Crea sito

cioccolato fondente

Ciambellone stracciatella con amaretti

| Ciambelloni, contest

Buon pomeriggio e buona Domenica a tutti!
Come state?
Come ho già spiegato nell’introduzione al Ciambellone con farina di segale e uvetta, i miei dolci preferiti sono semplici, con pochi ingredienti e dal sapore “casalingo”, per questo oggi ho intenzione di presentarvi un’altra delle mie ricette preferite: il ciambellone allo yogurt.
Non so voi, ma secondo me lo yogurt è uno dei migliori alleati in cucina, perché dona alla nostre preparazioni un gusto e una consistenza straordinari.
Il Ciambellone che sto per proporvi prende spunto dalla base della torta di mele e yogurt, che ho voluto arricchire aggiungendo tanto cioccolato fondente a scaglie e tanti amaretti, che mi sono avanzati dall’ultima ricetta e che si sposano divinamente con il cioccolato; in definitiva oggi vi presento il Ciambellone stracciatella con amaretti.
Eccovi la ricetta, semplice semplice.

INGREDIENTI (per uno stampo da ciambella di 24 cm di diametro)
200 gr di farina 00 – 50 gr di fecola di patate
2 uova – 125 gr di zucchero (metà di canna e metà bianco)
80 ml di olio di semi di mais – un vasetto (125 gr) di yogurt alla stracciatella (o del gusto che preferite)
8 gr di lievito chimico per dolci – 100 gr di scaglie di cioccolato fondente
100 gr di amaretti sbriciolati – un pizzico di sale

PREPARAZIONE
In una ciotola mescolare l’olio con lo zucchero, aggiungere quindi un uovo e un cucchiaio di polveri (farina, fecola, sale e lievito) setacciate insieme alla volta; esaurite le uova, alternare la farina con lo yogurt, fino a raggiungere un composto piuttosto denso, ma ben amalgamato.
Unire a questo punto gli amaretti sbriciolati (lasciamone da parte una manciata) e le scaglie di cioccolato, facciamoli integrare per bene, quindi versare l’impasto del ciambellone nello stampo apposito precedentemente imburrato e infarinato, livellare la superficie del dolce, distribuirci dunque il resto degli amaretti sbriciolati e cuocere la torta in forno statico preriscaldato a 180°C per 35/40 minuti, confermando la cottura con la prova stecchino.
20160123_110320Lasciar raffreddare completamente il ciambellone su una gratella prima di servirlo.
20160123_13540820160123_135554Con questa ricetta partecipo al contest Il mio piatto preferito! di Sorrincucina
contestnew1-e1447797658345

Con questa ricetta partecipo al contest di Kucina di Kiara e Villa Tilli: Colazioni Dolci e Salate
contest-colazioni-dolci-salate

10 Comments

Ciambellone cocco e cioccolato

| Ciambelloni

Ciao a tutti e buon sabato pomeriggio a tutti!
Oggi vi proponiamo, dopo un po’ di tempo un bel ciambellone, e precisamente il Ciambellone cocco e cioccolato.
Si sa, l’abbinamento cocco e cioccolato è uno dei più riusciti nella pasticceria, anche se può non piacere ;).
La ricetta originale è di Silvia Trenti di Cookaround, ma abbiamo sostituito il burro con l’olio di girasole, seguendo il rapporto 80 grammi di olio per ogni 100 gr di burro ;).
E’ venuto molto buono, perfetto per la merenda o da inzuppare nel latte a colazione!

Ciambellone cocco e cioccolato (4)

  • Ingredienti

150 gr di farina 00 – 60 gr di cacao amaro
40 gr di cioccolato fondente – 120 ml di olio di girasole
4 uova – 150 gr di zucchero
mezzo bicchiere di latte – mezzo bustina di lievito per dolci
120 gr di farina di cocco – zucchero a velo q.b.

  • Preparazione

Separare i bianchi dai rossi delle uova, montare i bianchi a neve in una ciotola, mentre in un’altra ciotola i rossi con lo zucchero fino a quando diventeranno gonfi e chiari.
Nel frattempo sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria o al microonde e, quando si sarà sciolto, aggiungere tutto l’olio, mescolare fino a far assorbire l’olio al cioccolato e aggiungerli al composto montato di tuorli e zucchero e continuare a mescolare per bene.
A questo punto uniamo la farina, il cacao ed il lievito setacciati insieme ai tuorli fino a farli assorbire completamente, aiutandovi aggiungendo il mezzo bicchiere di latte per ammorbidire l’impasto.
In seguito aggiungere gli albumi montati a neve, delicatamente dal basso verso l’alto, e, per ultima, la farina di cocco.
Inserire l’impasto in uno stampo da ciambella precedentemente imburrato ed infarinato e cuocere il ciambellone a 180°C per circa 40 minuti (fate sempre la prova stecchino ;)).
Infine sfornare il dolce e spolverarlo di zucchero a velo.

Ciambellone cocco e cioccolato (3)

Con questa ricetta partecipiamo al Contest “A tutto cioccolato” di PamCakes

A tutto Cioccolato

CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST UNA FETTA DI PARADISO DI GOLOSE DELIZIE.
HCtgPi9

4 Comments

Sbriciolata multicereale con ricotta e scaglie di cioccolato

| contest, Crostate, Sbriciolata, Torte

Buonasera e buona Domenica a tutti, amici! 🙂
Ebbene sì, oggi un’altra ricetta dolce, di una buona Sbriciolata! In effetti è da parecchio tempo che non vi propongo una ricetta di sbriciolata, più di un anno fa vi caricai la Sbriciolata alla Nutella, ricordate? Che buona che era! 😛
Questa Sbriciolata non è da meno, anzi, forse è ancora più gustosa, più croccante e, permettetemi il gioco di parole, più sbriciolosa! Insomma, quando avremo voglia di fare una sbriciolata, mi affiderò di certo a questa ricetta. 😉
Ricetta mia/nostra? Non proprio…la ricetta originale è di Michela, del blog Le ricette di Kiki, la quale ha indetto un contest il cui oggetto è la personalizzazione di una ricetta da lei presentata sul suo blog; sfida accettata e, scorrendo nel suo blog – che vi consiglio caldamente di andare a visitare, perché merita ed è una blogger simpatica e vivace 🙂 – sono capitato nella ricetta della sua Sbriciolata ricotta e cioccolato. Solo il nome mi ha fatto venire l’acquolina in bocca e quindi ho scelto di riproporla e di personalizzarla; come? Innanzitutto dalla scelta della farina:
Sbriciolata ricotta e scaglie di cioccolato (4)Ho optato per una percentuale di 50% di farina comune 00 e 50% una miscela ottima di 7 cereali del Molino Maraldi, fra cui il grano tenero, il grano duro, l’orzo, l’avena, il mais e la segale; questa miscela è spettacolare perché conferisce alle preparazioni un gusto rustico, casereccio e dona croccantezza e maggiore piacevolezza alle paste frolle e ai biscotti. Un prodotto superconsigliato! Non dimentichiamoci che la nostra dieta impone o, per meglio dire, suggerisce l’assunzione di farine alternative rispetto alla classica farina 00, per cui un’ottima ragione per proporre un dolce sì gustoso, ma anche più sano e più nutriente, dato che i cereali menzionati poco fa sono ricchi di proprietà e contengono maggiori proteine rispetto alla comune farina 00.
NB: Quando setacciate la farina, non eliminate la crusca che rimane nel setaccio, aggiungetela all’impasto, è un’ottima fonte di fibra!
In aggiunta, per quanto riguarda lo zucchero, ho pensato di aggiungere metà zucchero semolato e metà zucchero di canna, che, oltre a dare un gusto in più e “caramelloso”  in più, contiene meno calorie dello zucchero bianco di barbabietola, per cui “occhio” alla linea, oltre che al gusto! 🙂
Per quanto riguarda poi lo zucchero previsto da Michela nella crema di ricotta, personalmente ho preferito sostituire lo zucchero bianco comune con una pari quantità di zucchero a velo (meglio se vanigliato, in alternativa aggiungete una bustina di vanillina), in quanto, a mio avviso, essendo presente in esso una percentuale di amido, questo aiuterà a rassodare la crema di ricotta durante la cottura, visto che non sono previste uova negli ingredienti del ripieno, ma questa è uno umile consiglio, non impongo nulla! 😀
L’ultima personalizzazione della ricetta di Michela consiste nel ridurre leggermente la dose di lievito chimico per dolci, ma giusto per un puro “piacere” matematico (chi ha mai amato la Matematica al Liceo?! Io no, ma nelle ricette sono abbastanza pignolo ahahah perdonatemi!) e di proporzione, visto che per 500 gr di farina sono consigliati 16 gr di lievito (una bustina, per intenderci), io, per 400 gr di farina previsti dalla ricetta, ho scelto di aggiungere 13 gr di lievito, ma giusto per essere un maniaco della precisione, niente di più, siate liberi di usare una bustina intera, se preferite! 😉
Ah, dimenticavo, essendo schiavo della pigrizia, non ho fuso il burro, ma ho deciso di usarlo freddo a cubetti, e il risultato è stato ottimo egualmente! 😀
Basta, ho scritto troppo, veniamo alla ricetta della Sbriciolata multicereale con ricotta e scaglie di cioccolato!

INGREDIENTI (per uno stampo dal diametro di 26 cm)
200 gr di farina 00 – 200 gr di farina multicereale (o farina 00 o una comune farina integrale o di un altro cereale a vostra scelta)
100 gr di zucchero semolato – 100 gr di zucchero di canna
un uovo – 125 gr di burro
13 gr di lievito chimico per dolci – 2 mezzi gusci di rum (o altro liquore o semplice latte)
un pizzico di sale
CREMA DI RICOTTA: 500 gr di ricotta fresca – 125 gr di zucchero a velo
50/60 gr di cioccolato fondente ridotto a scaglie – una bustina di vanillina

PREPARAZIONE
In una ciotola versiamo le farine setacciate insieme al lievito e al pizzico di sale, aggiungiamo gli zuccheri e il burro freddo tagliato a cubetti e cominciamo a pizzicarlo con le dita insieme al resto degli ingredienti secchi fino a raggiungere un composto sabbioso. Aggiungiamo un uovo e i 2 mezzi gusci (adoro questa unità di misura, ti adoro, Michela! 😀 ) di rum e, continuando a lavorare con le mani, impastiamo fino a creare tante briciole.
In un’altra ciotola lavoriamo a crema la ricotta insieme alla vanillina e allo zucchero a velo setacciati, aggiungiamo poi il cioccolato fondente precedentemente ridotto a scaglie e mescoliamo bene.
Sbriciolata ricotta e scaglie di cioccolato (6)
Versiamo i 2/3 delle briciole ottenute in uno stampo precedentemente imburrato, pressiamole sulla base e sui lati con le mani o col dorso di un cucchiaio, distribuiamo poi la crema di ricotta e cioccolato a scaglie, livelliamola per bene e uniformemente, infine copriamola con le briciole rimanenti, cercando di non lasciare alcuno spazio libero.
Sbriciolata ricotta e scaglie di cioccolato (5)
Cuociamo la sbriciolata multicereale di ricotta e scaglie di cioccolato in forno statico preriscaldato a 180°C per 40 minuti, o fino a quando la superficie risulterà ben dorata.
Lasciar riposare la torta nello stampo prima di estrarla e servirla su un piatto; ancora più buona se mangiata dopo qualche ora, quando il ripieno si sarà ben rassodato.
Sbriciolata ricotta e scaglie di cioccolato (2)Sbriciolata ricotta e scaglie di cioccolato (7)
Con questa ricetta partecipo al contest: “Le mie ricette realizzate da voi”
immagine per contest

A presto e visitate il blog di Michela! 🙂

4 Comments

Divine cake

| Torte

Buonasera a tutti!
La Divine cake altro non è che una golosissima torta al cioccolato farcita di crema pasticcera al caffè…non potete immaginare la magia che cioccolato e caffè creano insieme, il paradiso!
Dovrebbe avere origini americane, ma non ne siamo sicuri, voi sapete nulla di più riguardo all’origine di questa torta? 🙂
La versione che vi proponiamo è il frutto della combinazione di 2 ricette già collaudate e molto apprezzate; infatti per la base abbiamo sfruttato la ricetta (a cui abbiamo apportato le nostre immancabili modifiche 😛 ) della Torta al supercioccolato di Antonella Clerici (fidatevi, è la torta al cioccolato più buona che abbiamo mai assaggiato).
Eccola alle prese con la torta al supercioccolato 😀
clerici
Mentre per la crema pasticcera ci siamo affidati alla ricetta che seguiamo sempre e che non ci delude mai, con la sola differenza che al posto di una parte di latte abbiamo inserito il caffè espresso.
Si tratta in fondo di un’ottima torta per un compleanno, perché è semplice ma di indubbio effetto!
Passiamo alla ricetta della Divine cake! 😉

Ingredienti
PER LA CREMA PASTICCERA
Divine Cake (2)3 tuorli – 100 gr di zucchero semolato
30 gr di maizena – una bustina di vanillina
2 tazzine di caffè espresso + latte q.b. fino a raggiungere 375 ml

PER LA TORTA (diametro 24 cm)
Divine Cake (1)110 gr di farina 00 – 25 gr di maizena (o fecola di patate)
25 gr di cacao amaro – 100 gr di zucchero semolato (vi consigliamo di inserire una piccola parte di zucchero di canna)
2 uova – 40 ml di olio di semi (arachide/mais/girasole)
65 gr di latte – un cucchiaio di caffè ristretto
150 gr di cioccolato fondente – una bustina di vanillina
un cucchiaino di lievito chimico per dolci – un quarto di cucchiaino di bicarbonato di sodio
un pizzico di sale

Preparazione
Per la crema pasticcera seguite la ricetta che vi abbiamo già proposto (la sola cosa che cambia è la presenza di una parte di caffè al posto del latte 😉 ).
Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato fondente e lasciamolo intiepidire.
In una ciotola montiamo le uova insieme allo zucchero fino a rendere chiare e spumose, aggiungiamo poi l’olio a filo ed il cioccolato fuso continuando a frullare.
A questo punto aggiungiamo gradualmente la farina setacciata insieme al cacao amaro, alla maizena, alla vanillina, al sale, al bicarbonato di sodio e al lievito chimico per dolci, alternando con l’aggiunta del latte e del cucchiaio di caffè ristretto.
Ottenuto un bel composto denso versiamolo in uno stampo da 24 cm di diametro precedentemente imburrato ed infarinato e cuociamo la torta a 180°C per 30 minuti in forno statico, confermando la cottura con la prova stecchino.
Lasciamo raffreddare la torta cotta su una gratella per dolci, successivamente dividiamola a metà, farciamola con la crema pasticcera al caffè ormai fredda e poi lasciamo raffreddare la torta farcita ed assemblata in frigorifero per almeno 2 ore (o tutta la notte che è la cosa migliore 😉 ).
Prima di servirla, se volete, spolveratela di zucchero a velo.

Divine Cake (7)

 

Divine Cake (4)

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest ”La torta di compleanno la porto io!” del blog SorrinCucina.

La-Torta-di-Compleanno-la-Porto-Io-2

9 Comments

Rosa del deserto

| Torte

Ciao a tutti!
La ricetta di quest’oggi che vi proponiamo è quella della Rosa del deserto, una golosissima torta con la crema di nocciole nell’impasto e una superficie super croccante di cornflakes, farina di cocco, mandorle a scaglie e cioccolato fondente…una goduria assoluta!
La ricetta originale è di Anna Moroni e ricorda in effetti quei biscottini ai cornflakes che prendono il nome, appunto, di rose del deserto (che fra l’altro assomigliano tanto alle formazioni rocciose che prendono questo nome 😉 ).
Finora per ben 3 volte abbiamo fatto questa torta (una delle quali in occasione di un compleanno 🙂 ), sia utilizzando il burro nell’impasto, sia l’olio di semi (in tal caso sostituite i 100 gr di burro dell’impasto con 80 gr di olio di semi).
Vi consigliamo di usare una teglia ampia, o circolare di 26 cm di diametro o addirittura una teglia rettangolare, per mezzo della quale potrete poi dividere la torta cotta in tanti quadrotti.

  • Ingredienti

300 gr di farina 00 – 180 gr di zucchero
100 gr di burro – 3 uova
un bicchiere di latte – mezza bustina di lievito chimico per dolci
4 cucchiai colmi di Nutella – q.b. di cornflakes
q.b. di farina di cocco – q.b. di cioccolato a scaglie
q.b. di mandorle a scaglie – un pizzico di sale

  • Preparazione

Lavoriamo bene le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale, aggiungiamo il burro morbido, il latte e la farina setacciata con il lievito fino ad ottenere un impasto ben amalgamato e semi-liquido.
Dividiamo l’impasto in 2 parti ed aggiungiamo la Nutella ad una di esse; versiamo nella tortiera di 26 cm imburrata ed infarinata prima l’impasto bianco e poi quello scuro con la Nutella e mescoliamoli velocemente con uno stuzzicadenti per creare dei vortici. Infine mettiamo sopra il composto il miscuglio di cornflakes, farina di cocco, cioccolato a pezzetti, scaglie di mandorle e poi premerlo leggermente con una forchetta.
Inforniamo a 180°C per circa 30/40 minuti e confermiamo la cottura con la prova stecchino.

rosa del deserto

Con questa ricetta abbiamo partecipato al contest “Happy Birthday Le Ricette di Anna e Flavia” del blog Le ricette di Anna e Flavia

contest 1st b-day_2

Con questa ricetta intendiamo partecipare al contest “Dolci Bastardi – il contest di dolci un po’ pazzerello” di Un Dolce al giorno

dolci-bastardi-banner-piccolo

2 Comments

Brownies

| Torte

Ciao a tutti!
Oggi vi proponiamo una ricetta tipica degli Stati Uniti, ossia la ricetta dei Brownies!
I Brownies sono dei golossisimi quadrotti di torta al cioccolato, preparati con il cioccolato fondente e impreziositi dalla frutta secca, come noci, o mandorle o nocciole (noi abbiamo fatto un mix).
La ricetta originale è di Benedetta Parodi, ma abbiamo fatto molto di testa nostra stavolta, dimezzando le dosi, sostituendo il burro fuso con l’olio di semi e lo zucchero a velo con lo zucchero semolato.
Per questa torta si usa rigorosamente una teglia rettangolare, 20×26 cm ;).

Brownies (4)

  • Ingredienti (per una teglia rettangolare di 20×26 cm)

100 gr di cioccolato fondente – 50 ml di olio di mais/girasole/arachide
80 gr di zucchero – 40 gr di farina 00
2 uova – mezzo cucchiaino di lievito chimico per dolci
50 gr di frutta secca a piacere – un pizzico di sale

  • Preparazione

Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato fondente e lasciamolo intiepidire.
Nel frattempo sbattiamo le due uova con lo zucchero e aggiungiamo a filo l’olio continuando a mescolare. A questo punto uniamo la farina ed il lievito setacciati insieme e, per ultimo, il cioccolato fuso. Per rendere più croccanti ed invitanti i brownies, aggiungiamo all’impasto la frutta secca leggermente tostata in forno o in padella e tagliata grossolanamente.
Versiamo il composto in una teglia rettangolare precedentemente coperta da carta da forno e inforniamo a 180 gradi per circa 20-25 minuti (facciamo sempre la prova stecchino).
Una volta raffreddata, tagliamo la torta a cubotti e serviamo, se piace, con dello zucchero a velo sulla superficie di ciascuna porzione.

Brownies (1)

Commenti disabilitati su Brownies

Biscotti natalizi decorati con glassa reale

| Biscotti, Feste e Ricorrenze

Buon pomeriggio!! 🙂
Avete pensato ai regalini da portare ai vostri amici? Che ne pensate di preparare per loro dei  biscotti al cioccolato? Quella che vi proponiamo oggi infatti è la ricetta dei Biscotti natalizi decorati con glassa reale, perfetti da regalare e semplicissimi da realizzare!
Si tratta di una frolla molto intensa di cacao (piacerà molto sia a chi non ama i dolci troppo zuccherosi e a chi non sa resistere al cioccolato :P), decorati con la glassa reale, preparata con l’albume e lo zucchero a velo.
Ovviamente potete realizzare questi biscotti quando volete e con le formine che preferite di più :).

biscotti natalizi con glassa (7)

  • Ingredienti

PASTA FROLLA AL CACAO: 250 gr di farina 00 – 125 gr di zucchero
125 gr di burro – 125 gr di cioccolato fondente
50 gr di cacao amaro – 2 uova
una bustina di vanillina – un cucchiaino di lievito chimico per dolci
un pizzico di sale
GLASSA REALE: un albume – 150 gr di zucchero a velo

  • Preparazione

Per prima cosa mettiamo a sciogliere a bagnomaria il cioccolato, il burro tagliato a pezzetti, lo zucchero e un pizzico di sale; nel frattempo setacciamo la farina, il cacao, il lievito e la vanillina. Quando il cioccolato, il burro, lo zucchero e il pizzico di sale saranno ben sciolti, aggiungiamo le due uova. Ora creare un buco nel mezzo del composto setacciato e versarvi la crema ottenuta mescolando per amalgamare il tutto.
Una volta ottenuto un impasto morbido e liscio, formare una palla, chiudere la ciotola con la pellicola e metterla in frigo per almeno un’ora.
Nel frattempo preparare la ghiaccia reale per la decorazione dei biscotti: mettiamo un albume in una ciotola (deve essere a temperatura ambiente), prendiamo le fruste elettriche per montare l’albume a neve. In seguito aggiungiamo poco per volta lo zucchero a velo setacciato e continuiamo a lavorare la glassa con le fruste fin quando il composto non sarà del tutto amalgamato. Prendiamo la glassa e mettiamola da parte.
Trascorso il tempo di riposo necessario per la pasta frolla, stendiamola con un mattarello su un piano leggermente infarinato; adesso con degli stampini ricavare diverse forme a piacere.
Disponiamo i biscotti su una teglia foderata con carta forno e inforniamo a 180° per circa 12 minuti. Una volta cotti, facciamo intiepidire i biscotti per qualche minuto e poi stacchiamoli dalla carta forno. Lasciamoli raffreddare e poi procediamo con le decorazioni. (possiamo usare o un sac à poche con un beccuccio molto stretto, oppure un piccolo cono creato con carta forno).

biscotti natalizi con glassa (1)

biscotti natalizi con glassa (8)

Commenti disabilitati su Biscotti natalizi decorati con glassa reale

Tronchetto di Natale

| Feste e Ricorrenze, Rotoli

Buongiorno e buona Domenica a tutti!
Il Natale è alle porte, si respira aria di festa, quindi dobbiamo pensare al dolce da proporre sulle tavole natalizie; diciamo la verità, la maggior parte dei dolci natalizi sono praticamente quasi impossibili da preparare in casa (più che altro per la manualità richiesta e per i lunghi tempi di lievitazione), come il Panettone, il Pandoro o il Torrone, ma dalla Francia arriva un dolce, perfetto per questo periodo, semplicissimo da preparare e soprattutto molto gustoso: il Tronchetto di Natale (Buche de Noel in Francia 🙂 )!
Si tratta di un rotolo di pasta biscotto farcito con quello che vi piace (noi vi proponiamo la crema spalmabile alle nocciole come ripieno, ma potete optare anche per la crema pasticcera, panna montata, crema al mascarpone o della semplice marmellata) e rivestito da uno strato di ganache al cioccolato fondente che formerà la corteccia del nostro tronchetto (per rendere maggiormente l’idea abbiamo provato a spargere anche qualche codetta di cioccolato).
Se non avete mai sentito parlare della pasta biscotto, non è altro che un impasto molto simile al pan di Spagna, che viene cotto in una leccarda da forno per pochi minuti ad elevate temperature e conserva l’elasticità e l’umidità giusta per poter essere arrotolato.
Il tronchetto di Natale, o ceppo di Natale, è un simbolo del Natale che in origine, soprattutto nell’Europa settentrionale, veniva bruciato nel camino dal capofamiglia, proprio la sera di Natale.
La ricetta della pasta biscotto è di GialloZafferano, mentre quella della ganache al cioccolato è di GnamGnam.it, ma vi consigliamo di dimezzare le dosi perché è troppo abbondante per ricoprire il tronchetto e basta (negli ingredienti vi inseriremo le dosi corrette e consigliate da noi 😉 ).
Vi ricordiamo che questa che vi proponiamo è anche la ricetta di un buon rotolo farcito, da preparare in qualsiasi momento :).

Tronchetto di Natale (3)

  • Ingredienti

PASTA BISCOTTO: 5 uova – 140 gr di zucchero semolato
100 gr di farina 00 – una bustina di vanillina
GANACHE AL CIOCCOLATO FONDENTE: 100 ml di panna fresca – 125 gr di cioccolato fondente
FARCITURA: Crema spalmabile alle nocciole q.b.

  • Preparazione

Dividiamo gli albumi dai tuorli, montiamo gli albumi a neve in una ciotola ed i tuorli insieme allo zucchero fino a quando risulteranno molto gonfi e spumosi, naturalmente in un’altra ciotola; uniamo gli albumi montati a neve ai tuorli compiendo movimenti delicati dal basso verso l’alto e, per ultima, sempre dal basso verso l’alto, uniamo la farina setacciata insieme alla vanillina.
Distribuiamo l’impasto nella leccarda del forno (proprio quella che è in dotazione con il forno) coperta di carta forno, livelliamo la superficie e cuociamo in forno statico preriscaldato a 220°C per 7 minuti (la superficie deve risultare dorata); una volta cotta, lasciamo raffreddare la pasta biscotto sul piano da lavoro con la sua carta forno, distribuiamo dello zucchero semolato sulla superficie, copriamola con della pellicola trasparente (così non si romperà quando la andremo ad arrotolare) e lasciamola raffreddare completamente a temperatura ambiente.
Nel frattempo prepariamo la ganache al cioccolato, sciogliendo per bene il cioccolato fondente nella panna calda e lasciamo riposare in frigorifero fino a quando andremo a decorare il nostro tronchetto.
Una volta raffreddata, togliamo la pellicola trasparente dalla pasta biscotto, togliamo lo zucchero in eccesso con un pennellino e, delicatamente, con le dita, distribuiamo la crema spalmabile alle nocciole lasciando qualche cm dai bordi ed arrotoliamo, aiutandoci con la carta forno, la pasta biscotto partendo dal lato più lungo. Chiudiamo a caramella il rotolo così formato e lasciamo riposare in frigorifero per mezz’ora.
Trascorsa la mezz’ora, tiriamo fuori il rotolo e la ganache dal frigorifero, tagliamo trasversalmente le estremità del rotolo (daranno ancora di più l’idea del tronchetto), spargiamo la ganache al cioccolato sulla superficie del rotolo, uniamo le due estremità tagliate al rotolo ricoperto di ganache, spargiamo anche su di esse la ganache e, per ultimo, distribuiamo delle codette di cioccolato sopra la ganache ancora morbida.
Lasciamo riposare in frigorifero per qualche ora o, ancora meglio, per tutta la notte prima di servirlo a tavola.

Tronchetto di Natale (4)

Commenti disabilitati su Tronchetto di Natale

Tartufi al cioccolato

| Feste e Ricorrenze, Piccola pasticceria

Buon pomeriggio e buona Domenica a tutti!
In questo primo giorno di Dicembre vi proponiamo la ricetta di dolcetti semplici, buoni e perfetti a chi ama intensamente il cioccolato, ovvero i tartufi al cioccolato!
Cacao e cioccolato sono gli ingredienti principali di questa ricetta che non richiede affatto il forno, ma semplicemente delle fasi di riposo in frigorifero necessarie alla solidificazione del cioccolato; navigando il web sembrerebbe che questi dolcetti siano stati creati alla fine del 1800 in Francia, dove si consumano maggiormente a Natale, da un’italiana, chiamata Nadia Maria Petrucelli (c’è sempre lo zampino di un cuoco italiano quando si tratta di una ricetta golosa e buonissima :P) ma sono molto diffusi anche in Inghilterra e qua in Italia.
Abbiamo preso la ricetta dal blog La cucina antica di Viky, che ringraziamo.
Un piccolo appunto prima di passare alla ricetta: è importante setacciare il cacao amaro prima di mescolarlo al cioccolato perché in questo modo evitiamo di creare fastidiosi grumi, poco gradevoli al palato e, sempre trattando del cacao, vi informiamo che la quantità da usare è q.b., indicativamente 2 cucchiai, ma potrebbe servirvene qualcheduno di più se l’impasto dovesse risultare troppo morbido e difficile da modellare :).

Tartufi al cioccolato (3)

  • Ingredienti (per circa 11 tartufi)

75 ml di latte – 75 gr di cioccolato fondente
75 gr di cioccolato al latte – q.b. di cacao amaro (circa 2 cucchiai)
q.b. di codette di cioccolato – q.b. di zuccherini
q.b. di cacao amaro (per la decorazione finale)

  • Preparazione

In un pentolino scaldiamo il latte e, quando sarà caldo, spegniamo la fiamma e sciogliamoci il cioccolato fondente ed il cioccolato al latte precedentemente spezzettati; una volta sciolto completamente il cioccolato nel latte, mettiamo il pentolino in frigorifero per circa un’ora.
Trascorso il tempo necessario, setacciamo i 2 cucchiai di cacao amaro e mescoliamoli insieme al contenuto del pentolino fino ad ottenere un impasto abbastanza consistente e modellabile con dei cucchiaini (potrebbero quindi servirvi anche un altro cucchiaio di cacao, regolatevi insomma). Su un piatto o su un vassoio coperto di carta forno posizioniamo le palline di cioccolato e riponiamo il tutto in frigorifero per altre 2 ore circa.
A questo punto con le mani diamo una forma più sferica ai tartufi e decoriamoli rotolandoli nel cacao amaro o nei zuccherini o nelle codette di cioccolato. Lasciamo riposare i tartufi di cioccolato in frigorifero prima di servirli.

Tartufi al cioccolato (2)

2 Comments