Plumcake antispreco di pane raffermo, amaretti e cioccolato

Il pane è il re degli sprechi. Ne acquistiamo sempre troppo, specialmente nelle giornate di festa e poi rimane nei cassetti per giorni prima di essere buttato. E perché buttarlo allora? Riutilizziamolo per la prepararzione ddi un dolce, come ad esempio questo semplicissimo plumcake antispreco di pane raffermo, amaretti e cioccolato. Bastano pochi ingredienti e poco tempo.

Il pane raffermo: il dilemma dello spreco

Lo sapevate che il 44% del pane prodotto in tutti il mondo a fine giornata viene gettato? Assurdo vero? Pensate quanta energia viene consumata, quanta forza lavoro, quanta acqua, quanta farina, insomma uno spreco alimentare immenso e non solo.

La birra ottenuta dal pane raffermo

Idea geniale quella nata in Inghilterra verso la metà dell’anno corrente. “Toast” è il nome della birra con note di caramello date dal pane che la rendono  unica nel suo genere.
Il pane recuperato da panifici e supermercati a fine giornata viene tagliato, schiacciato e ridotto in briciole, di seguito tostato e lasciato fermentare con orzo, luppolo e lievito. Una gran bella innovazione anrispreco. Per saperne di più

Plumcake antispreco di pane raffermo, amaretti e cioccolato
  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Preparazione:1 ora
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:8 persone
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

  • 1 kg Pane raffermo
  • 200 g Amaretti
  • 100 g Cioccolato fondente al 60-69%
  • 1 l Latte
  • 3 Uova
  • 120 g Zucchero
  • 20 g Burro
  • 20 g Pangrattato

Preparazione

    1. Spezzettate il pane raffermo bagnatelo con il latte lasciandolo riposare per circa 15 minuti.
    2. Aggiungete lo zucchero, gli amaretti rotti, il cioccolato a scaglie, i tuorli e mescolate  fino ad ottenere un composto omogeneo.
    3. Montate gli albumi a neve ben ferma e aggiungeteli delicatamente al composto rigirando dal basso verso l’alto.
    4. Versate il composto in una tortiera imburrata e spolverizzata di pangrattato e fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti.

Note

Precedente Cestini di pane raffermo con borragine, spinaci novelli, uvetta e sesamo Successivo Cavolfiori arrosto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.