Risotto agli asparagi di montagna e fiori di borragine

Risotto agli asparagi, prelibatezza primaverile. La famiglia di mio marito possiede una stupenda casa a Olino una località arroccata a 1000 metri di quota, sopra al paese di Calasca Castiglione, nel cuore della Valle Anzasca (per intenderci, sulla strada che porta a Macugnaga). Ebbene in questo posto meraviglioso, ogni anno spuntano gli asparagi, che non sono quelli selvatici, sono stati piantati anni e anni fa dal tris-nonno Giovanni, ma è come se lo fossero, perché sprigionano un profumo in cottura quasi inebriante, senza parlare del gusto, indescrivibile. Da qui il mio modo di chiamarli asparagi di montagna. E di conseguenza ogni anno nei mesi di aprile e maggio non ci facciamo mancare il risotto agli asparagi, preparato nel più classico dei modi. Quest’anno ho voluto aggiungere anche i fiori della borragine dal meraviglioso colore blu.

Io amo la borragine…
E … non gettate i gambi di asparagi!
Risotto agli asparagi di montagna e fiori di borragine
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 360 g Riso Carnaroli (o Arborio)
  • 15-20 Asparagi
  • 100 g Parmigiano reggiano
  • 80 g Burro
  • 1 Scalogno (o 1 cipollotto fresco)
  • 1 bicchiere Vino bianco
  • 1 l Brodo vegetale antispreco (Ricetta a fine pagina)
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Preparazione

    1. Preparate il brodo vegetale antispreco con parte verde di cipollotto, bucce di carote e foglie di sedano.
    2. Tritate lo scalogno o il cipollotto fresco e rosolate in padella con poco burro e poco olio extravergine d’oliva.
    3. Unite il riso, tostatelo e unite il vino bianco. Fate sfumare e iniziate la cottura.
    4. Aggiungete la prima parte dei gambi di asparagi tagliati a rondelle.
    5. Proseguite la cottura per 20 minuti, aggiungendo di volta in volta ulteriore brodo.
    6. A 5 minuti dalla fine della cottura unite le punte degli aparagi.
    7. Mantecate con poco burro e con il Parmigiano reggiano.
    8. Regolate di sale e di pepe.
    9. Decorate con fiori di borragine.
    10. Sevite subito.

Note

Asparagi antiradicali liberi

Gli asparagi si trovano nel gruppo di verdure più ricche di sostanze antiossidanti. Le varietà coclorate, verdi e viola, ne contengono quantità maggiori. Quest’ortaggio fornisce anche luteina e zeaxantina per gli occhi.

Dado granulare con gli scarti

Conserva molto utile per l’inverno, prodotto esclusivamente con scarti di verdure, che altrimenti, andrebbero nel bidone dell’umido. Un po’ lunga la preparazione, ma ne vale davvero la pena.

Clicca QUI per leggere la ricetta!

Dado granulare con gli scarti

 

 

 

Se ti piace la mia raccolta di ricette

puoi ricevere direttamente la mia newsletter

(trovi il form in home page)

Oppure

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

cadalera.it

oppure seguici su 

Facebook

Twitter

Istagram

Torna alla home

Precedente E tu di che crostata sei? | Raccolta di crostate vegan | Successivo Gnocchi di patate con gambi di asparagi (nell'impasto)

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.