Chips di mela, merenda light per bambini

Come possiamo far mangiare qualcosa ai bambini che sia gustoso e allo stesso tempo anche sano? Ecco la  merenda perfetta, buona, sana ed economica. Sto parlando delle chips di mela. Delizosi petali dolci, senza aggiunta di zucchero.
Le chips di mela sono facilissime da preparare, in forno ma anche al microonde.

Non c’è nulla di meglio di uno snack salutare come una mela. Le chips sono ottime per spezzare l’appetito a metà mattina o a metà pomeriggio, oppure per accompagnare un aperitivo o da gustare a colazione con lo yogurt e i cereali…e tutto ciò senza doversi preoccupare minimamente delle calorie!

 

Vedi anche:

 

 

    Chips di mela, merenda light per bambini
    • Difficoltà:
      Molto Bassa
    • Cottura:
      Dipende dalla cottura minuti
    • Costo:
      Molto Basso

    Ingredienti

    • q.b. Mele (rosse e gialle con la buccia)

    Preparazione

    1. Preparazione delle chips di mela nel forno tradizionale

      1. Lavate e private le mele del torsolo.
      2. Tagliate le mele a fettine piuttosto sottili.
      3. Disponetele sulla teglia ricoperta di carta da forno e lascia essiccare per una notte intera (almeno 8-12h) alla temperatura a 45-50°C circa.
      4. Le chips di mela si conservano per un paio di mesi in vasi di vetro.
    2. Preparazione delle chips di mela nel forno a microonde

      1. Lavate le mele e privatele del torsolo.
      2.  Tagliate le mele a fette piuttosto sottili e cuocetele nel forno a microonde per 5 minuti al massimo (circa 900 watt).
    3. Preparazione delle chips di mela nell’essiccatore

      1. Lavare  le mele e privatele del torsolo.
      2. Disporre le fette nei cestelli dell’essiccatore e impostare il programma P2.
      3. Oppure a 45 gradi per 2 ore circa. (Leggete sempre le istruzioni del vostro essiccatore).

    Note

    5 buoni motivi per mangiare la mela con la buccia

    La mela è uno spuntino sano e con la buccia lo diventa ancor di più.

    1) La buccia contiene la maggior parte delle fibre, fondamentali per il benessere e la regolarità del nostro intestino. Una mela mangiata con la buccia contiene in media 4,4 grammi di fibra, senza invece solo 2,1 grammi.

    2) La buccia contiene anche la maggior parte delle vitamine. Una mela con la buccia contiene in media 8,4 milligrammi di Vitamina C e 98 Unità Internazionali (unità di misura della quantità di una sostanza, basata sul suo effetto ovvero sulla sua attività biologica) di vitamina A. Senza, invece, queste vitamine scendono rispettivamente a 6,4 milligrammi e a 61 UI.

    3) La buccia delle mele contiene Quercetina, una sostanza antiossidante dalle molte proprietà: allevia i problemi respiratori, protegge la memoria e dagli ultimi studi sembra essere in grado di combattere i danni ai tessuti cerebrali che nel tempo possono portare a sviluppare Alzheimer o altre malattie degenerative.

    4) Nella buccia delle mele sono contenute delle sostanze considerate antitumorali. Si tratta deitriterpenoidi che secondo uno studio del 2007 condotto dalla Cornell University inibiscono o uccidono le cellule tumorali in colture di laboratorio” soprattutto quelle che si sviluppano in fegato, colon e seno.

    5) Via ai chili di troppo. La buccia della mela contiene acido ursolico, composto importante per tenere a bada il peso corporeo. Sembra infatti che questa sostanza sia in grado di aumentare il grasso bruno considerato un “grasso buono” perché permette di bruciare più calorie, riducendo così il rischio obesità.

    Sempre valido dunque l’antico detto “una mela (con la buccia) al giorno toglie il medico di torno”!

    (Articolo tratto da greeme.it)

     

    Se ti piace la mia ricetta

    puoi ricevere direttamente la mia newsletter

    (trovi il form in home page)

    Oppure

    seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

    Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

    Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

    cadalera.it

    oppure seguici su 

    Facebook

    Twitter

    Istagram

    Torna alla home

    Precedente Raccolta di biscotti diversi dal solito Successivo Crepes con farina di quinoa, ricetta facilissima

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.