Stinchi di maiale al Cannonau

imageIl Cannonau e’ un vino rosso intenso e profumato,che ben si abbina a piatti a base di carne,ai classici “malloreddus”,gnocchetti sardi o alla ricchissima varietà’ dei saporiti formaggi che la Sardegna offre. Da sempre il vino entra in cucina come aiuto per marinare,sfumare,cuocere o comunque per arricchire con i suoi aromi e i suoi profumi piatti e preparazioni diverse.Anche per cucinare occorrono vini di ottima qualita’, dalla salda struttura e dal sapore particolare e armonioso, il loro ruolo e’ fondamentale per la buona riuscita di un piatto.

Ingredienti : 

  • 2 stinchi di maiale
  • 5 dl di Cannonau
  • 30 g di funghi secchi
  • una cipolla media
  • due carote
  • una costa di sedano
  • due spicchi d’aglio
  • 100 g di guanciale in un unica fetta
  • due chiodi di garofano
  • noce moscata qb
  • cannella qb
  • quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 5 dl di brodo di carne
  • un rametto di rosmarino
  • alcune bacche di ginepro
  • due pomodori secchi
  • due foglie di alloro
  • quattro foglie di salvia
  • un ciuffo di prezzemolo
  • sale e pepe

Preparazione :  disponete gli stinchi in una teglia, aggiungete le verdure,dopo averle lavate e tritate  grossolanamente,i funghi,le spezie e gli odori,coprite con il vino e lasciate marinare per una notte.

Trascorso questo tempo,scolate la carne dalla marinata e fatela rosolare a fuoco vivace in un tegame con l’olio extravergine d’oliva,fino a quando sarà dorata su tutti i lati.

Aggiungete il guanciale tagliato a dadini, le verdure ,i funghi secchi e pomodori dopo averli scolati dalla marinata e fateli appassire dolcemente.

Sfumate con il vino usato per marinare la carne unite gli odori e fate evaporare.

Cuocete per un’ora,aggiungendo poco alla volta il brodo caldo.

Coprite la teglia con un coperchio o con carta d’alluminio e trasferite la preparazione in forno a 130º per un’ora .

Servite gli stinchi con il delizioso fondo di cottura dopo averlo passato al colino.

Buon lavoro

Vannisa

Consigli : è un piatto di facile esecuzione,nonostante i tempi di preparazione e la quantità degli ingredienti. Il fondo di cottura e’delizioso,potete frullarlo con un minipimer otterrete una fantastica crema,o colarlo semplicemente e se ne avanza potrete conservarlo in frigo e preparare un saporitissimo risotto.

 

 

 

 

Precedente Fregola al Cannonau Successivo Crostata al grano saraceno con composta di more