Diamantini (biscotti salati)

I diamantini sono dei biscottini di frolla salata con un pizzico di qualcosa di speciale, che di volta in volta può essere la paprika, il parmigiano, il pecorino o anche altro. Perfetti per un aperitivo o un buffet. La ricetta che vi propongo è, come potete immaginare, di Luca Montersino, pasticcere che si occupa anche di pasticceria salata. Per nulla difficili da fare, si possono anche preparare in anticipo e congelare, per averli pronti al momento giusto.
Diamantini

Diamantini (biscottini di frolla salata)

Difficoltà: media
Tempo: 30 minuti + 2 ore di riposo + 15 minuti di cottura
Stagionalità: tutte le stagioni
INGREDIENTI:

Per la frolla salata:

60 g di burro
75 g di farina debole
15 g di maltitolo
25 g di parmigiano grattugiato
15 g di tuorli
10 g di latte intero fresco
un pizzico di sale

Inoltre:
15 g di semi di sesamo
15 g di parmigiano
q.b. di paprika dolce
15 g di semi di papavero
15 g di pecorino grattugiato
PREPARAZIONE:
Nella planetaria con la frusta a K mescolare il burro ammorbidito con la farina. Quando ha raggiunto la consistenza della sabbia aggiungere il parmigiano, il maltitolo, i tuorli, il latte e il sale.  Lavorare l’impasto fino ad ottenere una massa compatta. Far riposare l’impasto in frigorifero per un paio d’ore. Dividere quindi l’impasto in 4 parti e dare a ognuna la forma di un piccolo cilindro. Spennellarli molto leggermente con un uovo sbattuto. Far rotolare uno di questi nei semi di sesamo, uno nel parmigiano mischiato con la paprika, uno nei semi di papavero, l’ultimo nel pecorino. Far indurire i salamini ottenuti in frigorifero.
Quando saranno induriti tagliare a fettine di 1 cm e adagiarli su una teglia da forno.
Cuocere a 170°C per circa 10-12 minuti.
I diamantini si possono conservare a lungo in una scatola di latta.
Volendo, si possono congelare i cilindretti già ingranellati, o addirittura i biscotti già formati ma crudi.

Related Post

Precedente Zucchine gratinate al forno Successivo Crema tiramisù con uova pastorizzate

2 thoughts on “Diamantini (biscotti salati)

    • zuccherolievitoefarina il said:

      Ciao! Purtroppo, in pasticceria salata, il maltitolo è difficilmente sostituibile. Infatti, abbiamo la necessità di creare un impasto simile a quello della pasta frolla classica come consistenza, ma senza avere un sapore eccessivamente dolce. Per questo il maltitolo è necessario, perchè pur comportandosi a livello di massa come lo zucchero, dolcifica però molto di meno. Lo puoi trovare abbastanza facilmente in farmacia o in drogheria, di solito se non ce l’hanno te lo possono ordinare. Se però proprio non vuoi o non puoi usarlo, lo sostituisci con dello zucchero, però il prodotto finale sarà decisamente più dolce.
      Grazie di aver scritto!

Lascia un commento