fatti? Si possono utilizzare anche grezzi? La risposta è si. E sono anche deliziosi. E la dimostrazione sta in questo primo piatto degno della fama di un vero risotto: Risotto di grano saraceno, puntarelle, canapa e anacardi. Piatto semplice da preparare, ideale per ogni occasione.

Vedi anche:

(altro…)

Crespelle veg di quinoa agli spinaci

crespelle quinoa

A chi non piacciono le crespelle? I piatti gratinati sono sempre i più golosi e perfetti da servire quando si è numerosi a tavola o si vuole godere della compagnia degli amici e non trascorrere la maggiorparte del pasto rinchiusi in cucina a spadellare. Io per il pranzo di Natale propongo le Crespelle veg di quinoa agli spinaci, portando in tavola un primo piatto vegan e gluten free, ma allo stesso tempo goloso e invitante. Non si può resistere!

Natale: trucchi per salvare la linea

Oggi vi voglio ri-presentare un curioso articolo di Virginia Lorè, pubblicato sul sito Melarossa.itin cui ci impartisce consigli utili e molto validi per affrontare le festività di Natale in tranquillità e senza pensiero fisso: la dieta. Tanti trucchi per godersi il Natale e non sentirsi in colpa. Grazie Virginia. E allora leggiamo: Speciale Natale: salvare la linea (clicca QUI).

VEDI ANCHE:

(altro…)

Lasagne veg alle verdure di primavera

 

lasagne veg verdure

Con l’arrivo della primavera ci si può davvero sbizzarrire con le verdure. Si possono creare davvero tantissimi piatti. Secondo, per esempio, uno dei piatti che non devono mai mancare sono le lasagne alle verdure di primavera. Oggi le prepariamo in versione light, con besciamelle vegetale e tante verdure primaverili. Piatto ideale per la domenica.

Vedi anche:

IMPARARE A SCEGLIERE LA FRUTTA E LA VERDURA

La frutta e la verdura disperdono il loro contenuto di vitamine con il trascorrere delle ore passate dalla raccolta, con eccessivi e ingiustificati lavaggi e per azione del calore. Inoltre la maggior parte delle vitamine di una pianta risiedono nella buccia. Ciò implica che, quando sia possibile farlo in sicurezza, è opportuno consumarle appena comprate, lavandole il necessario prima di tagliarle, crude e con la buccia. L’importanza delle verdure deriva dal loro apporto vitaminico-minerale anche se nonostante svolgano primariamentequesta funzione, non significa che mangiandone in grandi quantità vengano soddisfatti i fabbisogni giornalieri di tutte le vitamine e di tutti i minerali.

(altro…)

Ravioli tofu e spinaci

ravioli tofu spinaci
Avete mai pensato di preparare i ravioli vegan? Esatto, vegan. Ravioli senza uova nell’impasto, ripieni di tofu e spinaci. Leggerissimi, delicati e semplici da preparare. I ravioli tofu e spinaci si possono anche congelare.

Vedi anche:

Evviva gli spinaci e la primavera

C’è l’usanza  di pensare che gli spinaci siano una verdura invernale..Sbagliato! Gli spinaci danno il benvenuto alla primavera, sono buonissimi, delicati e si possono anche coltivare in vaso sul balcone.

Sapete scegliere gli spinaci?

Gli spinaci freschi si riconoscono dal verde intenso e brillante delle foglie che devono essere carnose, croccanti, prive di parti ingiallite e con i gambi integri.
Quelli novelli da consumare crudi devono essere molto piccoli e teneri e con pochissimo gambo. Per pulire gli spinaci occorre molto cura e pazienza: tagliate la radice e il pezzetto più terroso dei gambi; una volta che le foglie si separano, sciacquatele più volte. Gli spinaci freschi si mantengono in frigo per un massimo di 3 giorni.

(altro…)

Spaghetti con le veg polpette

pasta veg

Mi sembra di tornare bambina guardando questo piatto. Quanti di voi non hanno visto e soprattutto amato la dolcezza del cartone animanto “Lilly e il Vagabondo”? Indimenticabile davvero, soprattutto per la scena ormai più famosa, ovvero quella della cena a base di spaghetti con le veg polpette. Ecco la mia versione rivisitata e vegan, adatta in particolar modo ai bambini, un trucchetto per far mangiar loro la verdura. Ecco i miei spaghetti con le polpette, ricetta vegan. Veloce, simpatica, gustosa.

Vedi anche:

(altro…)

Miglio al curry con pesto di baccelli di piselli

miglio al curry

Ben arrivata primavera! Finalmente le giornate si sono allungate e cominciano a spuntare le prime verdure nell’orto. Piselli, taccole o piattoni, lattughino, asparagi, ecc. Che meraviglia.
Cosa ne dite di farne subito una scorpacciata? Io ho pensato ad un primo piatto veloce, fresco, speziato e assolutamente antispreco: miglio al curry con pesto di baccelli di piselli. Pochi ingredienti ma tanto gusto.

Vedi anche:

(altro…)

Risotto veg al radicchio e fiori di malva

risotto radicchio veg

Il risotto è un must della cucina italiana. Io per prima decantavo l’importanza della mantecatura con burro e Parmigiano, (“altrimenti non è un risotto” cit. Nonna). Poi con il trascorrere degli anni e assaporando vari sapori e varie consistenze, ho deciso di provare a farlo in versione vegan. Non me ne vorranno gli estimatori del vero risotto, data la mia nota origine novarese.
Ecco nascere un risotto gustoso, allo stesso tempo delicato e privo di ingredienti di origine animale. Risotto veg al radicchio e fiori di malva.
Un po’ particolare, un po’ estroso, ma con tutti i sapori della primavera alle porte.
Deliziosamente buono. Da provare.

Ti piace il risotto? Vedi anche:

  • Risotto al radicchio e petali di rosa
  • Risotto al pesto di foglie di sedano e fonduta di croste
  • Risotto con scarti di carciofi e burrata

(altro…)

Crema di gambi di asparagi e tofu ai semi di chia

crema asparagi

Ormai ci stiamo lasciando l’inverno alle spalle e le giornate si allungano. Inoltre sugli scaffali si cominciano finalmente a vedere le verdure primaverili, come spinaci novelli, ravanelli, carciofi e asparagi. Che meviglia.
Io ho già comprato il primo mazzo di asparagi, freschi e croccanti. Ma siccome mi infastidiva gettare poi tutti i gambi, ho pensato di creare una crema di gambi di asparagi e tofu ai semi di chia. Un primo piatto semplice, vegan, ideale per le ultime serate post-inverno.

Vedi anche:

(altro…)

Gnocchi light con porri e gambi di asparagi, ricetta vegan

gnocchi porri asparagi

Chi l’ha detto che i gnocchi vanno preparati per forza con le uova e la farina bianca? Io li ho preparati con la farina di riso e ho omesso le uova. Risultato? Deliziosi. Qui in versione light con porri e gambi di asparagi, nella versione classica e con i fiocchi di patate. Oggi uniamo leggerezza e economicità in un piatto semplice e delicato. Gnocchi light con porri e gambi di asparagi. Ricetta vegan, adatta ai celiaci e light.

Vedi anche:

(altro…)

Riso e zucca al curry, due ricette in una

 

riso e zucca

Ecco un’idea per preparare 2 piatti con una sola ricetta: Riso e zucca.
Riso e zucca è un primo piatto delicato ideale per una cena leggera ma saporita. L’aggiunta del curry gli dona un accento profumato e deciso.
Il secondo piatto che si può ottenere è un gustoso e croccante tortino di riso e zucca con cuore di tofu, ideale per riciclare gli avanzi del giorno prima.

Vedi anche:

(altro…)

Spaghetti alla curcuma, pomodori secchi e cavolini arrosto

spaghetti curcuma e cavolini

La curcuma l’ho scoperta da poco, ma già l’adoro. La metterei dappertutto. Oggi ho pensato di colorare e di dare un po’ di sprint ad un piatto di spaghetti con pomodori secchi e cavolini di Bruxelles, che messi lì così, non avrebbero avuto senso in un piatto di pasta. Ecco allora questi gustosi spaghetti alla curcuma, pomodori secchi e cavolini arrosto. Piatto vegan, senza glutine, light.

Vedi anche:

Cosa dicono della curcuma?

La curcuma, a livello nutrizionale, può migliorare la salute del fegato, contribuire ad eliminare gli eccessi di colesterolo e facilitare la digestione di pasti abbondanti e ricchi di grassi. La curcuma ha inoltre dimostrato anche proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti. Devo aggiungere altro? Bene, allora, un buonpiatto di spaghetti è quello ci vuole. Non preoccupatevi delle calorie, perché la pasta e i carboidrati sono alleati di noi “eternamente a dieta”.

PASTA E CARBOIDRATI: ALLEATI PER LA LINEA E PER LA SALUTE

I carboidrati, si sa, forniscono l’energia necessaria per muscoli e cervello, quella da usare subito per le attività quotidiane e non solo. Ecco perché non puoi eliminarli dalla dieta.
Oltre a fornire energia, i carboidrati intervengono anche nella formazione di acidi nucleici e strutture nervose. A differenza  di grassi e aminoacidi, alcuni dei quali devono essere introdotti  necessariamente con la dieta, non esistono carboidrati essenziali, tuttavia senza di essi il nostro organismo si debilita e invecchia precocemente.
Pensate che il solo sistema nervoso centrale usa circa 180 g di glucosio (derivato dal metabolismo dei carboidrati) al giorno per svolgere le proprie funzioni. Quindi: tutte le volte che siamo tentati da una dieta che ci promette un dimagrimento rapido perché elimina i carboidrati, valutiamo bene la situazione, considerando che si potrebbero creare seri danni al corpo e anche al metabolismo.

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 g di spaghetti di mais
  • 10-12 cavolini di Bruxelles
  • 3 pomodori secchi
  • 2 cucchiai di curcuma
  • 4 cucchiai di panna di soia
  • olio evo
  • semi di papavero
  • sale
  • pepe

Preparazione:

  1. Pulite i cavolini di Bruxelles eliminando le foglie esterne più dure che non sono assolutamente da gettare. Io le passo nella pastella e le friggo, ovvero Chips di cavolini. Clicca qui per la ricetta.
  2. Sbollentate i cavolini in acqua salata, scolateli e tagliateli in due.
  3. Buttate gli spaghetti nella stessa acqua di cottura dei cavolini e cuocetela al dente.
  4. In una padella arrostite i cavolini senza aggiungere grassi. Aggiungete i semi di papavero e lasciateli insaporire regolando di sale e di pepe.
  5. Aggiungete i pomodori secchi tagliuzzati grossolanamente e saltate.
  6. In una ciotola amalgamate panna e curcuma.
  7. Unite gli ingredienti nella padella con i cavolini e i pomodori secchi.
  8. Servite gli spaghetti alla curcuma con pomodori secchi e cavolini arrosto ben caldi.

 

Mara Toscani

Vellutata di carote e zucca con tofu al sesamo

 

crema carote tofu

Il freddo e l’inverno sono ottimi motivi per rintanarsi tra le mura domestiche a sperimentare piatti e sapori nuovi. Tra i piatti che più rappresentano questa stagione ci sono le zuppe, le vellutate, le minestre in generale. Non amate da tutti, ma molto apprezzate da chi è attento alla linea e ama gusti e sapori autentici. Ecco allora come nasce questa semplicissima vellutata di carote e zucca con tofu al sesamo, trasformato, per l’occasione, in un finto stecco gelato salato. Un’idea veloce, simpatica e light per gustare un piatto semplicissimo e leggero in stile vegan.

Vedi anche:

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 carote
  • 150 di zucca
  • 1 patata medio-piccola
  • 1/2 porro
  • acqua fredda
  • 1 panetto di tofu (anche alle erbe)
  • 50 g di sesamo
  • 3 cucchiai di panna di soia
  • 2 cucchiai di olio evo

Preparazione:

  1. Sbucciate e tagliatele a cubetti piccoli, possibilmente della stessa dimensione le carote, la patata e la zucca.
  2. In una casseruola rosolate il porro precedentemente, aggiungete le verdure e ricoprite tutto con tanta acqua quanto basta a coprire il tutto.
  3. Mettete il coperchio e toglietelo solo al momento dell’ebollizione. Regolate di sale e di pepe.
  4. Cuocete la vellutata per circa 20-25 minuti.
  5. Preparate lo stecco di tofu al sesamo, ricavando la forma dal panetto. Passatelo nei semi di sesamo e cuocetelo in padella con pochissimo olio evo, girandolo a metà cottura e facendo in modo che assuma un colore dorato.
  6. Infilzatelo con uno stecco lungo.
  7. Con il minipilmer frullate le verdure direttamente in pentola, fino a quando non avrete ottenuto una crema liscia ed omogenea.
  8. Servite subito la vellutata di carote e zucca con un filo d’olio e della panna di soia in superficie, ultimando con lo stecco di tofu a lato del piatto.

 

Mara Toscani

 

Ricetta tratta e rivisitata da “Slowly Veggie”

Crepes di verza, ricetta vegan

crepes di verza senza uova

Le crepes sono un piatto molto amato e molto gustoso. Ma anche ricco di grassi saturi dati da uova, latte e burro. Cosa dite di alleggerire le crepes, privandole di tutti questi ingredienti?

Prepareremo delle favolose crepes di verza, esatto di verza, perché sarà proprio all’interno dell’impasto, con farina di ceci, acqua e olio. Meglio di così..
Ecco la ricetta delle crepes di verza, ricetta vegan. Favolose. Da farcire come meglio preferite. Ricetta light e semplice.

Vedi anche:

Verza: la regina del benessere alimentare

La verza è un alimento ricco di sali minerali, tra i quali il potassio, il ferro, il fosforo, il calcio e il selenio. Contiene l’acido folico. La verza, contiene, poi, la vitamina A, la vitamina C, la vitamina E ed importanti oligoelementi. La verza èquindi un buon riequilibratore dell’organismo.
Ottimo depurativo,  la verza partecipa allo smaltimento delle sostanze nocive dal nostro corpo, collaborando in questo processo con il fegato e con i reni.
Importantissima è l’azione positiva che la verza svolge anche sul sistema nervoso, essendo un rilevante rigeneratore di tessuti e svolgendo la funzione di rimineralizzante dell’organismo.
Anche all’apparato digerente, la verza porta il suo positivo contributo, coadiuvando il nostro organismo a combattere reflusso, ulcera, gastrite. La verza è, per di più, antianemica, grazie alla clorofilla che è presente in essa.
Per quanto riguarda la cura della pelle e la cosmesi, la verza aiuta a contrastare l’insorgenza di eruzioni cutanee, tra i quali l’acne e i brufoli in particolare.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 120 gr di farina 00
  • 120 g di farina di ceci (o farina di riso)
  • 140 ml di olio evo
  • 400 ml di latte di soia
  • 4 cucchiai di olio di mais
  • 4 foglie di verza
  • sale
  • pepe

Potete usare anche solo farina di ceci, saranno ancora più gustose!

crepes di verza senza uova impasto

PREPARAZIONE:

Sbollentate le foglie di verza in abbondante acqua bollente e salata.
Versate la farina in una ciotola e poi aggiungete a filo il latte di soia mescolato con l’acqua, l’olio, e un pizzico di sale.
Amalgamate bene tutto fino ad ottenere un composto fluido e liscio.
Lasciate riposare la pastella per almeno mezz’ora.
Dopo aver unto con un po’ d’olio una padellina antiaderente, versatevi qualche cucchiaio del composto, la foglia di verza al centro versando qualche goccia di pastella anche sopra alla foglia e fate cuocere. Non appena i bordi della crepe si arricciano, giratela in modo da cuocerla su entrambi i lati.
Proseguite alla stessa maniera fino a quando non si esaurisce la pastella. Io ho calcolato una crespella a testa.
Farcite le crespelle con gli ingredienti che più vi piacciono e richiudetele a pacchetto.
Io ho preparato questo ripieno: ho sbriciolato il tofu e l’ho aggiunto alla panna di soia e a spinaci saltati in padella con aglio e ricoperto il tutto con besciamelle vegan.
Ungete una teglia con pochissimo olio, disponete le crespelle leggermente sovrapposte, ricoprite con la besciamelle vega,  finite con sale e pepe.
Infornate in forno caldo con grill nella parte superiore a 200-220° per 15 minuti circa.
Servite subito.

Mara Toscani

 

Fonti: naturalmentemangio.it

Carbonara di zucca

carbonara di zucca sopra

Non mi vogliano male gli estimatori della vera pasta alla carbonara. Questa è la mia versione della carbonara vegan, o meglio, carbonara di zucca vegan. Pochi ingredienti, tanto gusto. Un modo originale di riproporre un piatto della tradizione in chiave vegan.

La pasta alla carbonara è e resterà un must, un’eccellenza italiana. Nessuno mi voglia male per questo simpatico accostamento.

Zucca: tanti pregi, nessun difetto

Colore intenso grazie al betacarotene presente in enorme quantità (bastano 200 g di zucca per coprire il fabbisogno giornaliero). Quindi cosa vuol dire? Che consumare spesso la zucca previene i segni dell’invecchiamento, grazie alla vitamina A che aiuta a mantenere la pelle levigata, giovane ed elastica.
Sazia e non ingrassa. E questo è un punto a nostro favore. La zucca, infatti, è praticamente priva di grassi e sazia molto perché ricca di fibre. Meglio di così?
Dunque, la zucca è un buon modo per garantire un apporto di minerali adeguato ed equilibrato e si rivela un’alleata preziosa quando si è a dieta, per eliminare i gonfiori e placare la fame.
Un’ultima cosa. Anche i semi aiutano a sgonfiare, ricchi di proteine e sali minerali, possono essere aggiunti, sgusciati e al naturale, nelle insalate verdi.

Ingredienti:

  • 100 g di spaghetti
  • 200 g di zucca pulita
  • 150 ml di panna di soia
  • 2 porri
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini di curcuma
  • timo essiccato
  • sale
  • pepe

carbonara di zucca lato

Preparazione:

  1. Tritate il porro e soffriggetelo nell’olio evo, aggiungendo poca acqua calda per non farlo bruciare, deve solo stufare per qualche minuto.
  2. Aggiungete metà della zucca tagliata a cubetti piuttosto piccoli per velocizzare la cottura e continuate a cuocere per 10-12 minuti circa, regolando di sale e di pepe.
  3. In una piccola ciotola unite curcuma e panna.
  4. A fine cottura aggiungete il composto di panna e curcuma. Mescolate delicatamente.
  5. Buttate gli spaghetti in acqua bollente e salata, aggiungendo il resto della zucca tagliata sempre a cubetti piuttosto piccoli. Cuocete e a 4 minuti dalla fine trasferite la pasta nella padella del condimento.
  6. Saltate la pasta alla carbonara di zucca, terminando la cottura aggiungendo poca acqua di cottura.
  7. Servite con timo essiccato, un filo d’olio evo e una spolverata abbondante di pepe nero.
  8. Io l’ho servita su un letto di zucca arrostita sotto il grill del forno.

Mara Toscani

Crespelle veg con bietole e nocciole

crespelle veg ok

Le crespelle vegan sono preparate con pochi e semplici ingredienti. Sono perfette  per un pranzo o una cena leggeri ma eleganti. L’idea è sempre quella che le crespelle siano lunghe e laboriose, perché anch’io lo credevo. Ma da quando ho scoperto la versione vegan, le crespelle sono diventate un must nella mia cucina. Oggi vi propongo una versione delle crespelle semplicissima, light e molto salutare: crespelle veg con bietole e nocciole. Primo piatto delizioso. Da provare.

Bietole, preziose alleate

bietole-cassettaLa bietola è una verdura molto digeribile, ricca di sali minerali e vitamine utili per la crescita dell’organismo. Ha proprietà rinfrescanti e diuretiche.
I benefici che la bietola apporta all’organismo sono molto numerosi.  È infatti ricca di fibre, e quindi favorisce la regolarità intestinale, oltre che di luteina e beta-carotene, e per questo molto efficace come antiossidante. L’abbondante quantità di acido folico che la bietola contiene la rende inoltre un prezioso alimento da consumare in gravidanza per favorire i processi di divisione cellulare e per il corretto sviluppo del sistema nervoso del feto. Grazie alla presenza della clorofilla, questa verdura ha anche una funzione protettiva contro le patologie tumorali.

Le foglie e il gambo delle bietole vengono consumati prevalentemente cotti, come piatto unico o contorno, oppure sono usati per preparare piatti in brodo o ancora all’interno di torte salate. Data la sue versatilità viene anche usata per condire gustosi primi piatti. Le foglie, quando tenere e ben lavate, possono essere consumate anche crude come insalata. Esistono due tipi principali di bietola. La cosiddetta “erbetta” o più precisamente bietola da taglio, che presenta foglie larghe in cui sono ben visibili delle grandi nervature, e la bietola da coste, che ha invece gambi molto lunghi e cavernosi, principalmente di colore bianco, ma anche di altri colori, violetto, rosso o giallo.

Vedi anche:

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 gr di farina di riso
  • 120 g di farina di ceci (o farina di riso)
  • 140 ml di olio evo
  • 400 ml di latte di soia
  • 4 cucchiai di olio di mais
  • 300 g di bietole
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 80 g di granella di nocciole
  • 2 cucchiai di panna di soia
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Sbollentate le bietole in abbondante acqua bollente e salata.
Versate la farina in una ciotola e poi aggiungete a filo il latte di soia mescolato con l’acqua, l’olio, e un pizzico di sale.
Amalgamate bene tutto fino ad ottenere un composto fluido e liscio.
Lasciate riposare la pastella per almeno mezz’ora.
Saltate le bietole in padella con aglio e olio, regolando di sale e di pepe. Eliminate l’aglio.  Lasciate intiepidire.
Dopo aver unto con un po’ d’olio una padellina antiaderente, versatevi qualche cucchiaio del composto e fate cuocere. Non appena i bordi della crepe si arricciano, giratela in modo da cuocerla su entrambi i lati.
Proseguite alla stessa maniera fino a quando non si esaurisce la pastella.
Farcite le crespelle con le bietole, richiudetele.
Ungete una teglia con pochissimo olio, disponete le crespelle leggermente sovrapposte, ricoprite con la panna di soia e la granella di nocciole, finite con sale e pepe.
Infornate in forno caldo con grill nella parte superiore a 200-220° per 15 minuti circa.
Servite subito.

Mara Toscani