• plumcake
  • Pane dolce alla banana – ricetta inglese

    Pane dolce alla banana - ricetta inglese

    Stanchi del tour virtuale nella pasticceria anglosassone?
    beh..io no!
    quindi continuo con i miei esperimenti e le mie indagini in materia.
    il mio libro “guida” in materia è diventato quello di Pam Corbin, ho già preso un sacco di ricette di lì e mi sono quasi sempre trovata bene.
    quello che mi piace molto di questo libro è la scelta davvero particolare delle ricette, ci sono dolci poco conosciuti, che non scoverei altrove se non avessi avuto la fortuna di incappare nel suo libro.
    così piano piano li sto provando tutti.
    tra l’altro ho scoperto di essere un genio del re-cake.
    sembra che si chiami così.
    quando si rifa una ricetta di qualcuno alla lettera.
    in pratica seguendo tutte le indicazioni passo passo, cosa che non avevo mai fatto fin’ora, perchè?….eh! perchè erano dolci che conoscevo e in cui mi sentivo sicura, che mi sentivo in grado di poter rimaneggiare.
    qua invece mi muovo in un territorio completamente nuovo, la pasticceria anglosassone, con nuove tecniche e nuovi procedimenti che ancora non padroneggio.
    datemi un po’ di tempo, e poi comincerò a destreggiarmi anche qua e a diventare più creativa incasinando le ricette altrui.
    comunque, dicevo, sono un “genio” del re-cake. perchè i dolci mi vengono identici identici a quelli del libro!
    va bene va bene….sono dolci semplici. questo va detto.
    però è una piccola soddisfazione, non credete?

  • plumcake
  • Plumcake ricotta e mele

    Plumcake ricotta e mele

    Oggi ho sfidato il caldo torrido per voi facendo questo buonissimo e sofficissimo plumcake di ricotta con mele caramellate sopra, non mi merito un applauso?
    dicevano che doveva piovere nel week-end, ma niente…sono rimasta un po’ delusa in effetti, ma mi ero ripromessa di cucinare qualcosa, visto che il forno è un po’ che non lo accendo. di necessità virtù, si dice, quindi mi ero data a ricette fresche, ricette veloci o ricette base, che non prevedevano l’uso di infernali attrezzi roventi.
    che poi dovete sapere che il mio forno è l’anticamera dell’inferno. non è un forno normale, a partire dalle dimensioni. è profondo 90 cm e largo 80, quindi credo che possiate intuire la quantità di calore che possa generare e condurre nell’aria.
    come se non bastasse è a gas, a fiamma diretta. e se non bastasse ha delle simpaticissime bocchette di fuoriuscita del calore e dal vapore che contribuiscono a espandere per bene il calore in tutta la stanza. e se ancora non siete contenti vi dirò che è anche corredato da 6 bellissimi fuochi industriali, spesso accesi. ah e dimenticavo, è tutto in acciaio, sopra, sotto, dietro, davanti, quindi se per sbaglio ti appoggi nel posto sbagliato quando è acceso, tipo lo sportello, son guai! e non solo, avere lo sportello di acciaio porta un’altro piccolissimo problema, ossia NON SAPERE MAI COSA DIAVOLO STA SUCCEDENDO LI’ DENTROOOO! quindi ogni dolce è un po’ un terno al lotto, mi meraviglio ancora di me stessa, di non averne bruciato ancora nessuno!

  • plumcake
  • Plumcake a scacchiera di Cristina Lunardini

    plum 2

    Devo ammettere, con un po’ di timidezza, che questo è il primo plumcake che preparo.
    non so perchè, a me piacciono, ma forse ero un po’ spaventata dalla forma, dalla teglia molto alta, dal fatto che non ne avessi di teglie da plunmcake ad es…questo magari era il motivo principale per cui non l’avevo fatto credo!
    poi l’Esselunga ha fatto una bellissima collezione punti di cui ho preso TUTTO…o quasi! regalavano delle pirofile di Emile Henry in stile un po’ country chic (queste) e quindi giù di punti, è diventata una specie di ossessione!
    io neppure ci vado all’esselunga, vado sempre alla coop, mi è toccato tradire la mia fidata coop per ben due volte, e poi ad elemosinare punti in qua e là da parenti, amici, e pure sconosciuti (sono la regina delle figuracce), insomma, alla fine ce l’ho fatta! e ho avuto tutte le mie belle pirofiline (unico inconveniente è che pesano una tonnellata l’una!)
    quindi avevo questa bella e invitante ricetta che avevo visto fare in Tv dalla Lunardini e mi son detta, perchè no? proviamola!