Realizzare un uovo di cioccolato

La Pasqua è ormai alle porte ma per realizzare un uovo di cioccolato siete ancora in tempo! Vi assicuro che con un po’ di buona volontà in una oretta o anche meno potrete realizzare il vostro uovo! La condizione indispensabile è sapere come si deve fare il temperaggio del cioccolato. Inoltre è necessario avere uno stampo per uovo in policarbonato (quelli trasparenti e rigidi).

 

Uovo di cioccolato

 

Per il temperaggio del cioccolato potete procedere come segue. Tagliare il cioccolato a piccoli pezzi. Metterlo in un contenitore adatto al microonde e fatelo fondere fino ad arrivare a circa 45°. A questo punto bisogna far abbassare rapidamente la temperatura del cioccolato mantenendolo però in costante movimento. La temperatura alla quale bisogna arrivare è diversa a seconda del cioccolato che si lavora: 31° per il fondente, 30° per quello al latte, 28-29° per il bianco. Chi possiede un piano in marmo può spatolare sul piano il cioccolato. E’ il metodo classico di temperaggio (chiamato più correttamente precristalizzazione), quello usato dai pasticceri e maestri cioccolatai. Si sfrutta con questo metodo il rapido raffreddamento dato appunto dal piano di marmo. Non potendo fare in questo modo, io ho optato per un metodo più “casalingo”. Ho posto il contenitore contenente il cioccolato fuso in un bagnomaria freddo e, spatolando in continuazione, ho portato la temperatura a quella desiderata. Il mio consiglio è quello di utilizzare  un contenitore ampio, in modo da poter spatolare agevolmente e abbassare rapidamente la temperatura. Utilizzate un termometro per controllare la temperatura stessa. A questo punto il cioccolato è pronto per essere utilizzato.

 

Uovo di cioccolato

 

Uovo di cioccolato

Difficoltà: medio – alta
Tempo: 1 ora

 

Temperare il cioccolato come detto sopra. La quantità del cioccolato dipende dalla grandezza dello stampo. Non essere parchi, è meglio abbondare quando si cola nello stampo. Versare parte del cioccolato temperato nelle due metà dello stampo per uovo di cioccolato e farle roteare per distribuire il cioccolato. Capovolgere lo stampo per eliminare l’eccesso e porlo su una gratella. Dopo alcuni minuti con il raschietto eliminare le eventuali code che si fossero formate. Porre a rassodare per qualche minuto in freezer. Togliere dal freezer appena il cioccolato inizia a diventare opaco. Fare un secondo passaggio con il cioccolato temperato. Se la temperatura del cioccolato fosse scesa, è necessario temperare nuovamente. Io generalmente preferisco temperare di nuovo piuttosto che cercare di mantenere la temperatura del cioccolato alla temperatura adatta. Rifare di nuovo i passaggi descritti prima, cioè roteare lo stampo, porlo a scolare, togliere le code e far rassodare.

 

Uovo di cioccolato

Uovo di cioccolato

 

 

 

 

 

 

A lavoro finito far rassodare il cioccolato per qualche minuto in freezer. Quando l’uovo è completamente indurito si stacca senza alcuno sforzo dallo stampo.

A questo punto se il cioccolato è stato temperato correttamente, l’uovo dovrà apparire lucido, liscio e non appiccicoso.

Per chiudere l’uovo, porre una teglia pulita in forno per qualche minuto fino a renderla calda ma non bollente. Passare l’uovo con il bordo rivolto in basso sulla teglia calda per far sciogliere lievemente il cioccolato, porre la sorpresa nel mezzo guscio, passare l’altra metà nello stesso modo sulla teglia e appoggiare i due mezzi gusci uno sull’altro. Tenere l’uovo per un attimo accostato e poi porlo sopra una tazza o altro contenitore che mantenga l’uovo in piedi.

Dopo pochi minuti l’uovo sarà pronto per essere decorato e incartato.

 

Uovo di cioccolato

 

Lascia un commento