Crea sito

Torta della nonna

Un grande classico della pasticceria italiana che piace sempre a tutti ed é perfetto per ogni occasione é la torta della nonna, un guscio di friabile pasta frolla che racchiude un ripieno di crema pasticcera e pinoli.
Ci sono diverse versioni di questa torta, oltre a questa classica che prevede due strati di pasta frolla esiste la versione aperta dove al posto del secondo strato di frolla si versano direttamente i pinoli senza andare a ricoprire la crema pasticcera ma in entrambi i casi gli ingredienti non cambiano.

  • CucinaItaliana

Ingredienti

Dose per una tortiera del diametro di 20/22cm

Pasta frolla

  • 250 gFarina 00
  • 120 gZucchero a velo
  • 140 gBurro
  • 2Tuorli medi
  • 1Bacca di vaniglia (in alternativa 1 bustina di vanillina)
  • 1Presa di sale

Crema pasticcera

  • 500 mllatte fresco intero
  • 6Tuorli medi
  • 150 gZucchero semolato
  • 30 gAmido di mais (maizena)
  • 30 gAmido di riso (in alternativa mettete solo maizena)
  • Scorza di 1 limone

Per decorare

  • 100 gPinoli
  • q.b.Zucchero a velo

Preparazione

Pasta frolla

  1. In un mixer (o qualsiasi robot dotato di lame) aggiungere la farina, i semi della bacca di vaniglia precedentemente incisa e il burro freddo tagliato a cubetti e frullare il tutto fino ad ottenere un impasto sabbioso.

    Aggiungere lo zucchero a velo, i due tuorli e la presa di sale e frullare ancora per pochi secondi giusto il tempo di far compattare l’impasto poi rovesciare su una spianatoia e finire di impastare a mano.

    Questa operazione dev’essere fatta abbastanza velocemente per non far sciogliere il burro con il calore delle mani e una volta che l’impasto é liscio e compatto formare un panetto e riporlo in frigo coperto da pellicola trasparente per almeno mezzora.

Crema pasticcera

  1. In un pentolino mettere a scaldare il latte e la scorza di un limone e portare a sfiorare il bollore.

    In una ciotola a parte, montare con le fruste (o a mano) i tuorli con lo zucchero semolato fino a renderli chiari e spumosi e successivamente aggiungere gli amidi setacciati direttamente nella ciotola e amalgamarli al resto.

    Una volta che il latte sarà quasi arrivato a bollore togliere la scorza del limone, abbassare la fiamma e versare il composto di tuorli e zucchero all’interno; aspettare un minuto circa e solo quando sulla superfice inizieranno a formarsi dei crateri mescolare energicamente e velocemente con una frusta, in pochi secondi la crema sarà pronta.

    Non appena la crema inizierà ad addensarsi, togliere il pentolino dal fuoco e versare la crema in una pirofila bassa e larga per farla raffreddare più rapidamente; coprire con pellicola a contatto e lasciare raffreddare fino a raggiungere la temperatura ambiente, poi mettere la pirofila in frigorifero per farla raffreddare completamente.

Assemblaggio della torta

  1. Quando la crema si sarà raffreddata, prendere la pasta frolla dal frigo e dividere il panetto in due parti, stendere la prima metà tra due fogli di carta da forno ottenendo un disco molto sottile.

    Rivestire uno stampo da crostata, bucherellarlo con i rebbi di una forchetta e versare 1/3 dei pinoli e la crema pasticcera livellandola con una spatola (non c’è bisogno di imburrare lo stampo poiché la frolla è gia di per sè ricca di burro e questo fa si che non si attacchi).

  2. Con il mattarello stendere anche l’altra metà di pasta frolla, formare un altro disco molto sottile e ricoprire la torta.

    Sempre con l’aiuto del mattarello premere sui bordi per sigillarli e andare a far ricadere la pasta in eccesso, bucare con una forchetta e distribuire il resto dei pinoli sulla superfice della torta. Se volete potete realizzare dei fiorellini per decorare il bordo della torta.

  3. Infornare in forno statico preriscaldato a 160° per 50 minuti nel ripiano basso; trascorso questo tempo spostare la torta nel ripiano centrale e cuocere ancora per 10 minuti a 180°.

    Se i pinoli dovessere scurirsi eccessivamente, coprire con un foglio di alluminio.

  4. Una volta sfornata, lasciate raffreddare completamente perché essendo pesante se sarà ancora tiepida rischierete di romperla.

Consigli e varianti

Queste dosi si riferiscono a una tortiera del diametro di 20 massimo 22 cm, tenere conto nel caso si utilizzi una tortiera più grande di adeguare le dosi sia della pasta frolla che della crema; in ogni caso per questa torta consiglio di stendere la pasta frolla molto sottile a uno spessore di 2/3mm per non avere come risultato una torta troppo alta e pesante ma un guscio sottile e friabile.

Il burro dev’essere utilizzato freddo di frigorifero per ottenere una pasta frolla elastica che non si spezzi durante la lavorazione, per cui prestare attenzione a non lavorarlo troppo.

Quando il vostro panetto di pasta frolla é pronto, anziché formare la classica palla consiglio di appiattire sempre l’impasto con il mattarello e dargli una forma rettangolare per fare in modo che raffreddi molto più velocemente in frigorifero.

Se volete essere sicuri che in cottura la crema non fuoriesca dai bordi potete bagnare leggermente con dell’acqua i bordi del primo strato di frolla prima di appoggiarci il secondo.

La torta si conserva tranquillamente per 3 giorni a temperatura ambiente.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.