Crea sito

Spaghetti alle vongole con melanzane e bucce fritte

Spaghetti-alle-vongole-con-melanzane-1

In estate la frutta e la verdura abbondano, per chi possiede l’orto, a volte, l’esubero fa da padrone. A me sta succedendo con zucchine, melanzane e pomodori. Non so più in che salsa presentare queste verdure a tavola, senza vedere brutte facce. Mi sono inventata un bel primo piatto gustoso e fresco: spaghetti alle vongole con melanzane e bucce fritte. Un successo. E poi non ho sprecato nulla, come sempre.

Vongole: qualità e proprietà nutrizionali

Ecco i valori nutrizionali, per 100 grammi di vongole:

  • calorie 72,
  • grassi 2,5 grammi,
  • proteine 10,5 grammi.

Le vongole oltre a contenere una buona quantità di proteine, contengono anche sali minerali e vitamine. Tra le varietà di vongole più conosciute abbiamo le vongole veraci e le vongole comuni. Le prime, vongole veraci o vongole nere, sono le più pregiate. Esse, essendo un prodotto d’allevamento, si trovano in commercio tutto l’anno. Le vongole comuni sono molto più piccole delle veraci e non si trovano sempre disponibili sul mercato.
Per un mese l’anno (all’inizio dell’estate), infatti, le vongole comuni non si trovano sui banchi perché c’è il fermo biologico. Il loro habitat è il fondo sabbioso, esse filtrano l’acqua marina di cui trattengono le impurità. Gli accorgimenti pe la pulizia e la cottura sono molteplici.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di spaghetti
  • 1 kg di vongole
  • una confezione di vongole sgusciate
  • una melanzana
  • un pomodoro piccolo
  • olio evo
  • olio per friggere
  • maggiorana essiccata
  • gambi di prezzemolo e basilico
  • sale
  • pepe

Spaghetti, vongole, melanzane

Procedimento:

Mettete a bagno in acqua fredda le vongole con un pizzico di sale grosso per farle spurgare.
Scaldate una padella, unite 1 cucchiaio di olio evo, 1 bicchierino di acqua, i gambi del prezzemolo e del basilico,  aggiungete le vongole dopo averle scolate e super controllate, una a una, assicurandovi che siano tutte ben chiuse.
Alzate il fuoco, aspettate 2 minuti e poi bagnate con il vino bianco, coprite e fate trascorrere 5-6 minuti, togliete dal fuoco, recuperate la polpa del mollusco, recuperate il liquido di cottura, fate riposare e successivamente filtrate con un colino, avendo cura cura di non agitare troppo la padella.
Rimettete il tutto in padella, aggiungete qualche cubetto di pomodoro, qualche cubetto di melanzana senza buccia, la maggiorana, continuando la cottura a fuoco medio.
Buttate la pasta in acqua bollente e salata e preparate il resto della melanzana. La buccia la tagliate a julienne o a striscioline e la friggete in poco olio di semi di qualità insieme a qualche altro cubetto a cui avrete lasciato la buccia, per rendere il piatto più goloso e arricchirlo di una nota croccante. Dopo 5 minuti scolate su carta assorbente e aggiungete sale.
Scolate e saltate gli spaghetti con il sugo alle vongole e lasciate insaporire per qualche minuto.
Impiattate gli spaghetti aiutandovi con un mestolo per dargli la classica forma, condite con ulteriore sugo, arricchito con i cubetti d melanzana fritti, pepe, sale, le vongole nel guscio e terminate decorando con una vongola e qualche buccia fritta. Semplice, veloce, buono.

Vai a vedere se t’interessano altre ricette di primi piatti e cucina ecosostenibile.

 

Il mio abbinamento

FALANGHINA BRUT

All’analisi visiva, il vino è giallo paglierino, brillante, abbastanza scorrevole. Il perlage è fine e accentuato. Al naso questo vino è fresco, fruttato e floreale e sono ben evidenti sentori di limone, ananas, mela e tiglio. In bocca tronfano la sapidità e la freschezza, che ben si adattano a un piatto come gli spaghetti alle vongole e melanzane e bucce fritte, in cui le melanzane e le bucce, appunto, sono fritte. In questo caso le bollicine del vino ci aiuteranno a ripulire la bocca dall’untuosità delle melanzane. Vino abbastanza caldo e morbido, dal gusto intenso e persistente, equilibrato e armonico. Abbinamento ottimo.

 

Pubblicato da mara

a tutto c'è un perchè..il mio è vino e cucina.e a ciascuno il suo....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.