Crea sito

grappa

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene

| Torte

Buon pomeriggio a tutti!
Ecco il nostro ultimo esperimento, molto gradito: la Torta rustica con nocciole e confettura di amarene.
Rustica perché abbiamo optato per la farina di farro anziché della classica farina di frumento 00 e poi perché la presenza delle nocciole e della confettura conferisce al dolce un senso di casa e di casereccio, non trovate? 🙂
Questa dolce è stata fatto per augurare buon compleanno alla nostra mamma, che adora una particolare torta che viene preparata in un forno vicino casa nostra a base di confettura rossa e nocciole, quindi abbiamo provato a riprodurla da soli e il risultato finale è stato apprezzato parecchio. 😉
Ci siamo ispirati ad una ricetta del blog Meno male son golosa della bravissima Elena (vi consigliamo di visitare anche il suo canale youtube perché ne vale davvero la pena!), ma solo ispirati perché in fondo abbiamo fatto di testa nostra, applicando la nostra “esperienza”, se così si può definire!
Abbiamo scelto uno stampo da 24 cm di diametro, se preferite una torta più alta allora vi consigliamo di cuocerla in uno stampo più piccolo, ad esempio da 22 cm di diametro.
Naturalmente, come in ogni ricetta, liberate la vostra fantasia, se gradite un altro tipo di confettura/marmellata usate quello, se preferite le mandorle sostituitele alle nocciole, se non vi piace la grappa evitatela o sostituitela con un altro liquore e, naturalmente, se non disponete della farina di farro usate tranquillamente la farina 00 o una farina integrale.

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (6)

  • Ingredienti (per uno stampo da 24 cm di diametro)

120 gr di farina di farro – 30 gr di maizena (o fecola di patate)
50 gr di nocciole – 60 gr di zucchero (noi abbiamo scelto 20 gr di zucchero di canna e 40 gr di zucchero bianco)
60 gr di burro – un uovo
una bustina di vanillina – un cucchiaino di cacao amaro (facoltativo)
un cucchiaino di lievito chimico per dolci – la punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio
mezzo vasetto di yogurt bianco (o una tazzina di latte) – un cucchiaio di grappa
confettura di amarene (circa 200 gr) – scaglie di mandorla
un pizzico di sale

  • Preparazione

Tostiamo le nocciole per qualche minuto in padella e frulliamole insieme ad un cucchiaio di zucchero fino a ridurle in farina.
In una ciotola montiamo il burro morbido con lo zucchero fino a renderlo gonfio e spumoso, aggiungiamo l’uovo e un cucchiaio delle polveri setacciate, frulliamo fino a farlo assorbire per bene.
Uniamo ora il cucchiaio di grappa e, gradualmente, la farina setacciata insieme alla maizena, alla vanillina, al cacao amaro, al lievito, al bicarbonato e al sale continuando a frullare, nel mentre lo yogurt per ammorbidire l’impasto e, per ultime, le nocciole ridotte in farina.
Versiamo l’impasto nello stampo precedentemente imburrato ed infarinato, livelliamolo per bene, aggiungiamo a cucchiaiate la confettura di amarene e distribuiamo sui bordi le scaglie di mandorla.
Cuociamo la torta in forno preriscaldato a 180°C per 30/35 minuti, confermando la cottura con uno stuzzicadenti.

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (7)

Uno zoom sulla torta tagliata 😉
Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (3)

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest ”La torta di compleanno la porto io!” del blog SorrinCucina.

La-Torta-di-Compleanno-la-Porto-Io-2

Con questa ricetta partecipo alla 7° Raccolta:  Un dolce nel cuore di La Cascata dei Sapori in collaborazione con AntoCrea.
un dolce nel cuore

Con questa ricetta partecipiamo alla raccolta di Federica: “Noi, contro la violenza sulle donne”
basta-violenza_ritaglio

4 Comments

Frappe

| Carnevale

Ciao a tutti!
Siamo in pieno periodo di Carnevale e fino a martedì prossimo mangeremo deliziosi dolci tipici di questa festività!
Oggi vi proponiamo la ricetta delle Frappe, delle strisce di pasta profumata alla grappa (o di qualunque altro liquore vi piaccia), fritte e poi servite con lo zucchero a velo; leggere, croccanti e soprattutto buone, le frappe sono presenti in tutta Italia ed assumono un nome diverso a seconda della zona in cui vengono preparate (Chiacchiere, Cenci, Galani, Sfrappole sono solo alcuni dei nomi con cui si identifica questo dolce).

Frappe (4)

  •  Ingredienti

250 gr di farina 00 – 2 cucchiai di zucchero
25 gr di burro – 2 uova
2 cucchiai di grappa (o altro liquore che preferite) – scorza di limone grattugiata
olio di semi per friggere q.b. – zucchero a velo q.b.

  • Preparazione

In una ciotola disponiamo la farina setacciata, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata e mescoliamo con un cucchiaio; aggiungiamo il burro tagliato a cubetti e sbricioliamolo insieme agli ingredienti secchi.
Creiamo ora un cratere, aggiungiamo le uova e i 2 cucchiai di grappa e con una forchetta iniziamo a fare la pastella; continuiamo ad amalgamare le uova e la grappa insieme alle polveri con le mani, impastando su una spianatoia energicamente per almeno 10 minuti, fino a quando otterremo un impasto liscio, privo di crepe e levigato (deve avere la consistenza della pasta fresca all’uovo).
Copriamo il panetto con la pellicola trasparente e lasciamolo riposare in frigorifero per 30 minuti.
Passati i 30 minuti, tagliamo un pezzo del panetto e stendiamolo sulla spianatoia spolverata di farina con l’aiuto di un mattarello, dobbiamo ottenere una sfoglia piuttosto sottile. Diamo forma alle frappe, tagliando una rotellina dei rettangoli di media grandezza al centro dei quali praticheremo la loro tipica incisione (non buttate gli scarti, friggeremo anche quelli).
In una padella con abbondante olio di semi, quando l’olio sarà ben caldo tuffiamo le frappe e cuociamole poco, il tempo necessario perché si gonfino e si dorino da entrambi i lati.
Tamponiamo le frappe fritte per eliminare l’olio in eccesso, disponiamole su un vassoio e, ancora tiepide, cospargiamole di zucchero a velo e serviamole.

Frappe (8)

Commenti disabilitati su Frappe