Lasagnetta di pane carasau con pesto eco di zucchine, datterini e stracchino

lasagna di pane carasau wi green

Il 13 e il 14 febbraio a Milano presso il Centro Congressi Fondazione Stelline, si terrà la seconda edizione del forum Wi Green, in cui lo spreco alimentare, ambientale ed economico saranno al centro dell’attenzione.
Le mie ricette saranno presenti nel laboratorio di cucina ecosostenibile. Ecco il primo piatto che presenterò, in anteprima. Lasagnetta di pane carasau con pesto di zucchine, datterini e stracchino.

WiGreen è il forum in cui si confrontano realtà diverse, ma unite dall’agire per la salvaguardia dell’ambiente, nel tentativo di minimizzare gli impatti e rendere sostenibili stili di vita e attività produttive.

1,3 tonnellate di cibo sprecate ogni anno nel mondo (dato FAO)

76 Kg di cibo sprecati annualmente da ogni Italiano

8700 milioni di euro il costo, per l’Italia, dello spreco di cibo nella sola fase di consumo

90000 cm quadrati di suolo italiano consumati ogni secondo

 

Ingredienti per 3 persone:

  • le bucce di 2 zucchine
  • 40 g di pinoli
  • 80 ml di olio evo
  • 3 cucchiai di formaggio grattugiato
  • 3 cucchiai di stracchino
  • 125 g di pomodori datterini
  • 3 fogli di pane carasau
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Procedimento:

  1. Lavate e tagliate i 4 i pomodori datterini. Lasciateli macerare in olio evo, sale e pepe.
  2. Lavate le zucchine in acqua e bicarbonato, levate le bucce e frullatele nel mixer con i pinoli, il formaggio grattugiato, l’olio evo, il sale e il pepe.
  3. Mettete il pesto di zucchine da parte.
  4. Prendete i fogli di pane carasau, bagnateli con dell’acqua appena tiepida e ricavete dei quadrati.
  5. Componete le lasagne disponendo il foglio di pane carasau, un cucchiaio di pesto di zucchine, un cucchiaio di stracchino e i pomodori datterini disposti a raggiera. Continuate così fino a formare tre strati. Spoverate di pepe nero e un filo di olio evo.

 

Visitate il sito Wi Green, sapere è un dovere.

 Be cool, save the planet!

logo evento we green

Precedente Pavlova del riciclo Successivo Tartufi con bucce di carote e mandorle su finocchi alla senape antica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.