Filetto in crosta alla Wellington

Cercavo un modo nuovo per preparare il filetto, evitando il solito roast-beef e mi sono imbattuta in questa ricetta del Filetto in crosta alla Wellington. Una bella sorpresa, soprattutto per il palato! Non di facile realizzazione, ma davvero completa di ingredienti. Un secondo piatto di carne da inserire nel nostro menù delle feste (pensando già al Natale) o della domenica. Primo step sarà preparare una crema di funghi trifolati, poi bisognerà sigillare bene il filetto, assemblare e arrotolare nella pasta sfoglia. Un arrosto saporito, succoso, morbido con una nota croccante e friabile che lo rende perfetto. Conosciutissimo è il Beef Wellington di Gordon Ramsay. Ricordate solo una cosa: a fine cottura la carne deve risultare rosea!

Filetto in crosta alla Wellington

Ingredienti per 6/8 persone:

  • 1 pezzo di filetto di bovino da 800 gr.
  • 100 gr. di prosciutto crudo di Parma
  • 400 gr. di funghi champignon
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 1 tuorlo
  • sale quanto basta
  • pepe q.b.
  • olio q.b.

Preparazione Filetto in crosta alla Wellington

Tamponate il filetto con carta assorbente, conditelo con un pizzico di sale e pepe (se piace!) su ogni lato e massaggiatelo. Legatelo con lo spago da cucina affinché mantenga la forma cilindrica in cottura, quindi fatelo riposare per qualche minuto (io lo faccio legare direttamente dal macellaio). Riscaldate una padella con un filo d’olio e rosolate il filetto in modo da sigillare i succhi della carne all’interno. Spegnete la fiamma e lasciate raffreddare.

Pulite i funghi eliminando il gambo e l’eventuale terriccio, frullateli in un mixer. Cuocete la purea ottenuta in una padella con un filo d’olio aggiungete il sale ed il pepe e cuocete a fiamma alta in modo da far evaporare tutta l’acqua. Spegnere ora la fiamma e lasciate raffreddare.

Su uno strato di pellicola, formate un letto con il prosciutto crudo, accavallando leggermente le fette. Stendete sopra la purea di funghi in uno strato uniforme e poggiatevi sopra il filetto. Arrotolate il prosciutto attorno al filetto e chiudete formando un salsicciotto molto stretto.

Mettete il filetto in frigorifero per 15 minuti in modo da consentire alla carne di mantenere la forma.

Stendete la pasta sfoglia con uno spessore di 3-4 millimetri. Rimuovete pellicola e poggiate al centro la carne. Spennellate i bordi della sfoglia con il tuorlo precedentemente battuto. Arrotolate la pasta attorno alla carne e sigillate bene. Mettete ancora in frigo per 30 minuti a riposare,

Togliendola dal frigo, fate dei tagli trasversali sulla sfoglia (o il disegno che più vi piace) e spennellate la superficie con l’uovo sbattuto rimasto, mettete in forno a 200˚C e cuocete per 35-40 minuti. Una volta pronto, sfornate il filetto e fatelo riposare per 10 minuti prima di tagliarlo a fette (meglio se grosse) e servirlo.

Un consiglio: Se preferite una cottura al sangue, potete cuocere il filetto alla Wellington per il tempo indicato nella ricetta, in alternativa potete prolungare la cottura di 5 o 10 minuti.

Precedente Pollo grigliato in carpione Successivo Polpette veggie saporite