STRACCETTI DI PASTA AL POLLO E SPINACI

 

IMG_1587

VOTO

6

 

DIFFICOLTA

MEDIA

 

COSA SERVE per 4 persone

390g di farina tipo00

3 uova

100g di petto di pollo

200g di spinaci puliti e tritati grossolanamente

1 cucchiaio di sugo di arrosto

4 cucchiai di marsala secco

80g di burro

2dl di brodo di pollo

40g di parmigiano grattugiato

1 pomodoro

1 carota piccola

Mezzo gambo di sedano

1 cipolla piccola

Sale

Pepe

 

COME SI FA

Ho versato 370g di farina sul piano di lavoro, unito le uova e un pizzico di sale, impastato con le mani finché non ho ottenuto un composto liscio ed omogeneo, poi l’ho passato sulla macchina per la pasta e ho ricavato delle strisce dello spessore delle tagliatelle, ho tagliato la pasta a piccoli pezzi irregolari e ripassati nella macchina della pasta ed ho ottenuto gli stracci che faro poi essiccare leggermente. Ho raschiato la carota, eliminato il picciolo al pomodoro, sbucciato la cipolla, eliminato la parte finale del gambo del sedano, lavato tutte le verdure e messe in una pentola con poca acqua bollente salata, aggiunto il pollo e fatto bollire per 20 minuti circa. Ho scolato il pollo dal brodo, disossato e tagliato a pezzetti. Ho sciolto 20g di burro, unito la farina rimasta e fatta tostare, aggiunto 2dl di brodo di pollo, mescolato e cotto per 15 minuti. Ho scaldato metà del burro in una padella, unito il pollo a pezzetti, salato e pepato. Ho irrorato col marsala, aggiunto gli spinaci, il sugo d’arrosto e cotto 3 minuti. Ho incorporato la vellutata e aggiustato il sale ed il pepe. Ho cotto la pasta, scolata e versata nella padella con il condimento, poi l’ho mantecata con il parmigiano grattugiato, il burro rimasto e servita.

 

COSTO

BASSO

 

TRATTA DA

PASTA E GNOCCHI

primi, VOTO 6

Informazioni su votiallericette

La mia missione è quella di cucinare le ricette che trovo nei miei libri e dare un voto, riuscirò nel mio intento?Sono ricette quindi testate da me e votate dal mio compagno. Ogni mese circa scegliamo le ricette facciamo la lista e compriamo gli ingredenti. Buona lettura. Se hai piacere puoi lasciare un commento con o senza registrazione ma ricordati di frimarlo per favore. Grazie!

Precedente BACCALA AL GRATIN Successivo Gnocchi di polenta allo spek e funghi