A VILLA CAMPARI CON IL CAMPARI ACADEMY TRUCK

 

 

VILLA CAMPARI

È stata una serata molto piacevole ma prima di raccontarvi cosa è accaduto, dobbiamo partire dal “chi”. Dobbiamo partire dalle Persone.

Conosco i “ragazzi” che vedete nella foto da molti anni, da quando tutti noi eravamo molto più ragazzi di oggi (a questo punto, ad una certa generazione, dovrebbe partire in automatico Eros Ramazzotti…).

villa campariLi conosco da quando erano (ed alcuni lo sono ancora) impegnati al celebre Caffè degli Artisti in Villa Zorn in centro a Sesto.
Già da allora mostravano una marcia in più.

Tenendo conto del vincolo di posizionamento sul mercato (target economico di riferimento) hanno sempre lavorato per dare qualcosa in più, che altrove non avresti trovato: nella qualità degli ingredienti (non è vero che una pizza vale l’altra), nel servizio (non ricordo un sorriso tirato o un’accoglienza anonima in anni di frequentazione) e nel clima che ti avvolge (e fa da contenitore ad una cena, così come ad un pasto veloce a mezzogiorno).

Qualche tempo fa il passo decisivo, et voilà, Villa Campari.
Avrebbero potuto correre il rischio di non riuscire a crescere insieme al progetto.
Quante volte si fallisce per voler replicare un modello senza tener conto della realtà che è cambiata o a chiedere alla realtà di adeguarsi ai propri limiti.

Questi “ragazzi” stanno riuscendo a fare una cosa meravigliosa: a metterci a disposizione una realtà fisica incantevole (la location), un livello di fornitura e di servizio coerente con la location e contemporaneamente a non perdere nulla del clima “umano” a cui eravamo abituati “di là”.

Verrebbe da dire “familiare” se non fosse che talvolta viene usato come sinonimo di “spannometria travestita da confidenza”.

Questi ragazzi non hanno mai barattato la qualità con un po’ di “saperci fare”.
Le due cose non sono in contraddizione e non sono fatte per colmare le reciproche lacune.
Sono fatte per sommarsi e farti vivere una bella esperienza.

Come ieri sera. Andiamo a raccontare…

È un attimo eccedere e ritrovarsi nella “Milano da bere”.
Anche uno spritz ha bisogno di un contorno che lo preservi dalla stupidità della mondanità fine a se stessa.

Ed ecco che, nonostante il temporale abbia impedito un accesso illimitato all’aperto, fa bella mostra di sé il Campari Academy Truck una scuola del bartending itinerante che attraverserà le maggiori piazze italiane per portare i grandi nomi della mixology e proporre Masterclass con i top mixologist nazionali, corsi di bartending con i migliori docenti di Campari Academy, drink experience e cocktail lab innovativi.villa campari
Per arrivarci attraversi parte del locale e già vedi alcune promesse: c’è un signore che taglia un prosciutto di Langhirano al coltello e un po’ di jazz dal vivo risuona fra le stanze.
villa campari villa campari
È tramonto pieno e il truck si staglia contro un cielo arrabbiato, sembra non abbia ancora finito di tuonare.
Poi avrà pietà e ci farà godere la serata.

Questo contrasto con la location, le luci a terra, il prato curatissimo e il truck rosso fiammante con il dj che mette musica disco (almeno così la chiamano quelli della mia età anche se sono certa che quella di ieri sera avesse un nome specifico…) in attesa di un aperitivo, scusate… un drink, questo contrasto dicevo è esattamente ciò che serve per non rinunciare a nulla.
villa campari villa campari
Un passo più in là e sei nel centro della vita mondana, un passo più in qua e sei in una romantica serata a lume di candela, deliziando le papille con i piatti preparati dall’Executive Chef Michele Terreni.villa campari
“Un, dos, tres, un pasito pa’lante, Maria, un, dos, tres, un pasito pa’atras”. E anche Ricky Martin l’abbiamo sistemato.

Villa Campari
Campari 23, 20099 – Sesto S.G. (Mi)
0222471108
INFO@VILLACAMPARIRISTORANTE.IT
Aperto LUN-MAR-MER-GIOV-VEN-SAB pranzo e cena
http://www.villacampariristorante.it/

Segui il tour del truck e iscriviti ai corsi gratuiti https://campariacademy.it/it/truck/2016/segui-il-tour/

A Villa Campari con il Campari Academy Truck

Precedente LE VIE DEGLI ORTI SONO INFINITE - PUNTATA 5 Successivo ACCIUGHE MARINATE STRACCIATELLA POMODORINI

Lascia un commento