TONCO DE PONTESEL

IMG_1442

VOTO:

8

 

 

DIFFICOLTA:

MEDIA

 

COSA SERVE per 4 persone:

250g di spezzatino di maiale

250g di spezzatino di vitello

150g di spezzatino di manzo

1 luganega fresca

50g di lardo

50g di pancetta affumicata

1 cipolla

Farina

Mezzo litro di brodo

1dl di vino bianco secco

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

1 rametto di rosmarino

Salvia

4 bacche di ginepro

1 cucchiaio di olio d’oliva extravergine

15g di burro

Sale

Pepe

 

COME SI FA:

Ho fatto sciogliere il lardo tritato in una casseruola con l’olio d’oliva, poi ho unito la cipolla tritata e lasciata dorare. Ho tolto la cipolla con un  mestolo forato e messa da parte su un piattino. Ho soffritto sulla stessa casseruola la pancetta tagliata sottile e a dadini, poi ho aggiunto i pezzetti di carne leggermente infarinati e fatti rosolare uniformemente. Ho salato, pepato e aromatizzato con il rosmarino, la salvia e le bacche di ginepro. Ho rimesso nella casseruola la cipolla messa da parte,  irrorato col vino e lasciato ad evaporare, poi  ho versato un  pò di brodo. Ho messo il coperchio e continuato la cottura a basso per 2 ore, mescolando ogni tanto e aggiunto altro brodo alla carne bollente se serve. Ho unito verso la fine della cottura la luganega tagliata a pezzi. Ho tostato 2 cucchiai di farina in un padellino con una noce di burro finché non si è colorata di un color nocciola. Ho aggiunto il concentrato di pomodoro diluito con 1 mestolino di brodo e aggiunto il composto ottenuto, filtrandolo prima con un colino a maglie fitte nella casseruola della carne. Ho mescolato con un cucchiaio di legno  e lasciato ad addensare per qualche minuto. Ho servito il tonco de pontesel con la polenta.

 

COSTO:

MEDIO

 

TRATTO DA:

CUCINA DEL NORD

secondi carne, Senza categoria, VOTO 8

Informazioni su votiallericette

La mia missione è quella di cucinare le ricette che trovo nei miei libri e dare un voto, riuscirò nel mio intento?Sono ricette quindi testate da me e votate dal mio compagno. Ogni mese circa scegliamo le ricette facciamo la lista e compriamo gli ingredenti. Buona lettura. Se hai piacere puoi lasciare un commento con o senza registrazione ma ricordati di frimarlo per favore. Grazie!

Precedente PASTA DI SAN PASQUINO Successivo RAVIOLI ALLE BARBABIETOLE