Panissa

imageUn giorno,mentre curiosavo nei miei libri di cucina,alla ricerca di nuove idee,ho scovato la ricetta della Panissa,una sorta di polenta di farina di ceci,fortemente radicata nella tradizione alimentare carlofortina.In un attimo il profumo dei ricordi e le immagini della mia infanzia,si sono materializzati.Di solito,mia madre faceva preparare questa bontà per la cena della vigilia di Natale,lei si occupava solo dell’ultimo passaggio,cioè la frittura ,era Giuseppina che si metteva all’opera, con il “cannellu” un matterello sottile e mescolava pazientemente la polentina di ceci che sobbolliva in pentola.Una volta pronta,la versava nei piatti inumiditi e la lasciava raffreddare.

Ingredienti :

  • 250 g di farina di ceci
  • 800 g d’acqua
  • sale e pepe qb

Preparazione : in una pentola capiente, far intiepidire l’acqua,toglierla dal fuoco e unire la farina di ceci a pioggia,mescolando bene per evitare la formazione di grumi ,salare e pepare.

Riportare sul fuoco e lasciar cuocere per 30/40 minuti.Il composto dovrà avere la consistenza di uno yogurt denso.

Versare la Panissa nei piatti piani,dopo averli inumiditi (vi occorreranno 4 piatti) lasciate raffreddare.

Tagliate la preparazione a bastoncini o a losanghe e friggerla fino a doratura.

Consigli :potete spennellare i bastoncini con olio d’oliva e passarli sotto il grill per pochi minuti.

Un’ altra variante è La Panissa accumudo’ ,dopo aver rosolato della cipolla in olio di oliva,si aggiungono i bastoncini di Panissa al naturale,del prezzemolo tritato e si fa insaporire .

Buon lavoro

Vannisa

 

 

 

 

 

Precedente Gnudi Successivo Papassinos o papassinas