Crea sito

Cannoli siculosardi

Se dovessi descrivermi con un piatto io sarei questo. Un cannolo siciliano? No, un cannolo sì, ma dall’involucro sardo e dal cuore siciliano.

Sono molto orgogliosa di questo piatto perchè è nato grazie al contributo di tutta la mia famiglia, sia siciliana che sarda e che proprio per questo motivo lo dedico a tutti loro.

Adoro queste due regioni, la Sicilia terra dei dolci alla ricotta e la Sardegna terra del pane carasau: ogni volta che mi trovo in Sardegna vorrei portarmi un po’ e viceversa così li ho messi insieme, il cannolo siculosardo (non potevo chiamarlo diversamente) è un cannolo di ricotta dove però la cialda è fatta di pane carasau.

47.a_cannoli siculosardi

X 4 cannoli

4 dischi da 12cm di diametro di pane carasau
200 gr di ricotta di pecora
Latte quanto basta per ammollare il pane carasau
4 cucchiaini di zucchero a velo
100 ml di crema di latte
4 gocce di essenza di vaniglia
2 albumi
Gocce di cioccolato qb
Granella di cioccolato Venchi 

Come si fanno

  • Iniziamo foderando di carta forno i cilindri metallici che ci permetteranno di ottenere la “cialda” dei nostri cannoli: questo è un passaggio importantissimo perchè eviterà al carasau di attaccarsi una volta in forno.
  • Successivamente mettiamo a bagno nel latte a cui aggiungiamo un cucchiaino raso di zucchero a velo (io preferisco quello vanigliato) il pane carasau. Quando si sarà ben ammollato lo trasferiamo tra due fogli di carta assorbente in modo da eliminare il latte in eccesso e ritagliamo, servendoci di un coppa pasta, un disco da 12cm di diametro. Procediamo facendo un disco per volta.
  • Avvolgiamo il disco di pane sul cilindro metallico sovrapponendo i due lembi e lo adagiamo su una teglia foderata di carta forno facendo attenzione che la parte dei lembi sia rivolta verso il basso: nell’avvolgere i dischi di pasta facciamo in modo che questi non siano troppo aderenti ai cilindri metallici in modo che una volta raffreddati sarà più semplice sfilarli.
  • Mettiamo in forno (funzione grill) a 200° per 5/7 minuti o comunque fino a che non si saranno completamente asciugati e diventati croccanti.
  • Facciamo raffreddare e molto delicatamente sfiliamo il cannolo dal cilindro metallico.
  • Per la farcitura prendiamo la ricotta e la facciamo scolare bene, bene, bene per qualche ora (meglio se lo facciamo il giorno prima per il giorno dopo!) servendoci di un colino o di uno scolapasta.
  • Trasferiamo la ricotta ben scolata in una ciotola e mescoliamo con una frusta o con uno sbattiuova in modo da renderla liscia e senza grumi.
  • A parte prendiamo la crema di latte ci aggiungiamo 3 cucchiaini di zucchero a velo e le gocce di essenza di vaniglia e la montiamo a neve fermissima.
  • Montiamo a neve anche gli albumi.
  • Uniamo la panna montata e gli albumi montati a neve alla ricotta mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli.
  • Una volta che si saranno ben amalgamati (creando una sorta di mousse) aggiungiamo le gocce di cioccolato.
  • Farciamo i cannoli con la ricotta servendoci di una sacca a poche facendo molta attenzione a non romperli e aggiungiamo la granella di cioccolato ai due estremi e spolveriamoli con tanto zucchero a velo.
  • Vi consiglio di farcirli proprio all’ultimo momento in quanto il cannolo di carasau è molto sottile ed una volta farcito perde la sua croccantezza in pochi minuti.

47.b_cannoli siculosardi

47.c_cannoli siculosardi

47.d_cannoli siculosardi

Piatto: Nettuno by Bormioli Rocco

Ti è piaciuta questa ricetta? Metti MI PIACE sulla mia Pagina Facebook;)

 

Questa ricetta partecipa a

715

 

4 Comments on Cannoli siculosardi

  1. Alice P.
    25 settembre 2013 at 10:42 (4 anni ago)

    Wowww, sono golosissimiiiiiiiiiiii, grazie grazie della ricettina ^^

    • undolcesalato
      25 settembre 2013 at 10:53 (4 anni ago)

      grazie a te!! :)

  2. Peppe
    26 settembre 2013 at 19:10 (4 anni ago)

    Ma la parte croccante, che solo la cialda fresca sa dare, la rende il carasau? Io suggerisco cannoli sicardi!!!

    • undolcesalato
      26 settembre 2013 at 19:46 (4 anni ago)

      la rende alla perfezione…:)