Torta Mimosa al Limoncello

La mia Torta Mimosa al Limoncello è farcita con una delicata crema diplomatica al profumo di limone con l’aggiunta di fragole. Non avevo mai sperimentato questa torta, l’ho preparata per la prima volta di recente in occasione dell’8 Marzo. Penso proprio che la ripeterò spesso in futuro, perché tutto sommato non è particolarmente difficile e di sicura riuscita. L’unica vera difficoltà è il Pan di Spagna, ma se non vi volete cimentare perché non siete particolarmente abili in cucina, o per pigrizia, non preoccupatevi, utilizzate pure un Pan di Spagna già pronto di buona qualità ed il successo sarà ugualmente garantito!

Torta Mimosa al Limoncello

Ingredienti

Pan di Spagna
  • 2 uova intere
  • 4 tuorli
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 80 gr di farina
  • 20 gr di fecola di patate

Bagna
  • 80 gr di acqua
  • 80 gr di Limoncello
  • 40 gr di zucchero
Crema Diplomatica al limone
  • 400 gr di latte (oppure 300 di latte e 100 di panna)
  • 4 tuorli
  • 100 gr zucchero
  • 40 gr di farina (o maizena)
  • 1 bacca di vaniglia (o una bustina di vanillina)
  • 200 gr di panna fresca da montare
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • succo e scorzette di mezzo limone
Altri ingredienti
  • 4-5 fragole
  • una manciata di grani di melograno
  • zucchero a velo qb

Preparazione Torta Mimosa al Limoncello

Anzitutto preparare il Pan di Spagna, sbattendo bene le uova con lo zucchero ed incorporando bene la farina e la fecola setacciate. Mettere il composto in una tortiera imburrata e far cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Per ottenere una Torta Mimosa più alta io uso questo trucchetto, preparo il Pan di Spana in una tortiera da 24cm e successivamente lo ritaglio a dimensione di una tortiera da 20. Delle parti esterne ritagliate, tolgo la parte più scusa e ritaglio in dadini il resto, per il rivestimento della torta. Dal Pan di Spagna ottengo tre dischi grossomodo della stessa altezza.

La bagna è facilissima, basta far scaldare in un pentolino acqua e limoncello ed aggiungere lo zucchero per ottenere uno sciroppo. Far raffreddare.

La crema diplomatica la preparo unendo la panna montata alla crema pasticcera. Quest’ultima è preparata in modo tradizionale, sbattendo tuorli e zucchero, incorporando la farina, unendo il latte caldo aromatizzato alla vaniglia (con i semini di una bacca o una bustina di vanillina) -a filo- e lasciando addensare a fuoco basso, continuando a mescolare. Questa crema può essere più densa o più leggera in funzione alla proporzione tra panna e crema. Io cerco di ottenere un composto di media consistenza per questa preparazione, incorporando alla fine il succo e le scorzette di mezzo limone e le fragole tagliate in piccoli pezzettini.

A questo punto assemblo la Torta Mimosa al Limoncello, inumidendo bene il Pan di Spagna con la bagna (con un pennello da cucina) ed alternando uno strato di Pan di Spagna con uno strato di crema diplomatica, fino a coprire con l’ultimo disco.

Torta Mimosa - la crema diplomatica

Alla fine della farcitura, ricoprite bene di crema diplomatica tutta la torta e foderatela con pazienza con i pezzettini di Pan di Spagna tenuti da parte, anch’essi leggermente inumiditi di bagna (con le dita).

Mettete la torta in frigorifero per almeno due-tre ore, Va anche bene prepararla la sera prima!

All’ultimo, togliete la torta dal frigorifero, cospargetela con lo zucchero a velo e decoratela con altri pezzettini di fragole oppure con dei semini di melograno.

Precedente Spezzatino di Tacchino con Funghi Champignon Successivo Tagliata di manzo al San Lucio