Come fare gli spaghetti alla chitarra con il telaio

Non sapete come fare gli spaghetti alla chitarra con il telaio? Niente paura è semplice e anche divertente; in pochissimo tempo e con l’attrezzo giusto preparerete degli ottimi spaghetti alla chitarra che potrete poi utilizzare per le vostre ricette, più o meno elaborate. Gli spaghetti alla chitarra sono ottimi con il sugo ma anche con ricette a base di pesce.

Procedimento come fare spaghetti fatti casa telaio legno frassino

 Come fare gli spaghetti alla chitarra con il telaio

Gli spaghetti alla chitarra sono un formato di pasta tipico del Centro/Sud Italia ma si sono rapidamente diffusi in tutto il territorio nazionale: li troviamo sia in Abruzzo (conosciuti anche come Tonnarelli) che in Molise (Maccheroni Crioli) ma anche in tutto il territorio pugliese dove prendono il nome di Troccoli. Di solito vengono preparati utilizzando farina di grano duro e uova ma in alcune ricette le uova vengono sostituite dall’acqua per ottenere una sfoglia ancora più rustica.

Qualunque sia la ricetta di base scelta, l’attrezzo fondamentale per la preparazione di questi spaghetti è il telaio, detto anche chitarra per via dei fili che lo fanno assomigliare al noto strumento musicale. Si tratta di un semplice telaio in legno con un vassoio posizionato diagonalmente alla base per fare scendere agevolmente gli spaghetti ottenuti; da entrambe le parti ha una serie di corde che tagliano gli spaghetti semplicemente esercitando una leggera pressione con un piccolo mattarello. Le viti laterali sono molto importanti perché, come succede anche allo strumento musicale, con l’utilizzo le corde tendono ad allentarsi e quindi devono essere rimesse in tensione con un semplice cacciavite. Il telaio presenta le corde da entrambi i lati per poter preparare due tipi diversi di spaghetti: la distanza delle corde varia tra i 2,5 mm e i 5 mm.

La sfoglia tende a seccarsi velocemente quindi, soprattutto se si è soli, è consigliabile tagliare ogni sfoglia prima di procedere con la successiva; gli spaghetti ottenuti possono essere lasciati riposare sia formando delle matassine (se si prevede di cuocerle appena pronte) oppure messe nello stendipasta di legno per farle seccare bene e cuocerle in un secondo momento.

Come fare gli spaghetti alla chitarra con il telaio: ricetta e video

La chitarra in legno di frassino naturale per gli spaghetti, come il setaccio in acciaio inox che vedete nel video ed eventualmente lo stendipasta in legno li trovate nel sito Italiancookingstore, il mio negozio di fiducia per quanto riguarda le attrezzature professionali per la cucina. In questo periodo l’attrezzo per gli spaghetti viene proposto ad un prezzo davvero interessante; andate a dare un occhiata cliccando qui! Chitarra per spaghetti

Come fare gli spaghetti alla chitarra con il telaio
 
Prep time
Total time
 
La ricetta di base per gli spaghetti alla chitarra è la classica utilizzata per la pasta fresca; in linea di massima si parla di 1 uovo ogni 100 g di farina 0.
Autore:
Porzioni: 4/6 persone
INGREDIENTI
  • 300 g di farina 0
  • 3 uova
ISTRUZIONI
  1. Preparare il classico cratere con la farina fatta scendere da un setaccio per eliminare eventuali grumi; le uova vanno leggermente sbattute e poi aggiunte alla farina.
  2. Intridere la farina con le uova e quando cominceranno a formarsi delle grosse briciole lavorare con energia l'impasto fino ad ottenere una pasta liscia e senza grumi. Coprire l'impasto con una ciotola capovolta e lasciarlo riposare per almeno mezz'ora.
  3. Trascorso questo tempo riprendere la pasta e dividerla in tanti pezzetti che andranno stesi utilizzando la sfogliatrice elettrica o a manovella; fermarsi al penultimo foro della sfogliatrice perché la pasta non deve essere particolarmente sottile.
  4. La sfoglia ottenuta deve avere una lunghezza tale da poterla appoggiare sul telaio quindi portarla eventualmente a misura. Adagiarla sul telaio e passare più volte un piccolo mattarello sulla sfoglia affinché con la pressione esercitata i fili di pasta si stacchino facilmente andando a cadere sul fondo dell'attrezzo.
  5. A mano a mano che cadono formare delle matassine oppure disporre gli spaghetti così ottenuti sopra uno stendipasta.
  6. Procedere in questo modo con il resto della pasta; se i fili del telaio dovessero allentarsi un po' stringere le viti poste lateralmente.

Sul mio canale Youtube trovate anche il video:

Torna alla Home oppure dai un’occhiata a questa interessante ricetta di pasta fresca: Ravioli fatti in casa, come prepararli

 

Lascia un commento

Rate this recipe: