Insalata di tacchino, pere e valeriana

L’insalata di tacchino, pere e valeriana è un piatto che tipicamente preparo quando in famiglia decidiamo di metterci a dieta! Si tratta di un di un secondo piatto light, ma di tutto rispetto anche per chi non è a dieta. Con un paio di piccole modifiche sulla variante principale, si ottiene anche una versione estiva molto fresca, particolarmente adatta da servire come piatto freddo.

tacchino agli aromi

Ingredienti

per il tacchino agli aromi

  • Un bel petto di tacchino intero
  • un rametto di rosmarino
  • un mazzetto di timo
  • un mazzetto di prezzemolo
  • qualche foglia di salvia
  • qualche foglia di alloro
  • uno spicchio d’aglio
  • una cipollotta
  • un cucchiaino da te dado vegetale granulare

per l’insalata:

  • valeriana q.b.
  • due pere abate
  • una manciata di uvetta sultanina (o un grappolo di uva bianca se in stagione)
  • olio evo q.b.
  • aceto balsamico
  • sale e pepe q.b.
  • semi di lino

insalata di tacchino, pere e valeriana

Preparazione Insalata di tacchino, pere e valeriana

Io preparo il tacchino agli aromi in pentola a pressione, semplicemente aggiungendo tutti gli aromi, coprendolo d’acqua ed aggiungendo un cucchiaino da te del mio dado vegetale granulare. Se non avete del dado fatto in casa da voi, aggiungete semplicemente un pizzico di sale. Fate andare per circa 15-20 minuti in pressione. Una volta cotto, toglietelo dal brodo e fatelo raffreddare su un tagliere. Tagliate il tacchino a fette spesse e poi tagliate le fette in dadini.

NB. Il brodo di cottura sarà squisito per preparare un risotto, una minestra o come base per altre preparazioni, quindi conservatelo assolutamente!

In una ciotola molto ampia mettete dell’insalata valeriana, i dadini di tacchino, una manciata di uvetta sultanina ammorbidita in acqua tiepida (o dei chicchi di uva bianca tagliata a metà se in stagione), due pere tagliate a dadini e condire con un filo d’olio extra-vergine d’oliva, aceto balsamico, semi di lino, sale e pepe a piacere. Se non siete in dieta aggiungete anche dei dadini di parmigiano, il risultato sarà perfetto!

In alternativa, con la stessa base potrete preparare quello che definisco tacchino primavera. Tagliate il tacchino in fette molto sottili (se potete utilizzate l’affettatrice, la carne renderà molto di più). Disponete ordinatamente le fette, parzialmente sovrapposte, su di un piatto di portata. Preparate una dadolata di pomodorini, cetrioli e sedano, da disporre sulle fettine sottili. Condite con qualche fogliolina di basilico, un filo d’olio, aceto balsamico, semi di lino, sale e pepe q.b.. Questa versione, sempre light, sarà anche particolarmente adatta da consumare come piatto freddo estivo.

Precedente Olio aromatizzato fatto in casa Successivo Cosce di Pollo Tandoori con Patate Rustiche