Pasta corta con zucca e rosmarino

La pasta corta zucca e rosmarino è una tipica minestra da stagione invernale, estremamente semplice ed alla portata di tutti, che non può non piacere. Per chi fosse in dieta naturalmente è anche possibile sostituire la normale pasta corta (tubetti) con della pasta integrale o con dell’orzo o del farro oppure ancora con dei fiocchi di soia. Questi ultimi in particolare sono particolarmente consigliati per chi, come me, deve tener sotto controllo il colesterolo.

Per questa preparazione mi piace vincere facile, utilizzo la mia zucca preferita; la zucca violina. Questa varietà di zucca è la mia preferita sia per il gusto molto delicato sia per la sua morbidezza che la rende facilissima da pulire.

pasta corta con zucca e rosmarino

 

Ingredienti dose per 4/6 persone

  • Una zucca violina di medie dimensioni
  • Una manciata di pasta corta (io tubetti Rummo) per ogni persona (quindi 4-6 manciate)
  • Due rametti di rosmarino
  • Uno spicchio d’aglio
  • Uno scalogno
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco (io Gavi)
  • un litro e mezzo di brodo vegetale (che io preparo con il mio dado vegetale granulare)
  • Olio evo a piacere
  • due pizzichi di sale grosso
  • pepe nero da macinare al momento a piacere
  • parmigiano grattugiato (facoltativo)

Preparazione Pasta Corta con Zucca e Rosmarino

La prima cosa da fare per questa preparazione è pulire la zucca! naturalmente si potrà anche già acquistare pulita… ma che gusto c’è? Il taglio della zucca per me è un rito, però voglio vincere facile e quindi utilizzo spesso e volentieri la mia amatissima zucca violina, morbida e facile da pelare e tagliare a cubetti.

Per questa preparazione uso anche una delle mie altre passioni: la pentola a pressione! Non ho mai troppo tempo e la pentola a pressione mi aiuta a preparare questa minestra in soli 15/20 minuti,

Una volta preparata la zucca io procedo così. Faccio soffriggere lo scalogno tritato e lo spicchio d’aglio direttamente nella pentola a pressione, con un filo d’olio ed un goccio d’acqua per non farli bruciare. Aggiungo subito la zucca al soffritto e la bagno con il mezzo bicchiere di vino bianco. Lascio evaporare un minuto. Aggiungo il mio brodo vegetale fino a coprire abbondantemente la zucca (circa 1/1.5lt) e chiudo la pentola a pressione e mando in pressione per 15/20 minuti al massimo. Apro la pressione facendo attenzione alla fase di sfiato e assaggio per aggiustare di sale. Normalmente bastano un paio di pizzichi di sale grosso, ma con la zucca è meglio che ciascuno la sali a proprio gusto, perché tende normalmente ad essere molto dolciastra e ad alcuni non piace. Aggiungete la pasta, oppure il farro o l’orzo oppure ancora i fiocchi di soia e mandate in cottura. Se la minestra fosse troppo densa allungate con acqua. La zucca non dovrà essere completamente sfaldata ma qualche pezzetto si dovrà ancora percepire.

Mentre la pasta va in cottura tritate finissimamente le foglioline di rosmarino. Devono veramente risultare un trito fine, quasi polverizzati.

Qando la pasta è a cottura, spegnere e lasciar riposare un paio di minuti. Servire ben calda con una spolverata di rosmarino fresco, un po’ di pepe nero grattato e a piacere un cucchiaio di parmigiano.

 

Precedente Macedonia di crostacei e margheritine edibili Successivo Filetti di branzino all'acqua pazza