Crea sito

Strudel di mele

Eccoci qua subito dopo uno splendido week end. Secondo  me sono i giorni in cui ci si può dedicare con maggior cura alla cucina e alle persone a cui si vuole bene. Ed è proprio per queste che questo week end ho preparato un dolce semplice ma che riscuote sempre molti apprezzamenti soprattutto dai bimbi. Si tratta dello strudel di mele che preparerò a modo mio. Ingredienti: 250 gg di farina, 125 gg di burro, 100 gg. di zucchero, 2 uova, vanillina; per il ripieno, 3 mele golden, uvetta passa, pinoli, cannella, zucchero.

Preparazione: create con la farina la classica fontana e rompeteci dentro le uova, amalgamandole con una piccola parte di farina. Aggiungete il burro a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti e la vanillina e impastate sino ad ottenere una pasta omogenea e consistente. Riponetela in frigor e pulite e tagliate a pezzettini le mele. Mettetele in forno per circa 20 minuti a 180 gradi in modo da farle perdere l’acqua. Tirate la pasta sino ad ottenere una sfolgia di circa 2/3 millimetri di spessore. Ora iniziando da un verso cospargete la sfoglia di mele che avrete lasciato raffreddare, aggiungendo pinoli, uvetta che avrete fatto rinvenire lasciandola a bagno per una mezz’ora, e cannella. Arrotolate leggermente la sfoglia e cospargete nuovamente la parte restante con le altre mele, pinoli uvetta e cannella. Chiudete con cura il fagotto di sfoglia ripieno, passatevi sopra con un pennello un po’ del tuorlo che avrete lasciato da parte e zuccherate.

Infornate a 180 gradi per circ 30 minuti. Potete servire accompagnandolo con una pallina di gelato alla vaniglia e cospargendovi sopra dello zucchero vanigliato.

Tags: , , , , , , , , , ,

Author:ziopepperone

Ho iniziato per diletto avendo ritrovato un nuovo stato single che pensavo di non dover più affrontare nella vita. E ho riscoperto i piatti ed i sapori che da piccolo mia nonna mi regalava. E' così che mi sono appassionato alla cucina facendo cose semplici che risvegliassero in me gli odori, le sensazioni, i gusti della mia infanzia.

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

Comments are closed.