Crea sito
La cucina sostenibile

viversano e antispreco

Cioccolato fondente

Panna cotta veg al cocco, crumble e cioccolato

Panna cotta veg al cocco, crumble e cioccolato

A volte ci sono alcune cose che ti mancano più di altre. Quei giorni uggiosi in cui si ha voglia di qualcosa di dolce, goloso, anzi, super goloso e un po’ fuori dagli schemi. E’ il caso di questa deliziosa panna cotta veg. La sua particolarità? Tre consistenze, tre sapori, il tutto completamente vegan: crumble al cioccolato come base e tante scaglie di cioccolato in superficie. Da leccarsi i baffi. Proviamo?

A tutto cioccolato…

(altro…)

Semplicemente pere e cioccolato

pere e cioccolato

D’accordo che è quasi Natale e si dovrebbero preparare Pandori e Panettoni, ma se preparassimo Semplicemente pere e cioccolato? Una torta leggera a base di farina di riso, con due impasti semplici, vegan e gluten free. Dolce perfetto per i bambini, per la colazione e per la merenda.

Vedi anche:

(altro…)

Mini muffin veg fragole e cioccolato

mimi muffin fragole ciocc 800

Cosa ne dite di un dolcetto vegan degno del suo nome? Solitamente si pensa che un dolce vegan non sia buono o che abbia chissà auale sapore. NIente di più sbagliato. E per farvi ricredere, ho creato questi favolosi mini miffin veg fragole e cioccolato, C’è da dire chesto dolce parte già avantaggiato avendo tra gli ingredienti  fragole e cioccolato. E poi chi resisterebbe ad un dolce così? A prova di onnivoro. Provare per credere..

Collage fragole 300

CLICCA QUI O SULL’IMMAGINE E VAI A CURIOSARE….

(altro…)

Torta margherita veg con gocce di cioccolato

Crostatine semplici al cioccolato e lamponi, ricetta vegan

crostatina cioccolato e lamponi

Avete già pensato al pic-nic di Pasquetta? Io comincio dal dolce, con queste golosissime crostatine al cioccolato e impreziosite da dolcissimi lamponi. E come si può resistere ad una golosità simile?
Semplici da preparare, anche in anticipo e facili da trasportare, queste crostatine sono l’ideale per una gita fuori porta, proprio come il tradizionale pic-nic di Pasquetta.
Le crostatine semplici al cioccolato e lamponi è ottima anche per la merenda dei bambini o come dessert per un buffet. Ricetta vegan e gluten free.

Vedi anche:

Torna alla home

(altro…)

Crema dessert veg al cioccolato

crema cioccolato

Perfetta per farcire i dolci oppure semplicemente da mangiare a cucchiaiate. La crema dessert veg al cioccolato è squisita, facile e veloce da preparare. Ideale per la merenda dei bambini perché priva di grassi e colesterolo e perché no, anche se moderatamente, per chi ci tiene alla linea. Allora cosa aspettate?

Vedi anche:

(altro…)

Tortine veg con scarto di centrifuga e cioccolato

tortine scarto centrifuga 600

Ottime a colazione, a merenda e dopo un buon pasto. Adatte ai bambini, ai vegan e ai celiaci. Insomma le tortine veg con scarto di centrifuga e cioccolato sono perfette. Semplici da preparare, con latte di mandorla, scarto di centrifuga, cioccolato e pinoli. Deliziosiosamente buone.

Ti piacciono le fragole? Vedi anche:

(altro…)

Bon bon di frolla ripieni di cioccolato

bon bon frolla cioccolato ok

Quante volte vi è capitato di preparare una crostata o dei biscotti e avanzare dei piccoli ritagli di pasta frolla? A me capita spesso e come al solito va a finire che congelo il tutto. Questa volta invece mi è venuta in mente questa idea carina per un dessert velocissimo e facilissimo, bon bon di frolla ripieni di cioccolato.

Vedi anche:

bon bon frolla cioccolato

Ingredienti per la pasta frolla:

  • 500 g di farina oo
  • 250 g di zucchero di canna
  • 1 yogurt di soia
  • 250 g di margarina
  • 1/2 bustina di lievito
  • zucchero a velo

Altri ingredienti:

  • cioccolatini o avanzi di cioccolato fondente
  • granella di nocciole
  • sesamo
  • cacao magro in polvere
  • semi di zucca

 

Procedimento:

bon bon frolla cioccolato 400Io ho usato la planetaria, inserendo prima le polveri e subito dopo i liquidi e la margarina. Ho amalgamato il tutto per 5-7 minuti e ho trasferito il tutto su un piano infarinato e ho lavorato ancora per 2 minuti. Ho formato un panetto, l’ho avvolta nella pellicola e l’ho lasciata riposare avvolta da pellicola per 30 minuti.

Dopo il riposo potete stendere la pasta frolla senza uova e burro e creare tanti biscotti, o la base per un’ottima crostata. La cottura è avvenuta a 180° per 15 minuti.

I bon bon di frolla li ottenete con i ritagli che avenzerete. Create i bon bon con l’aiuto delle mani, ricordandovi di inserire un pezzettino di cioccolato fondente all’interno.

Passate i bon bon nella copertura che preferite o fateli misti come me.

Cuocete in forno a 180° per 10 minuti.

I bon bon con il cacao magro è meglio ripassarli anche dopo la cottura.

 

Mara Toscani

Frolle veg con cioccolato extra fondente

frolle ripiene di cioccolato veg

A volte quando mi soffermo davanti alle vetrine delle pasticcerie mi viene l’acquolina in bocca e penso ” Adesso entro e mi compro qualche frolla“. Poi, da buona foodblogger demordo, torno a casa e accendo il forno. Ma il mio intendo è trasformare quello che di solito mangio in cibo vegan, adatto a tutti, anche a chi soffre di intolleranze. Ecco allora le mie frolle veg con cioccolato extra fondente. Facilissime, golose, adatte ai bambini.

Vedi anche:

Ed ecco 10 consigli di Federica Giordani per scegliere e gustare al meglio il cioccolato

1 – Scegliete un cioccolato fondente che abbia una percentuale di cacao superiore al 65% e che non contenga zuccheri aggiunti

2 – Ricordate che il cioccolato ha un ottimo potere antiossidante, il doppio di quello del vino rosso

3 – Le proteine del latte limitano l’assorbimento degli antiossidanti del cacao. Inoltre evitate sempre cioccolati che contengono grassi vegetali idrogenati

4 – L’aspetto della tavoletta deve essere lucido e all’olfatto deve sprigionare un intenso aroma. In bocca il cioccolato deve sciogliersi e avere una consistenza leggermente sabbiosa

5 – Gli aromi del cioccolato sono influenzati dal “cru” ossia dalla diversa provenienza delle fave di cacao

6 – La temperatura migliore a cui conservare e quindi gustare il cioccolato è fra i 18 e i 20 gradi centigradi

7 – Il cioccolato buono non deve “scricchiolare” fra i denti

8 – Il modo migliore per assaporare tutte le note del cacao è tenerlo a lungo in bocca

9 – La biodiversità del cacao è tale per cui la selezione Ogm non è necessaria, quindi, al momento, non esistono cioccolati che contengono cacao geneticamente modificato. Spesso però la lecitina di soia presente come emulsionante è tratta da soia Ogm.

10 – Per conservare al meglio le tavolette di cioccolato avvolgetele nella carta stagnola e poi in pellicola per alimenti. Se appaiono macchie biancastre sulla superficie, il cioccolato è ancora buono, ma lo state conservando male (le macchie bianche, infatti, sono il risultato dell’esposizione del cioccolato all’umidità, suo nemico principale)

Frolle veg con cioccolato extra fondente

Ingredienti per 12 frolle circa:

Per la frolla:

  • 200 g di farina bianca
  • 100 g di farina di riso
  • 150 g di margarina non  idrogenata
  • 75 g di zucchero di canna
  • 60 g di latte di soia alla vaniglia

Per la crema al cioccolato extra fondente:

  • 200 g di cioccolato fondente 75-80%
  • 1/2 bicchiere di latte di soia
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna o stevia (facoltativo)

Preparazione:

  1. Preparate la frolla. Disponete la farina a fontana con al centro la margarina precedentemente ammorbidita a temperatura ambiente.Aggiungete lo zucchero. Amalgamare il tutto e aggiungete il latte.
    Formate un panetto già appiattito, per stenderlo meglio una volta raffreddato, avvolgetelo nella pellicola e lasciate in frigo a riposare per 30 minuti.
  2. Stendete la frolla, ricavatene dei dischi con lo stampino a forma di fiore o perlomeno che sia zigrinato, non liscio, e disponeteli nei pirottini. Bucherellateli con l’auito di una forchetta e infornateli a 180°C per 10-12 minuti circa. Lasciate raffeddare le frolle.
  3. Preparate la crema al cioccolato extra fondente. Prendete un pentolino e fateci scaldare un po’ di latte di soia, aggiungeteci il cioccolato fondente e mescolate fino a completa fusione.
    Per ottenere una glassa molto densa, utilizzate poco latte, invece per una glassa più liquida aggiungetene a vostra discrezione fino alla consistenza desiderata. In questo caso necessita più densa.
    Nel caso risulti troppo liquida, potete eventualmente correggerla con un altro po’ di cioccolata oppure aggiungendo della farina: pochissima per volta, continuando a mescolare finchè si addensa. Lasciatela raffreddare.
  4. Inserite la crema al cioccolato extra fondente in un sac à poche con il beccuccio rigato e riempite le frolle vegan.
  5. Lasciate riposare le frolle veg con cioccolato extra fondente in frigorifero fino a 30 minuti prima di servire, possibilmente coperte.

 

Mara Toscani

 

Fonti: vegolosi.it, veg3000.

Brownies patate e cioccolato extrafondente

brownies patate e cioccolato

Avreste mai creduto che patate e cioccolato potessero andare d’amore e d’accordo? Io no. All’idea di cucinare un dolce con questi due ingredienti, ho arricciato il naso. Beh, mi devo ricredere. Davvero. Un bontà estrema. E dopo il plumcake di poco tempo fa, oggi  ho deciso di preparare i brownies patate e cioccolato extrafondente. Per extra fondente intendo cioccolato 80% di cacao, una vera e propria goduria. Assolutamente da provare.

Vedi anche:

(altro…)

Torta 7 vasetti mini con bucce di carote, timo e cioccolato fondente

torta 7 vasetti

Credo che non esista una torta più semplice della torta 7 vasetti. Credo che anche la più impedita delle cuoche possa riuscire nell’intento. Scherzi a parte, la torta 7 vasetti a parte la semplicità di preparazione è anche decisamente gustosa e ha la particolarità di conservarsi per qualche giorno, sempre se questo sia possibile. Io ho preparato la torta 7 vasetti in versione mini e eco sostenibile, riutilizzando le bucce delle carote e aggiungendo una nota particolare con il timo e una nota dolce amara con il cioccolato extra fondente: ecco a voi torta 7 vasetti mini con bucce di carote, timo e cioccolato fondente.

Vedi anche:

(altro…)

Ciambella al cioccolato vegan con bucce di mela

 

ciambella-cioccolato

I dolci sono tutti buoni. Ma cosa dite di prepararne uno senza uova, senza burro e senza latte? Ecco una ciambella sofficissima al cioccolato arricchita con mele caramellate e ricoperta da una golosa glassa. Una torta favolosa, vegan, antispreco. Meglio di così. Ciambella al cioccolato vegan con bucce di mela.

Vedi anche:

Ingredienti per la torta:

  • 200 g di farina
  • 200 ml di acqua
  • 150 g di cioccolato fondente
  • 100 g di zucchero di canna
  • 50 ml di olio evo
  • 100 g di maizena
  • 1 mela gialla con la buccia (biologica)
  • 1 bustina di lievito vanigliato

Ingredienti per la glassa:

  • 150 g di zucchero a velo
  • 120 g di burro di soia
  • 60 ml di latte di soia
  • 50 g di cacao amaro

ciambella-collage-ok

Procedimento per la torta:

  1. Miscelate farina, lievito e zucchero in una ciotola.
  2. Aggiungete l’olio evo e l’acqua.
  3.  Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria e unitelo al composto.
  4. Tagliate a pezzetti e caramellate le mele con la buccia in una piccola padella con poca acqua e un cucchiaio di zucchero di canna.
  5.  Ungete una una tortiera per ciambella, spolverate i bordi di cacao in polvere e versate il composto.
  6. Aggiungete le mele e infornate in forno già caldo a 180° per 30 minuti circa.

Procedimento per la glassa:

  1. Lavorate il burro fino ad ammorbidirlo.
  2. Aggiungete il cacao amaro e amalgamate bene.
  3. Unite il latte e mescolate fino ad ottenere un composto cremoso.

Mara Toscani

 

Sacher al bicchiere, ricetta vegan

sacher bicchiere

Fino a pochi giorni fa sembrava arrivata l’estate. E invece in men che non si dica il freddo si è fatto risentire. Avevo già in mente bavaresi alla frutta, dolci leggeri e colorati. Poi mi sono ricreduta e ho creato una golosa sacher al bicchiere, ricetta vegan.
 Dolce semplice da preparare e molto gustoso. Vietato contare le calorie! Anche se qualcuna riusciamo a dimenticarla grazie all’eliminazione di uova e latticini. Gran figurone.

Ingredienti per il biscuit sacher vegan (6 persone circa):

  • 180 g di farina
  • 130 g di zucchero
  • 125 ml di latte di soia
  • 110 ml di olio evo
  • 80 ml di acqua calda
  • 50 g di cacao amaro
  • 25 g di mandorle tritate
  • 25 g di nocciole tritate
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
  • pizzico di sale

Altri ingredienti:

  • 300 g di glassa al cacao fondente pronta (Lidl, ottima)
  • mandorle tritate
  • marmellata di albicocche

Procedimento per il biscuit sacher vegan:

  1. In una ciotola mescolate la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito e il pizzico di sale.
  2. Unite lentamente il latte, l’olio e l’acqua calda e fate amalgamare bene il tutto .
  3. Mettete l’impasto in una teglia quadrata o rotonda e infornate a 175° per 30 minuti circa.
  4. Lasciate raffreddare completamente suuna gratella prima di tagliare.
  5. Ricavate dei dischi grandi come il bicchiere.

Montaggio:

  1. Per prima cosa sciogliete una piccola parte di glassa al cioccolato, aiutandovi con il microonde. Su un foglio di carta da forno create dei decori con la glassa che poi lascerete raffeddare in frigorifero.
  2. Nel bicchiere iniziate la composizione della sacher al bicchiere mettendo sul dondo il primo disco di biscuit sacher vegan.
  3. Con l’aiuto di un sac à poche, distribuite la marmellata sul disco di biscuit sacher.
  4. Create uno strato di mandorle tritate e disponete un altro disco di biscuit sacher.
  5. Terminate con altra marmellata e un ultimo disco.
  6. Sciogliete la glassa rimasta, versatela nel bicchiere fino all’orlo. Infilate delicatamente al centro il decoro di cioccolato preparato in precedenza e mettete il tutto in frigorifero a raffreddare.

 

 

Brownies veg con similnutella, semplicissimi

 

brownies-veg

 

 

Questa idea è nata dalla voglia di gustare un dolce ricco, cioccolatoso, gudurioso e buonissimo e vegan senza privarmi di nemmeno un sapore o una consistenza.
Ecco come nascono i brownies veg con similnutella.
Una ricetta semplicissima, ricetta veloce e molto pratica.
Senza latte, senza burro, senza uova, solo cacao amaro, zucchero, farina e dell’ottimo olio evo italiano. Meglio di così?

NUTELLA E’ UN MARCHIO REGISTRATO, PER VEGNUTELLA S’INTENDE CREMA AL CACAO CON NOCCIOLE SIMILE AL MARCHIO, MA PRIVATA DI INGREDIENTI DI ORIGINE ANIMALE. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI A FERRERO S.P.A:

Vedi anche:

Ingredienti per 6 persone circa:

  • 180 g di farina
  • 130 g di zucchero
  • 125 ml di latte di soia
  • 110 ml di olio evo
  • 80 ml di acqua calda
  • 80 g di cacao amaro
  • 25 g di mandorle tritate
  • 25 g di nocciole tritate
  • 2 cucchiaini di lievito vanigliato
  • pizzico di sale

Ingredienti per la similNutella:

  • 200 g di nocciole
  • 100 g di olio di semi di girasole
  • 5 cucchiai di sciroppo d’acero
  • 4 cucchiai di cacao amaro
  • pizzico di sale

Procedimento per la similNutella:

  1. Tostate le nocciole senza che scuriscano troppo.
  2. Tritatele fino ad ottenere una polvere fine.
  3. Unite tutti gli altri ingredienti e mixate fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
  4. Per questa ricetta serve un mixer potente.

La similNutella si conserva una settimana in frigorifero. Sterilizzata anche 6 mesi in dispensa (sobbollendo i barattoli pieni di similNutella per 30 minuti, fasciati da canovacci per non che si rompano).

Vi lascio un’altra ricetta, quella della vegnutella, con latte di soia, un po’ più dolce.

Ingredienti per la vegnutella (ricetta di Alice, mypersonaltrainer.it)

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di nocciole
  • 100 g di zucchero di canna
  • 120 ml di latte di soia
  • 2 cucchiai di olio di semi di soia o di olio di semi di mais
  • 10 g di cacao amaro
  • 2 g di lecitina di soia
  • 1 baccello di vaniglia

Preparazione della vegnutella (a fondo pagina troverete il link del video)

  1. Scaldate una padella e tostate le nocciole per alcuni minuti, rigirandole spesso per evitare di bruciarle. Lasciate raffreddare.
  2. Riunite le nocciole, lo zucchero di canna, la lecitina di soia ed il cioccolato extrafondente nel contenitore del frullatore e mixate fino ad ottenere una pasta molto densa ( utilizzate un mixer potente).
  3. Versate la pasta di nocciole e cioccolato in un pentolino e scaldate a bagnomaria. Aromatizzate con vaniglia: incidete un baccello e raschiatene l’interno per prelevare i semini. Versate i semini nella crema di nocciole.
  4. Sciogliete il cacao amaro in polvere nel latte di soia ed unitelo alla crema di nocciole. Aggiungete 2 cucchiai di olio di semi di arachidi (o di soia) e continuate a mescolare per almeno 5 minuti.
  5. A questo punto, la crema apparirà piuttosto liquida: per farla rapprendere ed assumere la classica consistenza di una crema spalmabile, è sufficiente lasciarla raffreddare in frigorifero per almeno 4 ore.
  6. La crema spalmabile alle nocciole, o vegnutella, si può conservare in frigorifero per 3-4 settimane, ben chiusa in un contenitore di vetro con tappo a vite.

Procedimento per i brownies veg:

  1. In una ciotola mescolate la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito, la vaniglia e il pizzico di sale.
  2. Unite lentamente il latte, l’olio e l’acqua calda e fate amalgamare bene il tutto .
  3. Mettete l’impasto in una teglia quadrata e infornate a 175° per 30 minuti circa.
  4. Lasciate raffreddare completamente suuna gratella prima di tagliare.
  5. Ricavate i brownies veg, tagliateli a metà e farciteli con la similNutella.
  6. Decorate con scagliette di cioccolato.

 

Ecco altre ricette golose:

 Brownies eco di Pandoro

 Brownies eco di pane e cioccolato

 Muffin Nutella e cereali

Potrebbe interessarti il video della vegnutella:
http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/crema-spalmabile-nocciole-vegan.html

Plumcake patate e cioccolato, semplicissimo

torta patate e cioccolato

Vi starete chiedendo patate e cioccolato? Sì, proprio così. Qui parliamo di un goloso plumcake patate e cioccolato, semplicissimo e buonissimo. Bastano pochi ingredienti, quelli che si hano solitamente in casa. Resterete entusiaste da questa torta. Provare per credere.

Vedi anche:

Patate: proprietà nutrizionali

Le patate sono ricche di glucidi. Il contenuto proteico è modesto. Sono pertanto consigliate in sostituzione dei cereali nelle diete dimagranti; favoriscono inoltre il senso di sazietà. Le patate sono altresì ricche di vitamine del gruppo B (B1, B2, B6 PP e acido folico), vitamina C, potassio e oligominerali (rame, ferro, cromo e magnesio).
Il carotene, contenuto in modesta quantità  ne determina, a seconda della sua minore o maggiore presenza, la colorazione gialla più o meno intensa.
Hanno proprietà energetiche, protettive sulle mucose gastriche, diuretiche ed emollienti. In tutti questi casi il succo di patata potenzia questi benefici effetti.
Se mangiate crude le patate causano dolori di testa e febbre, per la presenza di solanina, un veleno naturale contenuto anche nelle melanzane. La cottura determina la riduzione di circa il 50% della solanina presente. A tal proposito è utile conservare i tuberi in locali non illuminati eliminando periodicamente i germogli che tendono a formarsi in superficie. Sono facilmente digeribili ed assimilabili  In cosmesi, le fette di patate vengono utilizzate per lenire rossori e pruriti della pelle e decongestionare gli eritemi.

Ingredienti:

  • 200 g di zucchero
  • 150 g di farina
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 50 g di burro
  • 1 patata da 150 g
  • 1 uovo grande
  • 1/2 bustina di lievito
  • burro e farina per lo stampo
  • scorza di arancia bio (facoltativa)

Procedimento:

  1. Lavate bene la patata eliminando la terra in eccesso.
  2. Lessatela con la buccia in acqua fredda non salata. Salatela (poco) solo negli ultimi minuti di cottura. Pelate la patata e immergetela qualche minuto in acqua fredda prima di passarla nello schiacciapatate.
  3. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e il burro e aggiungeteli alla patata. Unite l’uovo, lo zucchero, la farina e il lievito. Se vi piace, anche la scorza d’arancia.
  4. Mescolate bene il composto e versate il composto nello stampo da plumcake imburrato e infarinato.
  5. Infornate a 170° per 30 minuti. L’interno deve restare leggermente umido.
  6. Una volta sfornato, lasciate intiepidire il plumcake patate e cioccolato per 15 minuti.
  7. Sformate e fate raffreddare completamente. Decorate con glassa di zucchero e granella di cioccolato.

Mara Toscani

Cupcakes pere e cioccolato facilissimi

cupcakes pere e cioccolato

E se dico facilissimi è perché lo sono davvero. E poi sono buoni da far svenire. L’impasto è quello di una torta classica, umida e con poca lievitazione, con all’interno fettine di pere e tanto cioccolato fondente. Copertura di panna e tanti cuoricini rossi in pasta di zucchero. San Valentino all’insegna della praticità e soprattutto della golosità. Cupcakes pere e cioccolato facilissimi. Ricetta veloce.

Ingredienti per 8 cupcakes:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di farina
  • 1 pera
  • 1/2 cuccchiaino di lievito vanigliato
  • panna montata spray
  • pasta di zucchero rossa
  • pizzico di sale

Procedimento:

Sciogliete nel microonde o a bagnomaria il cioccolato fondente, aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua. Aggiungete il burro a pezzetti, lo zucchero e fate sciogliere nuovamente fino ad ottenere una crema fluida.
Lasciate raffreddare il tutto e unite i tuorli.
A parte montate gli albumi a neve, aggiungeteli al composto di cioccolato.
Mescolate lievito e farina e uniteli al resto, mescolando bene, evitando grumi.
Unite il sale. Mescolate.
Versate il composto nei pirottini da muffin di carta inseriti nello stampo apposito. Riempiteli per meno di 3/4 della loro capacità.
Tagliate una pera a fettine piuttosto sottili e appoggiatene 3 delicatamente sulla superficie di ciascun cupcakes.
Cuocete in forno già caldo a 180° per 15 minuti circa.
Una volta cotti e raffreddati e appena prima di servire, spruzzate la panna montata e decorate con piccoli cuori in pasta di zucchero rossa.
Cuocakes pere e cioccolato facilissimi, davvero facilissimi.

Ecco altre idee carine per San Valentino:

 Torta Cuore& Cuori 

 Mud cake all’arancia e cioccolato bianco

 Cuori di brisé all’era cipollina, con scarola ripassata, uvetta e mozzarella

 Roulade di sogliola con burro alle erbe e pinoli

 

 

Brownies eco di Pandoro

Brownies-eco-di-Pandoro

Avete pensato alla colazione di Natale? Ci si alza tardi, si scartano i regali, si è tutti un po’ addormentati e intorbiditi dall’aria di festa. Io vi propongo la colazione. Da preparare il giorno prima, senza pensieri e soprattutto con l’avanzo di Pandoro della Vigilia di Natale: Brownies eco di Pandoro. La forma ad alberello e il loro profumo di cioccolato ingolosirà grandi e piccini. Provare per credere.

Ingredienti:

  • 1 fetta di Pandoro
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 20 g di cacao in polvere
  • 90 g di burro
  • 90 g di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
  • zucchero a velo
  • sale

Procedimento:

Spezzettate il cioccolato fondente e fatelo sciogliere al microonde con il burro. Mescolate bene e mettete da parte.
Montate le uova con lo zucchero di canna, fino ad ottenere una spuma corposa. Aggiungete, a questo punto, il cioccolato fuso e continuate a mescolare.
Frullate nel mixer la fetta di Pandoro e unitela al composto insieme al cacao in polvere e al lievito.  Unite anche un pizzico di sale e mescolate un’ultima volta.
Versate il composto in una teglia rettangolare o quadrata ben imburrata, livellate bene la superficie e cuocete in forno già caldo a 180° per 30 minuti circa.
Lasciate raffreddare e sformate il dolce su una spianatoia.
Con tre stampi a forma di stella di dimensioni differenti, create i brownies e disponeteli su un piatto da portata a forma di alberello  e spolverizzateli con zucchero a velo.
Successo assicurato.

Altri dolci per riciclare?

 Cheesecake di Pandoro

Semifreddo di Pandoro, arachidi e cioccolato

Charlotte di Panettone, ricotta e pere caramellate

Sorbetto eco di bucce d’arancia e vodka, pronto in 10 minuti

Cheesecake di Pandoro al cioccolato

cheesecake di pandoro e cioccolato primo

Chi l’ha detto che in pieno inverno non si possa gustare una golosa cheesecake? E se questa fosse una cheesecake di Pandoro al cioccolato? Si, proprio quelli che avanza dopo le feste di Natale. Che ne dite? Una morbida crema al gusto di Pandoro con intorno un guscio di biscotto croccante. Una delizia per il palato. Un dolce rinfrescante adatto per il Pranzo di Natale. Da provare. Assolutamente.

Ingredienti:

  • 200 g di avanzi di Pandoro al cioccolato
  • 500 g di biscotti tipo frollini
  • 150 g di burro morbido
  • 100 g di mascarpone
  • 100 g di panna
  • zucchero a velo
  • 100 g di cioccolato fondente

cheesecake di pandoro e cioccolato

Procedimento:

Nel mixer  frullate i biscotti tipo frollini con il cacao amaro in polvere. Subito dopo aggiungete il burro a pezzi e continuate a frullare finché il composto non diventerà “sabbioso”.
Versate il composto sul fondo della tortiera (non serve imburrare), e, aiutandovi con il dorso di un cucchiaio, distribuite uniformemente tutta la base senza lasciare il bordo (non servirà). Conservate in frigorifero. Nel frattempo preparate la farcia per la torta biscotto, frullando gli avanzi di panettone o pandoro con un cucchiaio di  zucchero a velo. Trasferite il composto in una ciotola e aggiungete il mascarpone e la panna montata in precedenza. Estraete la tortiera dal freezer e distribuite la farcia sul fondo di biscotto. Conservate in freezer per 30 minuti. Ripetete la preparazione del biscotto al cacao, se vi piace  e  create il secondo strato di biscotto. Rimettete in freezer e conservate fino a 20 minuti prima di servire decorando con zucchero a velo o scagliette di cioccolato.

 Ecco altre ricette golose per riciclare i dolci di Natale:

Muffin vegan con marmellata di bucce di pere e Muscovado

Muffin vegan con marmellata di pere

Diciamo che più le giornate diventano fredde e brevi, cresce sempre di più la voglia di cucinare e gustare un buon dolce. Il problema è la linea, senza contare il colesterolo, le intolleranze, insomma, ne abbiamo sempre una.
Ieri ero a passeggio per le vie di Domodossola con le mie amiche Rita, Roberta e la piccola Aurora e Rita si è fermata a comprare un bel sacchetto di zucchero Muscovado. Tornando a casa ripensavo a questo favoloso zucchero grezzo, profumato di melassa, di liquirizia, di miele, dal gusto pungente e delizioso.
Allora guardate cosa ho pensato di preparare oggi: muffin vegan con marmellata di bucce di pere e Muscovado. Un mix di sapori unici, delicati e soprattutto senza sensi di colpa. Cosa ne dite di provarli? Adatti ai celiaci, ai vegan e agli intolleranti ai latticini.
Assolutamente dedicati alle mie amiche.

muffin vegan per aiutochef

 

Ingredienti:

  • 180 g farina senza glutine
  • 100 g di farina di riso
  • 150 g zucchero di canna Muscovado
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • 1 yogurt di soia alla vaniglia
  • 250 ml di latte di soia
  • 50 ml di olio di semi
  • 3 cucchiai di marmellata integrale di bucce di pera e Muscovado
  • 200 g di gocce di cioccolato fondente (facoltative)
  • 1 cucchiaio di pangrattato

Procedimento:

In una ciotola riunire farina senza glutine e la farina di riso, zucchero e lievito. A questo punto unire gli ingredienti liquidi, la marmellata integrale di bucce di pere e mescolare velocemente. Unire l’olio di semi a filo, solo per ultimo. Mescolare.Versare due cucchiaiate di impasto in ogni pirottino da muffin unto d’olio e cosparso di pangrattato, poi, se piacciono delle gocce di cioccolato, poi ancora un cucchiaio di impasto e gocce di cioccolato a terminare. Cuocete i muffin in forno caldo a 180° C per circa 20 minuti, controllando la cottura con lo stecchino. Il consiglio è di lasciare raffreddare completamente i muffin vegan con marmellata integrale di bucce di pere prima di mangiarli, ma vi confesso che anche tiepidi non sono per niente male.

 

ABBINAMENTO

RUM AGRICOLE DELLA MARTINICA AMBRATO

Il Rum è prodotto esclusivamente dalla fermentazione e dalla successiva distillazione del succo della canna da zucchero, della melassa e degli sciroppi derivati dalla lavorazione dello zucchero.
Il Rum si divide in due grandi famiglie: Rum industriale e Rum agricolo. Il Rum industriale deriva dalla distillazione della melassa, mentre quello agricolo viene prodotto esclusivamente dal succo puro della canna da zucchero e che prende il nome di “vesou”.
Tutti i rum così ottenuti, al pari dei prodotti derivanti dalla distillazione, risultano privi di colore, che gli verrà conferito in seguito attraverso l’invecchiamento in botti di quercia o di rovere o tramite l’aggiunta di caramello. A questo punto il distillato ha una gradazione alcolica molto elevata e per questo verrà allungato con acqua distillata che porterà il suo tenore alcolico intorno ai 40 gradi.
Il rum, o rhum, è ormai un simbolo delle Isole Martinica si produce il Rhum Agricolo, che proviene dalla distillazione del puro succo di canna da zucchero. E’ decisamente diverso dal rhum industriale prodotto a partire dalla melassa, che è un sottoprodotto della fabbricazione dello zucchero.

Il rum nel bicchiere. E’ di color oro, caldo e ambrato: un paille, nella classificazione degli agricole, dato il suo color paglia. Sviluppa un aroma intenso e avvolgente, sentori di cacao, seguiti da caramello e miele scuro. Al palato si assaporano caramello, nocciole tostate e miele. Lascia in bocca una persistente autentica dolcezza di canna da zucchero. Mi ricorda il dulche de leche.

Tartellette meringate con pere e cioccolato fondente

tartellette meringate

Io adoro le meringhe. Adoro quella dolcezza quasi stucchevole che lasciano sul palato. Adoro quell’essere un po’ appiccicose e così dannatamente bianche. Oggi ho pensato di preparare qualcosa di diverso dal solito. Qualcosa che si avvicinasse ad una meringa, ma che fosse anche un po’ torta. Ecco nascere queste golose tartellette meringate con pere e cioccolato extra fondente.

Cioccolato fondente: alleato della salute

Il dolce più amato da adulti e bambini, oltre ad essere buono, si dimostra un valido alleato per la salute. Combatte l’ipertensione, è un ottimo antiossidante e, non ultimo, ha effetti positivi anche sull’umore.

Assunto in piccole quantità, il ciocolato fondente fa bene

Assunto in piccole quantità, il cioccolato fondente aiuta a mantenere in buono stato l’endotelio, la parete interna delle arterie: il suo corretto funzionamento è indice di una buona salute dell’intero sistema cardiovascolare. Problemi all’endotelio rappresentano un grave rischio per il cuore, al pari di fumo, lipidi in eccesso ed ipertensione; possono anche determinare la formazione di placche che restringono le arterie, fino a ostruirle (aterogenesi).

Gli effetti benefici del cioccolato fondente

Il segreto è nei flavonoidi, sostanze contenute anche nel vino rosso e nel tè verde: aiutano a combattere lo stress ossidativo, responsabile dell’invecchiamento ed estremamente rischioso per il cuore.
Il consumo di cioccolato fondente diventa anche un ottimo rimedio contro l’ipertensione. Negli Stati Uniti, i ricercatori della Harvard Medical School lo ha dimostrato sottoponendo ad un test alcuni gruppi di volontari di Boston. “Il nostro punto di partenza è stata la differenza che esiste fra i membri delle tribù amerinde dei Kuna che vivono in isole del Centro America e i membri della stessa etnia che si sono spostati sulla terraferma”, spiega il professor Norman Hollenberg, responsabile della ricerca.
Gli abitanti delle isole, che consumano moltissimo cacao, sviluppano più tardi l’ipertensione. Somministrando ai soggetti volontari del cacao simile a quello consumato dagli indigeni, i ricercatori hanno potuto osservare che essi, all’interno del plasma renale, rilasciavano una maggior quantità di prodotti derivati dell’azoto, responsabili della dilatazione delle arterie, i quali, favorendo il flusso sanguigno, mantengono l’elasticità dei vasi.

Pensare positivo con il cioccolato fondente

Gli zuccheri semplici del cioccolato aumentano il livello di serotonina del sangue: essa agisce positivamente sul tono dell’umore, migliorandolo. Il cioccolato, inoltre, contiene magnesio, indispensabile per i processi metabolici e per la funzionalità di alcuni enzimi, ma anche per i fenomeni di trasmissione neuromuscolare degli stimoli nervosi che rendono l’organismo in grado di adattarsi alle situazioni stressanti. Gli alcaloidi del cacao (caffeina e la teobromina) agiscono positivamente sul sistema nervoso, favorendo la concentrazione mentale e che agiscono anche a livello cardiocircolatorio e muscolare.

Ingredienti:

  • 5 albumi
  • 60 g di farina 00
  • 160 g di zucchero semolato
  • 1 bustina di lievito vanigliatoper dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pera william
  • 100 g di cioccolato al 99%

Procedimento:

  1. Mettete gli albumi in un recipiente, aggiungete il pizzico di sale e cominciate a montarli.
  2. Aggiungete metà dello zucchero e finite di montare a neve fermissima.
  3. Aggiungete la farina setacciata insieme al lievito ed i resto dello zucchero.
  4. Amalgamate gli ingredienti mescolando piano
  5. Aggingete il cioccolato tritato e mescolate ancora con molta cura.
  6. Versate il composto in pirottini rivestiti di carta da forno.
  7. Inserite nel composto una fetta di pera.
  8. Infornate a 180°C per 15-20 minuti.
  9. Togliete dal forno le tartellette e lasciate raffreddare per circa 10 minuti.
  10. Decorate con cioccolato a scaglie e un’altra fetta di pera.

 

Fonti: tipiace.it