POLLO NEI CARTOCCI DI PASTA FILO

VOTO

6

 

DIFFICOLTA

BASSA

 

COSA SERVE per 4 persone

Mezza confezione di pasta filo surgelata

300g di petto di pollo

1 zucchina

1 carota

1 scalogno

60g di fontina

30ml di vino bianco secco

40ml di olio d’oliva

Sale

Pepe

 

COME SI FA

Ho fatto scongelare la pasta filo coprendola con un telo per non farla seccare. Ho pulito il petto di pollo, lavato, asciugato e tagliato a listarelle. Ho lavato, asciugato e spuntato la zucchina  e la carota, poi ho raschiato la carota e la zucchina grattugiandole con la mandolina. Ho sbucciato lo scalogno e tritato finemente. Ho eliminato la crosta alla fontina e tagliata a dadini sottili. Ho versato 20 ml di olio in una padella e fatto appassire lo scalogno mescolandolo per 1 minuto, poi ho aggiunto le listarelle di pollo e fatte rosolare da entrambi i lati mescolandolo. Ho bagnato col vino bianco e fatto evaporare, poi ho cotto il pollo per 10 minuti, salato e pepato. Ho steso la pasta filo su un piano di lavoro e ricavato 16 quadrati di dimensioni uguali, poi li ho sovrapposti a due a due e soddiviso sopra le listarelle di pollo con lo scalogno, poi ho aggiunto la zucchina e la carota grattugiate e cosparso con i dadini di fontina. Ho chiuso i pacchetti ripiegandoli  a busta, poi ho unto ogni pacchetto spennellando la pasta con l’olio d’oliva. Ho acceso il forno a 190°. Ho trasferito i pacchetti su una placca da forno rivestita con la carta da forno e infornato per 20 minuti o finché i pacchetti non sono dorati. Ho sfornato i pacchetti e serviti caldi.

 

COSTO

BASSO

 

TRATTA DA

LA CUCINA DI PASQUA 

secondi carne, Senza categoria, Sfizi, VOTO 6

Informazioni su votiallericette

La mia missione è quella di cucinare le ricette che trovo nei miei libri e dare un voto, riuscirò nel mio intento?Sono ricette quindi testate da me e votate dal mio compagno. Ogni mese circa scegliamo le ricette facciamo la lista e compriamo gli ingredenti. Buona lettura. Se hai piacere puoi lasciare un commento con o senza registrazione ma ricordati di frimarlo per favore. Grazie!

Precedente PASTICCIO DI RISO Successivo ZUPPA D'ORZO DELLE DOLOMITI