Marmellata di more di rovo e lavanda

marmellata di more di rovo e lavanda

Come si può resistere passando accando ad un cespuglio pieno zeppo di more nere e luccicanti e non pensare alla marmellata di more? Ci ho provato per due giorni, il terzo le ho raccolte. L’idea era quella di preparare il gelato, poi la mia lungimiranza mi ha portata alla preparazione di qualche vasetto di marmellata di more di rovo e lavanda per l’inverno. Un profumo indescrivibile, una bontà unica. Con pochi centesimi e un po’ di sacrificio, ecco una golosa conserva pronta per i periodi freddi.

Marmellate per tutti i gusti


Erbe spontanee, buone in cucina, ottime per la salute

Ai tempi dei nostri nonni e bisnonni era la medicina naturale a prendersi cura della maggiorparte delle persone ammalate o infortunate attraverso l’uso delle erbe spontanee o di altre sostanze reperite sul territorio. In montagna, per esempio, si raccoglievano lavanda spontanea, stella alpina, calendula. Nei prati? Borragine, tarassaco, cicoria e ortica e malva.

Lavanda –Lavandula officinale 

LAVANDAProprietà: antispamodiche, balsamiche
Parte utilizzata: fiori
Curiosità: lavandula dal latino “lavare”, allusivo all’abitudine di profumare l’acqua del bagno con la pianta (infuso 50 g di fiori secchi in un litro d’acqua da versare nel bagno).
Raccolta: in estate
Conservazione: i fiori si esiccano all’ombra e si conservano in sacchetti di carta o di tela.

Come si usa la lavanda

Uso interno: infuso (proprietà diuretiche e digestive) o tintura madre
Uso esterno: l’infuso di lavanda è un’ottima lozione per le pelli acneiche e un buon dopo shampoo per capelli grassi.
Altri usi: i fiori messi nei cassetti o negli armadi li profumano gradevolmente e tengono lontani tarme ed insetti. Si possono confezionare dei cuscini con i fiori secchi per facilitare il sonno dei bambini.

Marmellata di more di rovo e lavanda

Ricetta facilissima

Ingredienti:

  • 500 g di more di rovo
  • 250 g di zucchero integrale
  • 4-5 steli di fiori di lavanda
  • scorza di un limone

Preparazione:

  1. Pulite le more, risciacquatele bene, facendo attenzione ad eliminare insetti e impurità.
  2. Fatele asciugare su un vassoio coperto da carta assorbente.
  3. Unite le more allo zucchero, alla scorza grattugiata del limone e i fiori di lavanda o di malva sminuzzati. Mescolate, coprite e fate riposare a temperatura ambiente per 12 ore circa. Se non avete tempo potete utilizzare i preparati per marmellata del supermercato e prepararla in pochi minuti.
  4. Se fa molto caldo, fate macerare in frigorifero.
  5. Riprendete le more e versate il contenuto in una pentola, riponete sul fuoco e fate cuocere a fiamma bassa fino a quando la marmellata risulterà avere una consistenza semiliquida (circa 20 minuti dal primo bollore). Potete anche frullarla con il minipilmer.
  6. Invasate a caldo nei vasi già sterilizzati, chiudete, capovolgete e fate raffreddare a temperatura ambiente.
  7. Etichettate e riponete in luogo fresco e asciutto.
  8. La marmellata si conserva per 6 mesi circa.
torta pere e cioccolato veg
T’incuriosisce la lavanda? Ti consiglio anche la torta vegan pere, cioccolato e lavanda.

 

 

Precedente Pane semplice senza glutine Successivo Cucina senza sprechi, ricette golose a costo zero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.