Crea sito

mandorla

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene

| Torte

Buon pomeriggio a tutti!
Ecco il nostro ultimo esperimento, molto gradito: la Torta rustica con nocciole e confettura di amarene.
Rustica perché abbiamo optato per la farina di farro anziché della classica farina di frumento 00 e poi perché la presenza delle nocciole e della confettura conferisce al dolce un senso di casa e di casereccio, non trovate? 🙂
Questa dolce è stata fatto per augurare buon compleanno alla nostra mamma, che adora una particolare torta che viene preparata in un forno vicino casa nostra a base di confettura rossa e nocciole, quindi abbiamo provato a riprodurla da soli e il risultato finale è stato apprezzato parecchio. 😉
Ci siamo ispirati ad una ricetta del blog Meno male son golosa della bravissima Elena (vi consigliamo di visitare anche il suo canale youtube perché ne vale davvero la pena!), ma solo ispirati perché in fondo abbiamo fatto di testa nostra, applicando la nostra “esperienza”, se così si può definire!
Abbiamo scelto uno stampo da 24 cm di diametro, se preferite una torta più alta allora vi consigliamo di cuocerla in uno stampo più piccolo, ad esempio da 22 cm di diametro.
Naturalmente, come in ogni ricetta, liberate la vostra fantasia, se gradite un altro tipo di confettura/marmellata usate quello, se preferite le mandorle sostituitele alle nocciole, se non vi piace la grappa evitatela o sostituitela con un altro liquore e, naturalmente, se non disponete della farina di farro usate tranquillamente la farina 00 o una farina integrale.

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (6)

  • Ingredienti (per uno stampo da 24 cm di diametro)

120 gr di farina di farro – 30 gr di maizena (o fecola di patate)
50 gr di nocciole – 60 gr di zucchero (noi abbiamo scelto 20 gr di zucchero di canna e 40 gr di zucchero bianco)
60 gr di burro – un uovo
una bustina di vanillina – un cucchiaino di cacao amaro (facoltativo)
un cucchiaino di lievito chimico per dolci – la punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio
mezzo vasetto di yogurt bianco (o una tazzina di latte) – un cucchiaio di grappa
confettura di amarene (circa 200 gr) – scaglie di mandorla
un pizzico di sale

  • Preparazione

Tostiamo le nocciole per qualche minuto in padella e frulliamole insieme ad un cucchiaio di zucchero fino a ridurle in farina.
In una ciotola montiamo il burro morbido con lo zucchero fino a renderlo gonfio e spumoso, aggiungiamo l’uovo e un cucchiaio delle polveri setacciate, frulliamo fino a farlo assorbire per bene.
Uniamo ora il cucchiaio di grappa e, gradualmente, la farina setacciata insieme alla maizena, alla vanillina, al cacao amaro, al lievito, al bicarbonato e al sale continuando a frullare, nel mentre lo yogurt per ammorbidire l’impasto e, per ultime, le nocciole ridotte in farina.
Versiamo l’impasto nello stampo precedentemente imburrato ed infarinato, livelliamolo per bene, aggiungiamo a cucchiaiate la confettura di amarene e distribuiamo sui bordi le scaglie di mandorla.
Cuociamo la torta in forno preriscaldato a 180°C per 30/35 minuti, confermando la cottura con uno stuzzicadenti.

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (7)

Uno zoom sulla torta tagliata 😉
Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (3)

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest ”La torta di compleanno la porto io!” del blog SorrinCucina.

La-Torta-di-Compleanno-la-Porto-Io-2

Con questa ricetta partecipo alla 7° Raccolta:  Un dolce nel cuore di La Cascata dei Sapori in collaborazione con AntoCrea.
un dolce nel cuore

Con questa ricetta partecipiamo alla raccolta di Federica: “Noi, contro la violenza sulle donne”
basta-violenza_ritaglio

4 Comments

Biscotti excelsior

| Biscotti, Le ricette della tradizione italiana

Buon pomeriggio a tutti!
Oggi vi vogliamo portare in Sicilia, proponendovi i Biscotti excelsior, dei deliziosi biscottini di frolla montata intinti nel cioccolato e che possono contenere un delizioso ripieno di pasta di mandorle. Non a tutti piacciono le mandorle, per cui abbiamo optato a presentarvi sia la ricetta dei biscotti semplici ma buonissimi, sia di quelli che, uniti dal ripieno di pasta di mandorle, prendono il nome di Dessert excelsior. Insomma, la differenza fra biscotti e dessert excelsior consiste nella presenza o meno della mandorla, a voi la scelta :).
La ricetta originale siciliana richiede anche qualche goccia di colorante verde pistacchio nel ripieno di mandorle, ma in tutta sincerità abbiamo preferito farlo bianco, e l’effetto è stato piacevole lo stesso.
Abbiamo seguito la ricetta di Ida del blog La Cuochida.

Biscotti excelsior (1)

  • Ingredienti (per una trentina di biscottini)

110 gr di burro – 50 gr di zucchero a velo
20 ml di latte – 150 gr di farina 00
un pizzico di sale – qualche goccia di essenza di mandorla amara
100/150 gr di cioccolato fondente e una noce di burro (per la ricopertura dei biscotti)

Per il ripieno di mandorle (è sufficiente per pochi biscotti, se ne volete di più raddoppiate o triplicate le dosi ;))
25 gr di farina di mandorle – 25 gr di zucchero a velo
20 gr di burro – latte q.b.
qualche goccia di essenza di mandorla amara

  • Preparazione

Frulliamo il burro morbido per 2 minuti, uniamo lo zucchero a velo setacciato, il pizzico di sale e l’essenza di mandorla e continuamo a mescolare per qualche minuto fino a quando il burro diventa soffice e spumoso. Continuando a frullare uniamo il latte fino a farlo assorbire completamente ed infine, a poco a poco, aggiungiamo la farina setacciata (se le fruste sforzassero troppo, proseguite ad integrare la farina con un cucchiaio di legno).
A questo punto inseriamo l’impasto dei biscotti in una sacca da pasticcere o in una siringa per dolci e divertiamoci a fare le forme che vogliamo su una placca da forno rivestita di carta forno, da semplici serpentelli a bottoncini fino a ferri di cavallo :).
Inforniamo a 200°C per circa 10 minuti o fino a quando diventano dorati in superficie.
Nel frattempo che i biscotti si raffreddino un po’, prepariamo la copertura sciogliendo a bagnomaria il cioccolato fondente con una noce di burro e, quando il cioccolato si sarà fuso completamente, immergiamo la sommità biscotti, poniamoli su un vassoio coperto di carta forno e lasciamo rassodare in frigo.
Lasciate da parte almeno 10 biscotti che accoglieranno il ripieno di mandorle, per il quale non dovete far altro che mescolare il burro morbido insieme alla farina di mandorle, all’essenza di mandorle amare, allo zucchero a velo e a un po’ di latte, quanto basta per ammorbidirlo.
Con un cucchiaino mettiamo un po’ di ripieno sulla base di un biscotto, appoggiamo sopra un altro della stessa forma, immergiamolo nel cioccolato fuso e riponiamolo in frigorifero su un vassoio coperto di carta forno.

Biscotti excelsior (4)

 

Con questa ricetta partecipo alla 4° Raccolta: Biscotti, Dolcetti e una tazza di tè di La Cascata dei Sapori in collaborazione con AntoCrea.

11657262_10207079062319040_1807665807_n

2 Comments

Rosa del deserto

| Torte

Ciao a tutti!
La ricetta di quest’oggi che vi proponiamo è quella della Rosa del deserto, una golosissima torta con la crema di nocciole nell’impasto e una superficie super croccante di cornflakes, farina di cocco, mandorle a scaglie e cioccolato fondente…una goduria assoluta!
La ricetta originale è di Anna Moroni e ricorda in effetti quei biscottini ai cornflakes che prendono il nome, appunto, di rose del deserto (che fra l’altro assomigliano tanto alle formazioni rocciose che prendono questo nome 😉 ).
Finora per ben 3 volte abbiamo fatto questa torta (una delle quali in occasione di un compleanno 🙂 ), sia utilizzando il burro nell’impasto, sia l’olio di semi (in tal caso sostituite i 100 gr di burro dell’impasto con 80 gr di olio di semi).
Vi consigliamo di usare una teglia ampia, o circolare di 26 cm di diametro o addirittura una teglia rettangolare, per mezzo della quale potrete poi dividere la torta cotta in tanti quadrotti.

  • Ingredienti

300 gr di farina 00 – 180 gr di zucchero
100 gr di burro – 3 uova
un bicchiere di latte – mezza bustina di lievito chimico per dolci
4 cucchiai colmi di Nutella – q.b. di cornflakes
q.b. di farina di cocco – q.b. di cioccolato a scaglie
q.b. di mandorle a scaglie – un pizzico di sale

  • Preparazione

Lavoriamo bene le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale, aggiungiamo il burro morbido, il latte e la farina setacciata con il lievito fino ad ottenere un impasto ben amalgamato e semi-liquido.
Dividiamo l’impasto in 2 parti ed aggiungiamo la Nutella ad una di esse; versiamo nella tortiera di 26 cm imburrata ed infarinata prima l’impasto bianco e poi quello scuro con la Nutella e mescoliamoli velocemente con uno stuzzicadenti per creare dei vortici. Infine mettiamo sopra il composto il miscuglio di cornflakes, farina di cocco, cioccolato a pezzetti, scaglie di mandorle e poi premerlo leggermente con una forchetta.
Inforniamo a 180°C per circa 30/40 minuti e confermiamo la cottura con la prova stecchino.

rosa del deserto

Con questa ricetta abbiamo partecipato al contest “Happy Birthday Le Ricette di Anna e Flavia” del blog Le ricette di Anna e Flavia

contest 1st b-day_2

Con questa ricetta intendiamo partecipare al contest “Dolci Bastardi – il contest di dolci un po’ pazzerello” di Un Dolce al giorno

dolci-bastardi-banner-piccolo

2 Comments

Ciambellone al cacao e pere

| Ciambelloni

Buongiorno a tutti e buon Lunedì!
Vi mostriamo il dolce che abbiamo fatto ieri, in occasione del pranzo della Domenica, si tratta di un semplice ma gustosissimo Ciambellone al cacao e pere.
Si sa, pere e cacao/cioccolato si sposano meravigliosamente, lo dolcezza di questo frutto si lega all’intensità/amarezza del cacao, combinandosi armoniosamente in bocca.
Per la base al cacao abbiamo seguito la ricetta della Torta al cacao con cuore di cocco, di cui abbiamo postato qualche mese fa la ricetta, e poi abbiamo aggiunto una bella pera tagliata a cubetti e qualche mandorla ridotta a granella.
Un consiglio: la pera è molto succosa, per cui vi consigliamo di tagliarla a cubetti e poi di lasciarla ad “asciugare” sopra ad un foglio di carta assorbente, in questo modo il vostro ciambellone non verrà troppo umido! Questo è un consiglio valido per ogni frutto da inserire in una torta. 😉

Ciambellone al cacao e pere (4)

  • Ingredienti (per uno stampo per ciambelloni da 24 cm di diametro)

    125 gr di farina 00 – 20 gr di cacao amaro
    80 gr di zucchero (vi consigliamo un mix di zucchero bianco e zucchero di canna) – 2 uova
    60 ml di olio di semi (arachidi/mais/girasole) – 25 ml di latte + q.b. per ammorbidire l’impasto
    2 cucchiaini di lievito chimico per dolci – la punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio
    una pera – 50 gr di mandorle
    un pizzico di sale – una bustina di vanillina

  • Preparazione

    Sbucciamo, tagliamo e riduciamo la pera a cubetti e lasciamola ad asciugare sopra un foglio di carta assorbente.
    Separiamo i tuorli dagli albumi, montiamo a neve gli albumi in una ciotola con un pizzico di sale, successivamente montiamo i tuorli con lo zucchero fino a renderli gonfi e spumosi. Aggiungiamo a filo, continuando ad usare le fruste, l’olio e poi gradualmente la farina setacciata insieme al cacao amaro, al lievito, al bicarbonato e alla vanillina; durante questa operazione aggiungiamo il latte (potrebbero servire più di 25 ml, per cui tenete a portata di mano del latte per ammorbidire l’impasto e consentire alle polveri di integrarsi per bene ai tuorli montati).
    Ottenuto un composto piuttosto denso, aggiungiamo poco per volta gli albumi montati a neve, incorporandoli dall’alto verso il basso per non farli smontare.
    Come ultimo passaggio aggiungiamo i cubetti di pera asciugati e cosparsi di un velo di farina (in questo modo evitiamo che vadano sul fondo della torta) e le mandorle precedentemente tostate e ridotte a granella.
    Versiamo l’impasto nello stampo precedentemente imburrato ed infarinato, livelliamo la superficie e cuociamo il nostro ciambellone in forno preriscaldato a 190°C per 25/30 minuti, confermando la cottura con uno stecchino.

Ciambellone al cacao e pere (2)

CON QUESTA RICETTA PARTECIPIAMO AL CONTEST “LA CIAMBELLA PERFETTA DI GIOCHI DI ZUCCHERO E A TUTTO PEPE

PicsArt_1408525416632

Commenti disabilitati su Ciambellone al cacao e pere

Pan del pescatore

| Biscotti, Le ricette della tradizione italiana

Ciao a tutti! Perdonate la lunga, lunghissima assenza…questo periodo di silenzio e di smarrimento è durato anche fin troppo, è ora di rimettersi in carreggiata ;).
Chi non ama i biscotti? Semplici, veloci, buonissimi ed economici! La ricetta che vogliamo proporvi oggi è quella del Pan del pescatore, i biscotti di uvetta e di frutta secca che sono molto diffusi in Toscana e anche nella nostra regione, le Marche.
La ricetta originale è tratta da La creatività e i suoi colori, uno splendido blog gestito da Sabrina, una signora marchigiana come noi la quale, leggendo il suo articolo dedicato a questi biscotti, afferma che in origine questi biscotti venivano preparati dalle mogli dei pescatori, e quindi è facilmente intuibile il motivo per cui questi dolcetti si chiamano in questo modo!
Come sempre abbiamo personalizzato la ricetta facendone una versione personale.

  • Ingredienti (per circa 30 biscotti)

400 gr di farina 00 – 100 gr di burro
180 gr di zucchero (vi consigliamo una piccola parte di zucchero di canna) – 2 uova
un cucchiaio di liquore (ad es. limoncello) – 2 cucchiaini di lievito chimico per dolci
un pizzico di sale – 100 gr di mandorle intere (o altra frutta secca o un mix)
50 gr di uvetta (o mirtilli rossi che sono buonissimi)

  • Preparazione

In un’ampia ciotola versiamo la farina setacciata insieme al sale e al lievito chimico per dolci, lo zucchero e il burro freddo tagliato a cubetti e iniziamo a sbriciolare il burro con le dita insieme agli ingredienti secchi. Ottenuto un composto sabbioso, aggiungiamo le uova, il cucchiaio di liquore e impastiamo fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto; successivamente aggiungiamo la frutta secca e l’uvetta (o i mirtilli rossi :P) lasciata rinvenire in una tazzina d’acqua e poi scolata per bene (potrebbe essere necessaria una manciata di farina in più in questa fase).
Formiamo tante palline leggermente schiacciate e disposte abbastanza distanziate fra di loro su una leccarda da forno coperta di carta forno e cuociamo il Pan del pescatore in forno preriscaldato a 170°C per circa 20 minuti, o fino a quando risulteranno dorati.
Una volta cotti, lasciamoli raffreddare su di una gratella per dolci.

Biscotti Pan del pescatore

6 Comments

Amor Polenta

| Le ricette della tradizione italiana, Plumcake

Buon pomeriggio a tutti!
La farina di mais è comunemente usata per preparare la polenta, ma oggi vi vogliamo dimostrare che è utile anche per preparare dei buonissimi dolci, come quello che vi proponiamo, l’Amor Polenta, un plumcake di farina di mais e di mandorle, tipico della tradizione culinaria della città di Varese. In questa città si usa un particolare stampo ondulato, se non ne siete dotati, come noi d’altronde, usate il comunissimo stampo da plumcake.
Un’avvertenza sulla farina di mais: nei dolci usate sempre la farina di mais FIORETTO, fra le farine di mais è la più sottile e macinata di tutte, per cui i vostri dolci contenenti farina di mais risulteranno piacevolmente croccanti e non duri da masticare (niente farina bramata per i dolci insomma, lasciamola per la polenta XD).
La ricetta originale è di GialloZafferano.

Amor Polenta (3)

  •  Ingredienti

100 gr di farina di mais FIORETTO – 80 gr di farina 00
100 gr di burro – 120 gr di zucchero semolato
2 uova – 70 gr di mandorle
2 cucchiaini di lievito chimico per dolci – un pizzico di sale
una bustina di vanillina – 2 cucchiai di liquore (per noi sambuca)

  • Preparazione

Tostiamo le mandorle in una padella per qualche minuto e, quando saranno dorate, inseriamole nel mixer e frulliamole, non troppo finemente, insieme a 2 cucchiai di zucchero semolato.
In una ciotola montiamo il burro morbido, a temperatura ambiente, insieme al restante zucchero fino a renderlo cremoso e spumoso. Aggiungiamo un uovo ed un cucchiaio di polveri (farina di mais, farina 00, vanillina, sale e lievito chimico per dolci) setacciate alla volta (in questo modo evitiamo che l’impasto diventi troppo liquido) continuando a frullare, in seguito aggiungiamo i 2 cucchiai di liquore (o latte, se non gradite l’alcool nei dolci) e, gradualmente, le restanti polveri setacciate, continuando sempre a frullare.
Ottenuto un bel composto cremoso, aggiungiamo le mandorle tritate, facciamole integrare all’impasto che verseremo in uno stampo da plumcake precedentemente imburrato ed infarinato.
Cuociamo l’Amor Polenta in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti, confermando la cottura con la prova stecchino.
Estraiamo il dolce dallo stampo quando si sarà intiepidito e, se volete, servitelo cosparso di zucchero a velo.

Amor Polenta (2)

Commenti disabilitati su Amor Polenta

Tortine morbide di carote

| Muffin

Buon pomeriggio a tutti!
Oggi vi proponiamo la ricetta delle Tortine morbide di carote, una perfetta e genuina colazione o merenda da proporre anche ai bambini! 😉
La ricetta originale è di Anna Moroni.

  • Ingredienti

450 gr di farina 00 – 370 gr di zucchero semolato
3 uova – 130 gr di mandorle
450 gr di carote – 150 ml di latte
150 ml di olio di semi – una bustina di lievito chimico per dolci
una bustina di vanillina – un pizzico di sale

  • Preparazione

Frulliamo le mandorle e le carote pulite; montiamo le uova in una ciotola con lo zucchero, poi aggiungiamo l’olio, il latte, le mandorle, le carote e, per ultimo, la farina setacciata con il lievito e la vanillina.
Versiamo l’impasto negli stampi da muffin usa e getta (ne serviranno circa 25) e riempiamoli fino a 3/4.
Cuocere le tortine in forno preriscaldato a 180°C per circa 30/35 minuti (fare la prova stecchino).
Tortine morbide di carote

Con questa ricetta partecipiamo al contest Come i cavoli a merenda

torta-verdura

1 Comment

Brownies

| Torte

Ciao a tutti!
Oggi vi proponiamo una ricetta tipica degli Stati Uniti, ossia la ricetta dei Brownies!
I Brownies sono dei golossisimi quadrotti di torta al cioccolato, preparati con il cioccolato fondente e impreziositi dalla frutta secca, come noci, o mandorle o nocciole (noi abbiamo fatto un mix).
La ricetta originale è di Benedetta Parodi, ma abbiamo fatto molto di testa nostra stavolta, dimezzando le dosi, sostituendo il burro fuso con l’olio di semi e lo zucchero a velo con lo zucchero semolato.
Per questa torta si usa rigorosamente una teglia rettangolare, 20×26 cm ;).

Brownies (4)

  • Ingredienti (per una teglia rettangolare di 20×26 cm)

100 gr di cioccolato fondente – 50 ml di olio di mais/girasole/arachide
80 gr di zucchero – 40 gr di farina 00
2 uova – mezzo cucchiaino di lievito chimico per dolci
50 gr di frutta secca a piacere – un pizzico di sale

  • Preparazione

Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato fondente e lasciamolo intiepidire.
Nel frattempo sbattiamo le due uova con lo zucchero e aggiungiamo a filo l’olio continuando a mescolare. A questo punto uniamo la farina ed il lievito setacciati insieme e, per ultimo, il cioccolato fuso. Per rendere più croccanti ed invitanti i brownies, aggiungiamo all’impasto la frutta secca leggermente tostata in forno o in padella e tagliata grossolanamente.
Versiamo il composto in una teglia rettangolare precedentemente coperta da carta da forno e inforniamo a 180 gradi per circa 20-25 minuti (facciamo sempre la prova stecchino).
Una volta raffreddata, tagliamo la torta a cubotti e serviamo, se piace, con dello zucchero a velo sulla superficie di ciascuna porzione.

Brownies (1)

Commenti disabilitati su Brownies

Cantucci

| Biscotti, Feste e Ricorrenze

Buongiorno e Buona vigilia di Natale a tutti!
Per prepararci al meglio al Natale, oggi vi proponiamo un’altra ricetta di Natale, tipicamente toscana e, precisamente, della città di Prato, ossia quella dei Cantucci: sono dei biscotti secchi semplicissimi ed intramontabili, perfetti per essere inzuppati nel Vin santo o in un buon vino (o anche mangiati così al naturale 🙂 ).
La particolarità di questi biscotti è che non contengono nè burro nè olio, quindi sono indicati anche per quelle persone che sono intolleranti al lattosio o desiderano la ricetta di biscotti semplici e non troppo calorici.
L’origine dei Cantucci (o cantuccini o biscotti di Prato) è molto antica, infatti comparivano già nelle tavole di Caterina de’ Medici e si chiamano così perché in toscano “canto” significa angolo e quindi ricorda qualcosa di piccolo ;).
Abbiamo preso la ricetta dal sito Blogdolci, abbiamo aromatizzato i Cantucci con vanillina e aroma di mandorla amara ma potete usare gli aromi che volete, come buccia di arancia o buccia di limone!
Prima di passare alla ricetta vi auguriamo Buone Feste!! 🙂
Cantucci (1)

  • Ingredienti (per circa 45 Cantucci)

400 gr di farina 00 – 250 gr di zucchero
3 uova – 100 gr di mandorle (preferibilmente non pelate)
mezza bustina di lievito chimico per dolci – 2 bustine di vanillina
qualche goccia di essenza di mandorla amara – un pizzico di sale

  • Preparazione

Montiamo le uova insieme allo zucchero fino a renderle chiare e spumose, aggiungiamo l’essenza di mandorla amara e gradualmente aggiungiamo anche la farina setacciata insieme al pizzico di sale, al lievito e alla vanillina continuando a frullare; quando l’impasto inizierà a diventare più sodo, proseguite ad integrare la farina con le mani oppure, se il vostro frullino le possiede, sostituendo le aste del frullino elettrico con i ganci.
Quando la farina sarà completamente assorbita, aggiungiamo le mandorle, continuiamo ad impastare, formiamo dei filoncini e disponiamoli sulla placca da forno coperta di carta forno.
Cuociamo i filoncini a 190°C per 20 minuti, in seguito, ancora caldi, formiamo i Cantucci tagliando i filoncini e facciamoli biscottare per 10 minuti a 180°C.

Cantucci (3)

Commenti disabilitati su Cantucci

Torta di carote

| Torte

Buongiorno a tutti e soprattutto Buona Domenica e Buon 8 Dicembre a tutti! 🙂
Oggi vi proponiamo una torta semplicissima, dal gusto molto delicato, adatta per la colazione o la merenda davanti ad una tazza di tè: la Torta di carote!
Si tratta di un impasto semplicissimo con l’aggiunta di carote e di mandorle molto amato, a quanto pare, anche dai bambini (in effetti il gusto ricorda molto quelle merendine alla carota famosissime 😉 ). Non confondete la torta di carote con la carrot cake inglese, benché il nome sia il medesimo, sono 2 torte diverse, perché la prima è più una torta da colazione o da merenda, mentre la seconda ha un impasto più speziato e viene farcita con una glassa al formaggio (forse un giorno la faremo, chi lo sa?! 🙂 )
Abbiamo preso la ricetta dal blog Il bellissimo mondo di Antonella decorating (date una sbirciatina anche al suo canale YouTube uccia3000, è una signora con le mani d’oro!!), ma abbiamo sostituito il burro con l’olio di semi e la buccia grattugiata dell’arancia con qualche goccia di essenza di mandorla amara.
Noi abbiamo usato una teglia rettangolare foderata di carta forno, ma se preferite usare una teglia circolare procuratevene una da 24 cm di diametro.
E poi, ricordate, il 13 Dicembre è la festa di Santa Lucia quindi preparate questa torta perché, essendo ricca di carote, vi farà bene alla vista e Santa Lucia vi ringrazierà per il contributo! 😀

  • Ingredienti

200 gr di farina 00 – 180 gr di zucchero
80 gr di mandorle pelate – 50 gr di maizena (o frumina o fecola di patate)
250 gr di carote – 3 uova
80 gr di olio di semi (girasole o mais o arachide) – 50 ml di latte
una bustina di lievito chimico per dolci – buccia grattugiata di un limone
qualche goccia di essenza di mandorla amara – un pizzico di sale

  • Preparazione

In un mixer tritiamo le mandorle tostate in forno (se vi dimenticate questo passaggio non importa) insieme alla maizena fino a ridurle in polvere e, in seguito, le carote molto finemente (potete anche usare una grattugia manuale, con i fori piccoli).
In una ciotola montiamo le 3 uova insieme allo zucchero fino a renderle gonfie e spumose, aggiungiamo a filo, sempre frullando, l’olio di semi fino a farlo assorbire completamente. A questo punto uniamo la farina setacciata insieme al pizzico di sale e alla bustina di lievito chimico per dolci e mescoliamo fino a farla assorbire tutta quanta; vi accorgerete che l’impasto risulterà colloso, è giunto il momento di aggiungere il latte e mescoliamo fino ad ammorbidire l’impasto. Ora, sempre frullando, uniamo gli aromi, la polvere di mandorle ed infine le carote.
Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, trasferiamo il composto della ciotola in una teglia (rettangolare o circolare, come volete) e cuociamo in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti (fate la prova stecchino).

Torta di carote (3)

2 Comments