Vastedda cu sammucu, focaccia siciliana

La vastedda cu sammucu (sambuco) è un’antica ricetta tradizionale esclusiva di Troina, comune siciliano nel parco dei Nebrodi: originariamente veniva preparata soltanto durante il periodo della fioritura delle piante del sambuco (Sambucus nigra), quando si potevano raccogliere i caratteristici fiori bianchi e profumati che crescono nelle campagne intorno a Troina. Fortunatamente in una buona erboristeria è ormai possibile trovare i fiori essiccati oppure, raccogliendoli durante la fioritura, si può provare ad essiccarli in casa così da poter poi preparare la vastedda quando si preferisce, con minori vincoli legati alla ricerca delle piante di sambuco 🙂

vastedda cu sammucu fiori

immagine tratta da.giardinaggio.net

Naturalmente anche gli altri ingredienti della vastedda cu sammucu sono propri di una zona spiccatamente rurale e pastorale: farina di grano duro, strutto, tuma, salame locale, uova, latte, lievito naturale…il risultato è una vera delizia: una focaccia alta e morbidissima, con una crosticina esterna piacevolmente croccante e dorata, riccamente farcita di formaggio e salumi ed impreziosita dalla presenza del sambuco che dona un profumo e un sapore caratteristici.

La preparazione di questa straordinaria focaccia rustica è legata, dato il periodo di fioritura del sambuco, alla festa del copatrono di Troina, San Silvestro monaco, i cui festeggiamenti vanno all’incirca dalla penultima domenica di maggio alla prima settimana di giugno, in cui si celebra ormai da anni la sagra della vastedda cu sammucu.

La mia ricetta, con una modifica nel tipo di lievito usato, è “faticosamente” ricavata da appunti scritti a matita su un piccolo e malconcio quadernetto trovato nella vecchia cucina di campagna 🙂 .

Vastedda cu sammucu

Vastedda cu sammucu

Ingredienti per una teglia rotonda di 25 cm a bordi alti

  • farina di semola di grano duro, 500 grammi
  • uova, 4
  • strutto, 120 grammi (in alternativa olio d’oliva)
  • lievito di birra disidratato, 7 grammi (una bustina)
  • zucchero, due cucchiaini
  • latte tiepido, 150 ml.
  • acqua tiepida, 250 ml.
  • sale q.b. 
  • fiori di sambuco (anche secchi), una manciata
  • salame a fettine non sottili, 250 grammi
  • tuma, 400 grammi
  • pancetta a cubetti, (facoltativo), 100 grammi

Preparazione

In una ciotola capiente setacciare la farina a fontana e al centro unire lo strutto morbido, il lievito e lo zucchero, quindi aggiungere le uova, una alla volta, il latte ed il sale .

Impastare vigorosamente a mano o aiutandosi con le fruste elettriche, aggiungendo un pizzico di fiori di sambuco e poco per volta anche l’acqua, in modo da ottenere un impasto molto morbido e appiccicoso (tutta l’operazione si può fare nella ciotola dell’impastatrice).

Lasciare lievitare coperto e in luogo riparato per un’ora abbondante.

Accendere il forno a 200°.

Dividere l’impasto in due parti e allargare la prima metà in una teglia ben unta oppure ricoperta da carta forno. La vastedda cu sammucu tradizionalmente si prepara di forma rotonda, ma c’è anche chi la prepara in teglie rettangolari.  

Fare uno strato di formaggio e uno di salame (e di pancetta, se si utilizza), tenendosi un po’ distanti dai bordi, e aggiungere ancora una manciata di fiori di sambuco.

Ricoprire con il rimanente impasto e completare con un altro pizzico di sambuco.

Lasciar riposare una ventina di minuti prima di mettere in forno per 30-35 minuti, fino a quando la vastedda sarà ben gonfia e dorata.

Con questa ricetta partecipo al contest

banner contest vastedda cu sammucu

Se la ricetta della vastedda cu sammucu ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook,TwitterGoogle+ e Pinterest!

 

Un commento su “Vastedda cu sammucu, focaccia siciliana

Lascia un commento