Pe’ de porcu

imageI Pe’ de porcu sono dei dolcetti tipici di Carloforte che si preparano con la stessa ricetta dei canestrelli.Questi semplici frollini,non potevano mancare sulla nostra tavola delle feste.Si preparavano alcuni giorni prima,nel forno a legna, nella casa in campagna.La ricetta variava : a volte era arricchita da un po’ di moscato ,a volte da un po’ di latte,questo dipendeva dalla consistenza dell ‘impasto o dall’estro del momento.Recuperarla non è stato semplice,perché mia madre la eseguiva anche ad occhi chiusi e diceva sempre “ti te reguli”cioè regolati.Col tempo,soprattutto quando li abbiamo preparati in occasione dei battesimi delle mie figlie,li abbiamo rimpiccioliti,rendendoli più eleganti e graziosi,sono diventati così dei fingers food.Si è reso necessario cambiare anche il nome ,Pe’ de porcu significa zampa di maiale!Occorreva nobilitarli!Cosi’in famiglia sono diventati “Tulipani”perché la loro forma ricorda l’elegante fiore olandese!

Ingredienti : 

  • 1kg di farina
  • 6 uova
  • 350 g di zucchero
  • 100 g di strutto
  • la scorza grattugiata di un limone
  • 2 bustine di lievito
  • 2 bustine di vanillina
  • semi di finocchio qb
  • un pizzico di sale

Per la glassa : un albume  zucchero a velo qb(circa 200g) confettini colorati.

Preparazione disporre la farina a fontana, mettere al centro le uova,il pizzico di sale,la vanillina,la scorza di limone grattugiata, lo zucchero,lo strutto,i semi di finocchio e il lievito.

Mescolare con una forchetta e poi impastare con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo (della consistenza di una frolla)se risultasse troppo asciutto aggiungere un po’ di moscato o del latte.

Formare dei filoncini di 2/ 2,5 cm di spessore,tagliarli a becco di flauto a una lunghezza di 2,5 /3 cm praticare al centro del dolcetto un taglio e divaricare un poco le due estremità .

Preriscaldare il forno a 180° e cuocere fino a doratura (occorreranno circa 20 minuti)

Mentre i dolci raffreddano preparare la glassa : montare leggermente l’albume aggiungere poco per volta lo zucchero a velo fino a quando la glassa diventerà’ bianca e lucida,aggiungere poche gocce di limone e con l’aiuto di un pennello glassare i dolcetti.

Decorarli con i confettini colorati e lasciarli asciugare.

Servili con un buon bicchiere di moscato

I Pe’ de porcu si conservano a lungo in scatole di latta.

Buon lavoro

Vannisa

 

 

 

 

 

 

Precedente Amaretti di Padria Successivo Focaccia alla zucca con curcuma e semi di girasole