Oggi a lezione di meringhe!!

meringhe (3)

Dall’albume dell’uovo montato con lo zucchero si creano questi dolcetti tanto invitanti quanto irresistibili. Rappresentano una salvezza quando vuoi preparare qualcosa di dolce ma non hai nulla in dispensa…con pochi ingredienti si riescono a fare qualcosa di davvero soddisfacente 😉 .

3 sono le tipologie di meringhe che conosciamo (2 delle quali sono italiane): la meringa FRANCESE (che abbiamo fatto e per la ricetta cliccate qui) che è anche il metodo più semplice per farla, montando a neve gli albumi con metà dello zucchero e qualche goccia di limone e, quando si raggiungerà un composto piuttosto denso ma lucido, aggiungere il restante zucchero senza usare le fruste.

meringhe (2)

Poi conosciamo (ma non abbiamo mai provato a fare a causa del procedimento un po’ lungo e piuttosto professionale) la meringa ITALIANA la quale, a differenza di quella francese, ha lo zucchero cotto che viene fatto sciogliere in un po’ di acqua fino a raggiungere una determinata temperatura, e poi aggiunto, a filo, agli albumi che montano…insomma, un procedimento un po’ lungo, ma necessario se non vogliamo correre rischi con le uova crude!

Infine, molto interessante e che non ha nulla da invidiare alle precedenti tipologie di meringa, è la meringa SARDA, una meringa arricchita di scorza di limone e di scaglie di mandorle, croccanti fuori e fondenti dentro.

Va ricordato che, a differenza della meringa sarda che va cotta per poco tempo, a solo 15 minuti a 180°, la meringa classica va solo asciugata, non cotta, a temperatura bassa per un’ora, per evitare che diventino scure quando sono in forno!!

La ricetta base della meringa è perfetta per tante altre preparazioni, pensate ai macarons o alla lemon meringue pie solo per fare qualche esempio!

Conoscete altri tipi di meringhe?? Non esitate a farcelo sapere!! 🙂

Commenti disabilitati su Lezione di…meringhe!!

Comments are closed.