Strudel srotolato (vegan-friendly)

strudel

a capodanno abbiamo fatto una cena tra amici. un mio caro amico è cuoco, un bravissimo cuoco che fa di quei mangiarini che non aggiungo altro,  altrimenti vi ritrovate a sgocciolare sulla tastiera del pc.
ma quest’anno ha avuto un arduo compito a soddisfare tutte le nostre esigenze. di 8 persone  1 era vegetariana, due vegani, 1 allergica al pesce e 1 allergico al nichel. praticamente una “mission impossibile”!
strudelstrudel 1per tutti tranne lui ovviamente, che è riuscito a soddisfare ampiamente i palati di tutti.
questi nostri amici vegani avevano portato un dolce, ovviamente vegano, e io per curiosità l’ho assaggiato (visto che loro non potevano assaggiare quello che avevo portato io!).
era la prima volta che assaggiavo un dolce fatto senza uova, era una simil Sacher Torte, ma ovviamente di Sacher c’era rimasto poco o niente. devo dire che la glassa sopra non era male, alla fine era una ganache al cioccolato, ma invece che la panna normale avevano usato la panna vegetale e la margarina, e il sapore era abbastanza simile e gradevole anche per un non-vegano.
altrettanto non posso dire dell’impasto. cioè non era cattivo di sapore, ma io sentivo  un forte retrogusto di soia (che a me non piace) e la cosistenza del dolce  non era assolutamente quella a cui sono abituata, ovviamente la mancanza sia delle uova che del burro di faceva sentire troppo a mio parere, il dolce era compatto, pesante, non lievitato,  senza alveolatura, un piccolo mattoncino insomma.
quindi mi sono chiesta se sarei riuscita a fare un dolce vegan friendly una volta tanto nella mia vita, una specie di sfida per me che sono così innamorata del burro,  e la risposta è stata “sì forse”
pensa che ti ripensa, ho capito che era inutile cercare di trasformare un dolce classico in una dolce vegan che mi sarebbe potuto piacere, perchè tanto avrei fallito in ogni modo, così ho pensato ad un dolce dove non vi fossere le uova e dove invece avrei potuto sostituire il burro senza fare troppi danni. così ho scelto lo strudel, ho trasformato la brisè in una brisè vegan, e il gioco era fatto!
e devo dire che anche senza burro, con la margarina, la brisè è venuta bella croccante e dorata!
poi ho anche deciso di dargli una forma un po’ diversa dal solito strudel, di farlo srotolato, simile ad una crostata, sempre usando una placca da forno, ma invece che arrotolarlo ho preferito fare strisce e merletti 🙂

Per la brisè vegan:

–  350 gr di farina
– 1 cucchiaino di sale
– 2 cucchiai abbondanti di zucchero
– 200 gr di margarina
– 4 cucchiai di acqua o q.b

Per il ripieno:

– 4 mele
– 50 gr zucchero muscovado
– limone
– 1 cucchiaino cannella
– 50 gr pinoli
– 50 gr mandorle a lamelle

Per la brisè: pesare gli ingredienti e mettere farina, sale, zucchero e margarina a pezzetti nel mixer (consiglio quella in panetto simile al burro che è più dura)
Azionare il mixer alla massima velocità finchè il composto non diventa simile alla sabbia bagnata. Quindi aggiungere uno alla volta un cucchiaio di acqua gelata, la ricetta dice 4, ma a seconda della grandezza del cucchiaio potrebbero volercene di più o di meno. L’impasto deve cambiare consistenza e da sabbioso diventare compatto ma non umido.
Siccome la margarina non ha la stessa consistenza del burro potrebbe reagire in maniera diversa, se vedete che l’impasto è troppo umido aggiungete farina finchè non diventa lavorabile.

Per il ripieno: in una ciotola tagliare le mele a pezzetti non troppo grossi e grattarvi la scorza. Mettere zucchero muscovado,  cannella, mandorle e pinoli.  Mescolare bene fino ad amalgamare tutti gli aromi. Assaggiare, se non è abbastanza dolce aggiungere un altro poco di zucchero, a proprio piacimento.

Su un foglio di carta da forno stendere la brisè alta circa mezzo cm, cercando di dargli una forma rettangolare, e lasciando da parte 1/5 dell’impasto. Al centro del rettangolo ottenuto disporre le mele condite e speziate, in modo da lasciare circa 2-3 cm dal bordo.
Tagliare delle strisce di pasta usando la rotella apposita e posizionarle come da foto sopra l’impasto di mele steso, poi richiudere i bordi, come si farebbe per una crostata.
Spolverare di zucchero la brise e trasferire il tutto (strudel e carta) con molta attenzione su  una placca da forno.  Mettere in forno preriscaldato a 180° per circa 30/40 minuti o finchè la brisè non risulta croccante e dorata.

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI E SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI