Crea sito

amarene

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene

| Torte

Buon pomeriggio a tutti!
Ecco il nostro ultimo esperimento, molto gradito: la Torta rustica con nocciole e confettura di amarene.
Rustica perché abbiamo optato per la farina di farro anziché della classica farina di frumento 00 e poi perché la presenza delle nocciole e della confettura conferisce al dolce un senso di casa e di casereccio, non trovate? 🙂
Questa dolce è stata fatto per augurare buon compleanno alla nostra mamma, che adora una particolare torta che viene preparata in un forno vicino casa nostra a base di confettura rossa e nocciole, quindi abbiamo provato a riprodurla da soli e il risultato finale è stato apprezzato parecchio. 😉
Ci siamo ispirati ad una ricetta del blog Meno male son golosa della bravissima Elena (vi consigliamo di visitare anche il suo canale youtube perché ne vale davvero la pena!), ma solo ispirati perché in fondo abbiamo fatto di testa nostra, applicando la nostra “esperienza”, se così si può definire!
Abbiamo scelto uno stampo da 24 cm di diametro, se preferite una torta più alta allora vi consigliamo di cuocerla in uno stampo più piccolo, ad esempio da 22 cm di diametro.
Naturalmente, come in ogni ricetta, liberate la vostra fantasia, se gradite un altro tipo di confettura/marmellata usate quello, se preferite le mandorle sostituitele alle nocciole, se non vi piace la grappa evitatela o sostituitela con un altro liquore e, naturalmente, se non disponete della farina di farro usate tranquillamente la farina 00 o una farina integrale.

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (6)

  • Ingredienti (per uno stampo da 24 cm di diametro)

120 gr di farina di farro – 30 gr di maizena (o fecola di patate)
50 gr di nocciole – 60 gr di zucchero (noi abbiamo scelto 20 gr di zucchero di canna e 40 gr di zucchero bianco)
60 gr di burro – un uovo
una bustina di vanillina – un cucchiaino di cacao amaro (facoltativo)
un cucchiaino di lievito chimico per dolci – la punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio
mezzo vasetto di yogurt bianco (o una tazzina di latte) – un cucchiaio di grappa
confettura di amarene (circa 200 gr) – scaglie di mandorla
un pizzico di sale

  • Preparazione

Tostiamo le nocciole per qualche minuto in padella e frulliamole insieme ad un cucchiaio di zucchero fino a ridurle in farina.
In una ciotola montiamo il burro morbido con lo zucchero fino a renderlo gonfio e spumoso, aggiungiamo l’uovo e un cucchiaio delle polveri setacciate, frulliamo fino a farlo assorbire per bene.
Uniamo ora il cucchiaio di grappa e, gradualmente, la farina setacciata insieme alla maizena, alla vanillina, al cacao amaro, al lievito, al bicarbonato e al sale continuando a frullare, nel mentre lo yogurt per ammorbidire l’impasto e, per ultime, le nocciole ridotte in farina.
Versiamo l’impasto nello stampo precedentemente imburrato ed infarinato, livelliamolo per bene, aggiungiamo a cucchiaiate la confettura di amarene e distribuiamo sui bordi le scaglie di mandorla.
Cuociamo la torta in forno preriscaldato a 180°C per 30/35 minuti, confermando la cottura con uno stuzzicadenti.

Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (7)

Uno zoom sulla torta tagliata 😉
Torta rustica con nocciole e confettura di amarene (3)

 

Con questa ricetta partecipiamo al contest ”La torta di compleanno la porto io!” del blog SorrinCucina.

La-Torta-di-Compleanno-la-Porto-Io-2

Con questa ricetta partecipo alla 7° Raccolta:  Un dolce nel cuore di La Cascata dei Sapori in collaborazione con AntoCrea.
un dolce nel cuore

Con questa ricetta partecipiamo alla raccolta di Federica: “Noi, contro la violenza sulle donne”
basta-violenza_ritaglio

4 Comments

Crostata di ricotta e amarene

| Crostate, Le ricette della tradizione italiana

Buongiorno a tutti e buona Domenica a tutti!
Oggi vi proponiamo una costata, tipica della tradizione ebraica della città di Roma, la Crostata di ricotta e amarene; sì, è vero, la ricetta originale richiede la confettura di visciole, ma non l’abbiamo trovata al supermercato, per cui abbiamo deciso di sostituirla con la confettura di amarene (ma se non trovate nemmeno quella o se avete a casa una più tradizionale marmellata di ciliegie, usate pure quella ;)) e il risultato è stato molto soddisfacente.
Abbiamo seguito la ricetta del blog La via delle spezie, in modo particolare i consigli sulla crema di ricotta e sullo stampo, uno stampo a cerniera da 26 cm.

Crostata ricotta e amarene (1)

  • Ingredienti

Per la pasta frolla:
400 gr di farina 00 – 200 gr di burro
200 gr di zucchero – 4 tuorli
scorza di un limone grattugiata

Per la crema di ricotta:
400 gr di ricotta – un uovo
100 gr di zucchero – un cucchiaio di limoncello

400 gr di confettura di amarene

  • Preparazione

Prepariamo la pasta frolla unendo il burro freddo alla farina, allo zucchero e alla scorza di limone fino a creare una sabbia, per poi unire i tuorli e impastare fino ad ottenere un panetto compatto. Copriamo il panetto con la pellicola e lasciamolo riposare in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo prepariamo la crema di ricotta, mescolando la ricotta allo zucchero, all’uovo e al cucchiaio di limoncello (o di qualunque altro liquore profumato) fino a quando diventa liscia e senza grumi.
Passati i 30 minuti, stendiamo 2/3 della pasta frolla fra due fogli di carta forno e adagiamola sulla base di uno stampo a cerniera di 26 cm precedentemente imburrato bucherellandola con la forchetta.
A questo punto distribuiamo per bene la confettura di amarene sulla base di pasta frolla e per ultima la crema di ricotta; livellatela per bene e infine posizionate sopra di essa le strisce fatte con la pasta frolla avanzata.
Inforniamo a 170°C per circa un’ora, fino a quando le strisce e il bordo di pasta frolla diventeranno di un bel colore dorato ;).
Conservate la crostata in frigorifero.

Crostata ricotta e amarene (3)

  • Consiglio sulla pasta frolla

La pasta frolla è buonissima, croccante e davvero piacevole sotto i denti, un po’ meno piacevole da stendere, perché si sbriciola facilmente usando il matterello e basta; per questo motivo provate a stenderla fra due fogli di carta forno e sarà molto più semplice farlo! Se vi si dovesse rompere mentre la adagiate sullo stampo non preoccupatevi, rattoppatela e coprite i buchi, in cottura tutto si uniformerà ;).

4 Comments