Crea sito

Pane alla zucca

L’autunno è la stagione perfetta per preparare queste coloratissime zucchette di pane, in questo periodo infatti le ricette con la zucca protagonista sono quelle che vanno per la maggiore, cosi anch’io ho deciso di preparare qualcosa con questo ortaggio che adoro particolarmente.
La zucca puo’ essere preparata davvero in tanti modi diversi, questa volta ho seguito la ricetta di una bravissima food blogger @passamilaricetta che ringrazio molto per avermi fatto scoprire questo pane morbido e colorato, dal delicato sapore di zucca.
La ricetta prevede l’uso di soli 3g di lievito e tante ore di lievitazione per un pane molto leggero ma in alternativa potete aumentare le dosi e diminuire i tempi di lievitazione.

Se vuoi preparare un dolce autunnale davvero particolare, scopri la ricetta del plumcake fichi e cioccolato
http://blog.giallozafferano.it/vanigliaezenzero/plumcake-cioccolato-e-fichi/

Qui invece il link per il bellissimo blog di Passami la ricetta dove ho scoperto questo pane particolare
http://www.passamilaricetta.it/

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina manitoba
  • 250 gPolpa di zucca cotta
  • 3 gLievito di birra fresco
  • 140 gAcqua
  • 30 mlOlio extra vergine d’oliva
  • 10 gSale
  • 7 gMalto in polvere ( o 1 cucchiaino di miele)

Preparazione

  1. -Tenere presente che i 250g della ricetta si riferiscono alla polpa cotta per cui inizialmente dovrete pesarne di più in quanto in cottura perde gran parte del suo peso.

    -Pulite quindi la zucca e tagliatela a tocchetti poi cuocetela in forno o nel microonde fino a quando sarà diventata tenera e frullabile.

    -Successivamente frullare la polpa in un mixer fino a renderla una purea.

  2. -A parte, nella ciotola di una planetaria (potete anche impastare a mano) versare la farina, il lievito sbriciolato e il malto; unire la polpa di zucca e 110g di acqua e iniziare a impastare con il gancio nel caso usiate la planetaria.

    -Una volta che l’impasto non sarà più appiccicoso, aggiungere il sale e l’acqua rimanente.

    -In base al tipo di farina che si utilizza e al suo grado di assorbimento l’impasto potrebbe richiedere un po più di acqua o un pochino meno, starà a voi regolarvi.

    -Infine, versare l’olio a filo e continuare a impastare fino a che l’impasto sarà incordato, ovvero dovrà staccarsi facilmente dalle pareti della ciotola senza appiccicarsi e lasciare residui.

  3. -A questo punto trasferite l’impasto su un piano infarinato e fategli un paio di pieghe di rinforzo: tirate i due lati esterni verso il centro, uniteli schiacciando con le dita e poi ripiegate l’impasto su se stesso formando una palla.

    -Prendere la palla e metterla in un recipiente unto di olio, coprire con pellicola e lasciar lievitare per circa due ore a temperatura ambiente dopodiché spostarla in frigorifero per circa 10/12 ore.

    -Una volta passate le ore di lievitazione, togliere il recipiente dal frigorifero e lasciarlo a temperatura ambiente per circa un ora.

    -In base a quante pagnotte volete fare, dividete l’impasto in parti uguali (io ho seguito il consiglio di @passami la ricetta e ho formate due pagnotte da 500g l’una ma volendo si possono creare di più piccole), pirlare le pagnotte in modo da renderle perfettamente tondeggianti.

    -Prendete dello spago, ungetene un pezzo lungo quanto basta per fare 4 giri su ogni pagnotta e ungetelo con dell’olio; per creare gli spicchi basterà capovolgere la pagnotta su se stessa tra una legatura e l’altra usando sempre lo stesso filo.

    -Non stringere eccessivamente il pane con lo spago poiché con l’ultima lievitazione crescerà ancora di più.

  4. -Trasferire le pagnotte su una teglia rivestita con carta da forno e lasciatele lievitare fino al raddoppio nel forno spento con la luce accesa.

  5. -Una volta volta che le zucche sono raddoppiate di volume infornare in forno statico preriscaldato a 190° per circa 35/40 minuti se avete formato due zucche da mezzo chilo d’impasto l’una, nel caso fossero più piccole si ridurranno anche i tempi di cottura.

Note e varianti

E’ consigliabile per aiutarsi con i tempi di riposo, preparare l’impasto la sera prima e lasciarlo lievitare in frigo tutta la notte per poi cuocerlo la mattina seguente.

Se non si ha molto tempo a disposizione si puo’ aumentare la dose di lievito e le ore di lievitazione diminuiranno notevolmente; nel caso il tempo non sia un problema consiglio di seguire la ricetta poiché la poca quantità di lievito e la lunga lievitazione permettono di ottenere un pane più leggero, digeribile e che si conserva più a lungo.

Segui tutte le altre ricette anche su Instagram e Facebook!

https://www.instagram.com/vaniglia.e.zenzero/?hl=it

https://www.facebook.com/ZenzeroVaniglia-417481908818828/

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.