Pasta frolla per crostate alla marmellata – ricetta base 2

pasta frolla

Questa pasta frolla è leggermente diversa dalle classiche pasta frolle (ad es dalla Pasta frolla con uova intere – ricetta base 1), poichè è molto lievitata, infatti si aggiunge una bustina intera di lievito.
La ricetta me l’ha data Michela, la mia migliora amica, di cui ho ampiamente parlato nel post Torta di ricotta e cocco senza farina visto che anche quella è una ricetta passatami da lei (condividiamo molte cose, e tra queste l’amore per la cucina! e i dolci soprattutto!)
prima di assaggiare questa pasta frolla devo ammettere che non amavo molto le crostate con la marmellata, infatti quello che non mi piaceva era appunto la pasta frolla che trovavo troppo secca e asciutta e la marmellata non bastava a dare quella cremosità necessaria a rendermela piacevole al palato.
questa pasta frolla invece è diversa, poichè contiene molto lievito, quindi gonfierà parecchio in forno e diventerà quasi “tortosa” o “panosa” non saprei come altro descriverla, assumerà quasi la consistenza di un dolce anche se conserverà la friabilità e croccantezza di una pastafrolla, ovviamente non sarà mai soffice come una ciambella, ma neppure croccante come una pastafrolla classica, insomma uno strano ibrido dolciario!
Bisogna stenderla molto alta, anzi, spesso la metto nella teglia aiutandomi con le mani a pugno (in pratica prendo il panetto, la adagio sulla teglia e ci tiro dei cazzotti :P), per dargli un’aspetto ancora più rustico, e faccio il bordo della crostata creando un salamino e lo passo giro giro lungo il bordo della teglia, poi riempo il centro con un vasetto di marmellata. La dose che vi propongo basta per due teglie di circa 26 cm. Se non la consumate tutta subito (cosa di cui dubito in effetti, mica lavorate in un hotel come me?) potete tranquillamente dividerla in due, usarne una metà e congerlare l’altra.
Anche questa pasta frolla, come l’altra ricetta nel link consigliato, usa uova intere invece che solo tuorli, un modo per renderla più leggera ed evitare gli sprechi.

pasta frolla
pasta frolla
pasta frolla
pasta frolla
pasta frolla
pasta frolla

pasta frolla
pasta frolla

Ingredienti per la pasta frolla:

  •  600 gr di farina
  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1/2 tazzina di rum (oppure vaniglia oppure limone per aromatizzarla)
  • un pizzico di sale

 

Procedimento:

Se la lavorate a mano mettere la farina a fontana sul tavolo assieme  al lievito e creare uno  buco al centro dove mettere lo zucchero e le uova. Mescolare i due ingredienti, uova e zucchero , unendo anche il burro in pezzi, mi raccomando che sia a temperatura ambiente.  Impastare aggiungendo anche il rum e il sale. A questo punto cominciare incorporare anche la farina e sfregando gli ingredienti tra le mani creare delle grosse briciole. Impastare le briciole ottenute fino ad ottenere un impasto liscio e sodo.

In alternativa se si ha una planetaria, inserire nella ciotola prima metà farina, i restanti ingredienti, poi l’altra metà farina e mescolare il tutto usando lo scudo o foglia o frusta K (se avete Kenwood come me) finchè gli ingredienti non si uniscono in una sorta di palla. Finire di amalgamare a mano le ultime briciole che sono rimaste sul fondo della ciotola della planetaria.
Oppure altra tecnica, sempre in planetaria: mescolare prima burro e zucchero, unire quindi le uova, il rum e il sale. Aggiungere infine la farina e il lievito.

Solitamente consigliano di farla riposare in frigo almeno 1 ora, chi anche tutta una notte, ma io trovo che poi sia troppo dura e poco lavorabile. Sarà che ho problemi alle mani, sarà che ormai sono abituata a lavorarla molto morbida, ma io mi trovo bene così, e credo che alla fine ognuno debba trovare il suo metodo e la sua strada.
Trovate la vostra, se vi riesce comodo lavorarla subito fate così, e magari dopo averla stesa nella teglia la mettete in frigo a riposare una mezzoretta mentre preparate il ripieno. Altrimenti se vedete che è troppo morbida potete mettere il panetto in frigo a compattare.
Con questa ricetta vengono circa 2 crostate di 24/26 cm.  Ovviamente a volte che faccio una sola crostata e l’altra metà la ripongo in congelatore ben incartata, si conserva benissimo per un paio di mesi ed è utilissimo averne di pronta quando si ha fretta.

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI/SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI

7 Comment

  1. Stella says:

    Ciao!non so se è la sezione giusta dove postare il commento…sono più brava con i dolci che col PC! !
    Comunque la ricetta della frolla era proprio questa e si!stai facendo un buon lavoro col blog!!e io non ti mollo più

    1. undolcealgiorno says:

      ma brava eccoti qui!!!! ahahaah
      dai, vedi che non è tanto difficile commentare! 😛
      guarda che quando ho aperto il blog neppure io ci capivo un cavolo, in pratica ho dovuto imparare tutto dall’inizio, è stata una bella sfida, e ancora ora sto imparando.
      se vedo le foto e le impaginazioni degli articoli degli inizi mi faccio spavento da sola ahahaah
      diciamo che forse è + pratico commentare qua così so subito di che ricetta stiamo parlando, e se hai domande mi ci “ripiglio meglio” ahahah
      sai anche io comincio a perdere i colpi, le ricette sono tante… 😛

  2. Stella says:

    Perfetto!!! Allora sotto ogni ricetta lascio il giusto commento!!!!appena le provo ti faccio sapere!!!!! Sarà contento mio marito!!

    1. undolcealgiorno says:

      ahaha già me lo immagino! se è come il mio, ogni tanto richiede qualche dolce a gran voce, del tipo “oh ma quand’è qui che si mangia un dolce, è un po’ che non ne fai XD”
      lui va matto di questa crostata, che poi è simile a quella che hai fatto con la cioccolata, è la versione bianca diciamo, lui ne è letteralmente dipendente 😛
      http://blog.giallozafferano.it/undolcealgiorno/crostata-crema-e-ricotta-dolce-di-pasqua-toscano/

  3. Stella says:

    Ne stavo parlando al mio proprio ieri sera ed appena finisce questa penso proprio che gliela.farò! !!!
    Naturalmente ti farò saperea presto!

    1. undolcealgiorno says:

      scusa, mi ero persa questo commento! maledetto blog birichino 😛
      una volta che approvi un utente poi non ti notifica più ahaha era un paio di giorni che non controllavo i nuovi commenti e lui non me ne notificava di “non letti”
      sono curiosisssima di sapere il tuo parere 🙂
      ah tra l’altro, se sei brava con i dolci, c’è una piccola sezione del blog che si intitola “fooblogger per un giorno” nella sezione contest (http://blog.giallozafferano.it/undolcealgiorno/category/foodblogger-per-un-giorno/), in cui i lettori possono mandare una loro ricetta con foto, se ti va di metterti in gioco sei la benvenuta.
      per ora abbiamo 3 puntate con 3 relativi post 😛

  4. Stella says:

    Grazie ma ancora non sono ad un livello tale da potermi mostrare!!!!
    Per adesso più che un’ideatrice sono una semplice riproduttrice di ricette..belle come le tue ma pur sempre esecutrice sono!!!!!grazie per la fiducia!!!!!☺☺

I commenti sono stati chiusi.