Pollo grigliato in carpione

Il pollo grigliato in carpione è un secondo o anche un piatto unico semplice per chi ha poco tempo e vuole preparare in anticipo un piatto da gustare dopo uno o due giorni. La ricetta mi è stata suggerito da Andrea, cugino di mio marito, appassionato di cucina. Questa ricetta di famiglia, di tradizione piemontese, mi ha incuriosita e l’ho subito provata! Devo dire che ho avuto una piacevole sorpresa: piatto veloce, pratico e saporito che è stato apprezzato da tutta la famiglia. pollo grigliato in carpione

Ingredienti

  • una confezione di fettine di pollo
  • una cipolla bianca media
  • uno spicchio d’aglio (facoltativo)
  • una decina di foglie di salvia
  • qualche bacca di ginepro
  • un bicchiere colmo di aceto bianco (io di mele), oppure mezzo bicchiere di aceto e mezzo bicchiere di vino bianco
  • un giro d’olio extra-vergine d’oliva
  • sale e pepe a piacere

Preparazione Pollo Grigliato in Carpione

La preparazione del pollo grigliato in carpione è piuttosto pratica perché va fatta uno o due giorni prima di consumare il piatto. Il carpione, ovvero la marinatura in aceto, è una tipica preparazione piemontese, che in questa ricetta è leggermente modificata e reinterpretata.

Anzitutto fate grigliare le fettine di pollo su una piastra, una griglia oppure anche in una semplice padella antiaderente, avendo cura di rosolarle bene su entrambi i lati. Disponetele poi su di un tagliere e ricavate tante fettine di pollo grigliato regolari. Se vi piace l’aglio, cospargete le fettine di pollo con un trito di aglio e salvia e fate riposare.

Tagliate finemente la cipolla e fatela soffriggere pochissimo, giusto il tempo di scottarla. Intanto portate ad ebollizione un bicchiere colmo di aceto con un pizzico di sale e qualche bacca di ginepro. Se volete ottenere un gusto più delicato preparate una soluzione di 50% di aceto e 50% di vino bianco.

Disponete le fettine di pollo grigliato ordinatamente in una teglia, alternando carne, cipolle e foglie di salvia. Versate l’aceto bollente nella teglia fino a ricoprire tutto il pollo ed aggiungete un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo. Aggiustare di sale e pepe a piacere.

Fate riposare il pollo al minimo per un giorno intero in frigorifero, coprendo la teglia con della pellicola trasparente o ancora meglio usando una teglia con coperchio e chiudendola ermeticamente. Se poi attenderete due giorni, il risultato sarà ancora più sorprendente.

Consumate il pollo grigliato in carpione a temperatura ambiente.

 

Precedente Strudel con salmone al profumo di finocchio Successivo Filetto in crosta alla Wellington