Gnocco fritto – Specialità emiliana

Conoscete lo gnocco fritto, specialità dell’Emilia? Una volta ogni tanto bisogna concedersi un buon fritto, e questo merita veramente!

Si tratta di rettangoli o losanghe di pasta simile a pane ma fritti e poi farciti con salumi o formaggio.

Gnocco fritto

 

Quando li preparo per la mia famiglia o per gli amici, difficilmente avanza qualcosa.

Nell’ultimo periodo ho iniziato a prepararli con il lievito madre, che li rende più leggeri e digeribili. Voi potete sempre usare il lievito di birra se preferite.

 

Gnocco fritto

Difficotà: media
Tempo: 30 minuti + 3 ore di lievitazione + 30 minuti di frittura
Stagionalità: tutto l’anno

 

INGREDIENTI (per 2-3 persone):

200 g di farina 0

200 g di lievito madre rinfrescato il giorno prima (si può sostituire con 3 g di lievito di birra)

100 g di latte

1 cucchiaio di olio

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero

 

Impastare sciogliendo prima il lievito nel latte tiepido con lo zucchero,

Gnocco fritto

 

poi aggiungendo l’olio e quindi la farina con il sale. Si deve ottenere un impasto simile al pane o alla pizza.

Gnocco fritto

 

Lasciare riposare in una ciotola coperto da pellicola per almeno 3 ore.

Stendere l’impasto allo spessore di alcuni millimetri,

Gnocco fritto

 

tagliare a rettangoli o losanghe di circa 10 cm di lunghezza e 5 di larghezza.

Friggere in olio bollente

Gnocco fritto

e servire caldissimi accompagnati da salumi e formaggio morbido.

In verità ho provato a friggere anche degli avanzi di impasto di pizza del giorno prima conservati in frigo, e sono venuti ugualmente bene.

 

Related Post

Precedente Ciambella senza zucchero Successivo Gelato alla panna senza zucchero

Lascia un commento