Crea sito

Pizza e altri prodotti da forno

Focaccia (quasi) barese

| Le ricette della tradizione italiana, Pizza e altri prodotti da forno

Buongiorno a tutti!!
Da quanto tempo, mannaggia, troppo!
Fra una cosa e un’altra il tempo da dedicare al blog si è ridotto sempre più, tuttavia la voglia di cucinare no! 😉
La focaccia barese deve essere innalzata ad una istituzione della cucina italiana per la sua bontà e per la sua bellezza; con quei pomodori e quelle olive in superficie e con quell’impasto soffice e impreziosito da un buon olio extravergine d’oliva risulta davvero difficile resistere dalla tentazione di morderne solamente una fetta.
Io ho assaggiato la vera focaccia barese a Bari e devo dire che è la fine del mondo, per questo la mia è una focaccia quasi barese, perché ricorda l’originale solo per gli ingredienti, tuttavia è molto buona egualmente, per questo voglio proporvela.
Le dosi che vi suggerisco sono per una teglia rettangolare piuttosto piccola, se preferite ottenere una focaccia alta e più grande, raddoppiate le dosi e usate la placca che il vostro forno ha in dotazione. 😉
Detto ciò, buon Martedì e a presto (speriamo! :D)

Ingredienti
100 gr di semola rimacinata di grano duro – 150 gr di farina 0
un cucchiaio e mezzo di olio extravergine d’oliva – una patata lessa piccola
150 ml di acqua – 10 gr di miele (o zucchero)
7 gr di sale fino – 3 gr di lievito di birra secco
pomodorini ciliegino q.b.
olive (verdi o nere) q.b. – origano q.b.
sale q.b.

Preparazione
In un bicchiere sciogliere il lievito di birra secco con il miele e un po’ di acqua tiepida e attendere la formazione delle bollicine.
In una ciotola setacciare le farine, aggiungere la patata lessa e schiacciata, l’olio extravergine d’oliva, il lievito attivato e la restante acqua, quindi iniziare a mescolare con un cucchiaio di legno; prima di passare ad impastare con le mani, aggiungere il sale, quindi impastare per almeno 10 minuti, o fino a quando otterrete una palla liscia ed omogenea.
Lasciar lievitare l’impasto in una ciotola unta con un filo d’olio e coperta con un foglio di pellicola e attendere il raddoppio del suo volume.
Stendere l’impasto con le mani su una placca da forno non eccessivamente larga, disporre sulla superficie i pomodorini tagliati a metà e le olive, quindi farlo rilievitare per 30 minuti.
Prima di infornare la focaccia cospargere la superficie con l’origano, un po’ di sale e un filo d’olio, quindi cuocere in forno preriscaldato statico a 200°C per 25 minuti, deve risultare dorata.

20160623_18472520160623_184841

2 Comments

Pizza Stromboli

| La cucina fra le pagine dei libri (e non solo), Pizza e altri prodotti da forno

Buongiorno a tutti!
La gioia di impastare è indescrivibile, veder nascere e crescere un impasto è una sensazione unica.
Questo è un calzone ripieno e dal sapore esplosivo…la Pizza Stromboli! Esplosivo sì, salame piccante, peperoni, scamorza…al solo pensiero ci viene l’acquolina in bocca, non sappiamo voi! 😀
Sul web si legge che questo piatto abbia origine italo – americana e che sia nato per celebrare il film del 1949 di Roberto Rossellini, interpretato da Ingrid Bergman, e dal titolo Stromboli (Terra di Dio); lo conoscete? Fatecelo sapere, intanto vi alleghiamo la locandina.2602-stromboli-terra-di-dioPassiamo ora alla ricetta, semplicissima ma gustosissima, fidatevi! Questa è la nostra versione, affine ai nostri gusti ma fedele all’esplosività della ricetta originale! 😀
Per l’impasto della pizza, ci siamo affidati alla ricetta collaudata che vi proponiamo sul blog.

  • Ingredienti (per 4 persone)
    250 gr di farina per pizza (in alternativa metà farina 00 e metà farina manitoba) – 150 gr di acqua tiepida
    mezzo cubetto di lievito di birra (o mezza bustina di lievito di birra secco) – un cucchiaio abbondante di olio extravergine d’oliva
    un cucchiaino di miele (o zucchero) – mezzo cucchiaino di sale
    RIPIENO: 150 gr di polpa di pomodoro – 120 gr di scamorza affumicata (o altro formaggio filante che preferite)
    100/120 gr di salame piccante (nel nostro caso sono state 9 fette) – mezzo peperone (o un peperone piccolo)
    olio evo q.b. – sale e pepe q.b.
  • Preparazione
    Prepariamo l’impasto della pizza Stromboli sbriciolando in un bicchiere o in una ciotolina il lievito di birra e versandoci un po’ di acqua tiepida insieme ad un cucchiaino di miele, mescoliamo e lasciamo attivare il lievito per qualche minuto (fino a quando si noterà in superficie delle piccole bolle).
    In una ciotola versiamo la farina e, gradualmente, aggiungiamo il lievito disciolto ed attivato, il resto dell’acqua tiepida e il cucchiaio abbondante di olio, mescoliamo dapprima con un cucchiaio, in seguito, una volta assorbita l’acqua (ottenuta cioè la maglia glutinica) aggiungiamo il sale (non prima, deve stare distante dal lievito) e poi procediamo ad impastare con le mani per almeno 10 minuti (in questa fase potrebbe occorrere una manciata di farina in più, necessaria per impedire alla pasta di appiccicarsi alle nostre mani), fino a raggiungere un panetto liscio e ben lavorato.
    Poniamo l’impasto all’interno di una ciotola unta d’olio, copriamola con la pellicola trasparente e lasciamolo lievitare fino al raddoppiamento del suo volume (almeno un’ora e mezza) in un luogo tiepido, magari coperto da una coperta o da una tovaglia.
    Nel frattempo prepariamo il sugo di pomodoro versando la polpa di pomodoro in un pentolino insieme ad un filo d’olio e a 2 dita di acqua, lasciamola restringere per una decina di minuti aggiustandola di sale e di pepe.
    Una volta lievitato l’impasto, stendiamolo con il mattarello fino ad ottenere un rettangolo piuttosto sottile, spargiamo il sugo di pomodoro ristretto e raffreddato, distribuiamo le fette di salame piccante, di scamorza affumicata ed il peperone ridotto a cubetti, arrotoliamo l’impasto fino ad ottenere un bel fagotto e poi adagiamolo su una leccarda da forno coperta di carta forno.
    Pizza Stromboli primaLasciamo rilievitare la pizza per altri 30 minuti prima di cuocerla in forno preriscaldato a 170°C per 45 minuti (forno ventilato, così la superficie verrà ben croccante ;)). Prima di infornare vi consigliamo di praticare delle incisioni sulla superficie del calzone, in tal modo la cottura avverrà più uniformemente (anche se un po’ di formaggio tenderà a fuoriuscire, pazienza).

Una volta cotta, lasciamo intiepidire la Pizza Stromboli e poi serviamola a tavola.
Pizza Stromboli (1)Pizza Stromboli (2)

Con questa ricetta partecipiamo al contest Happy Birthday Ajò a Pappai del blog Ajò a Pappai

2contest_HappyBirthdayAjoaPappai

Con questa ricetta partecipiamo al contest I lievitati del blog La cucina di Esme

contest sui lievitati []

CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST DI SABRINAINCUCINA “FESTEGGIA CON ME”
CONTEST FESTEGGIA CON ME

6 Comments

Casatiello

| contest, Le ricette della tradizione italiana, Pizza e altri prodotti da forno

Ma quanto è buona la cucina campana? Troppo.
Quanti rustici deliziosi esistono a Napoli e dintorni? Troppi.
Troppo buono è anche il Casatiello, deliziosa ciambella rustica tipicamente campana di pasta del pane, farcita e decorata con delle uova in gabbia in superficie.
Tradizionalmente questo piatto viene consumato a Pasqua ed è perfetto per il tipico picnic di Pasquetta, ma è una preparazione talmente buona che può essere consumata durante tutto l’anno!
Se preferite che le uova facciano parte del ripieno, allora bollitele, lasciatele raffreddare, tagliatele a cubetti e fate far loro amicizia con il resto degli ingredienti della farcia; in tal modo si ottiene il Tortano! 😉
Piccolo appunto: la ricetta originale prevede l’uso della sugna ma noi abbiamo preferito usare del buon olio extravergine d’oliva (sconsigliamo il burro, il Casatiello non è un pan brioche 🙂 ).

Casatiello (1)

  • Ingredienti
300 gr di farina manitoba – 300 gr di farina 00
una bustina di lievito di birra disidratato (o un cubetto da 25 gr fresco) – 350 ml di acqua tiepida
120 ml di olio extravergine d’oliva – un cucchiaino di miele
2 cucchiaini di sale – pepe q.b.
200 gr di salame piccante – 100 gr di provolone
80 gr di parmigiano grattuggiato – 4 uova intere
un tuorlo per spennellare
  • Preparazione
In una ciotola mettiamo le 2 farine, una bella macinata di pepe, il lievito di birra disidratato e mescolare il tutto con un cucchiaio.
Aggiungiamo l’olio, il miele, l’acqua tiepida gradualmente per creare l’impasto e, per ultimo, il sale (mai metterlo a diretto contatto con il lievito, non vanno d’accordo).
Impastiamo per almeno 10 minuti, aiutandoci con della farina 00, e lasciamo riposare il panetto per almeno 2 ore, in una ciotola coperta dalla pellicola trasparente, in un luogo asciutto.
Passato il tempo necessario affinché l’impasto duplichi il suo volume, stendiamolo, con l’aiuto della farina e di un mattarello, abbastanza sottile.
A questo punto farciamolo con il salame, il provolone e il parmigiano, arrotoliamolo e mettiamolo in uno stampo da ciambella di 24 cm di diametro precedentemente unto d’olio.
Lasciamolo riposare per un’oretta e, prima di metterlo in forno a 200°C per 45 minuti, adagiamo sul rotolo le 4 uova “ingabbiate” con delle strisce dell’impasto e spennelliamolo con del rosso d’uovo sbattuto.
Serviamolo tiepido o a temperatura ambiente.
Casatiello (3)
Ecco la fetta:
Casatiello (6)
CON QUESTA RICETTA ABBIAMO PARTECIPATO AL CONTEST “LA CIAMBELLA PERFETTA DI GIOCHI DI ZUCCHERO E A TUTTO PEPE
PicsArt_1408525416632

con questo progetto/ricetta partecipo alla Linky Party Easter Eggs & Spring colors del blog Tra Cucina & Realtà

2wgbs6w

 

Con questa ricetta partecipiamo alla 3° Raccolta: La cucina dei desideri segreti – I Lievitati di La Cascata dei Sapori in collaborazione con AntoCrea.

11356058_10206775078319630_39786739_n

CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST DI SABRINAINCUCINA “FESTEGGIA CON ME”
CONTEST FESTEGGIA CON ME

10 Comments

Plumcake salato con prosciutto cotto ed emmental

| Pizza e altri prodotti da forno, Plumcake

Buonasera e buon 2015 a tutti! 😀
Eccoci a presentarvi il Plumcake salato con prosciutto cotto ed emmental che abbiamo preparato per il cenone di Capodanno e che è stato, fortunatamente, molto gradito! 😀
Abbiamo preparato questo plumcake salato seguendo la ricetta base dei muffin che usiamo sempre – naturalmente omettendo lo zucchero XD – aggiungendo dei cubetti di prosciutto cotto e dell’emmental ridotto a striscioline.

INGREDIENTI
250 gr di farina 00 – mezza bustina di lievito istantaneo per torte salate
mezzo cucchiaino di sale – un cucchiaio abbondante di parmigiano grattugiato
un pizzico di bicarbonato di sodio – pepe q.b.
2 uova – 150 ml di latte
40 ml di olio di semi (quello che preferisci, sennò anche olio d’oliva)
150 gr di prosciutto cotto a cubetti – 100 gr di emmental (ma puoi scegliere il ripieno che vuoi!)

PREPARAZIONE
2 Ciotole: in una ciotola setaccia la farina insieme al sale, al lievito e al bicarbonato, aggiungi il parmigiano, la spezia, il prosciutto cotto e l’emmental tagliato a striscioline o a cubetti e mescola per bene, nell’altra ciotola invece tutti gli altri ingredienti liquidi e mescolali per bene. Versa gli ingredienti liquidi in quelli secchi fino ad ottenere una pastella liscia e cremosa.
Distribuisci l’impasto nello stampo da plumcake imburrato (anzi, oleato nel nostro caso :P) ed infarinato, e cuoci in forno preriscaldato a 180°C per 40/45 minuti (conferma la cottura con lo stecchino). Ah, forno statico!

Plumcake salato (3)

Commenti disabilitati su Plumcake salato con prosciutto cotto ed emmental

Crescioni

| Le ricette della tradizione italiana, Pizza e altri prodotti da forno

Ciao e buon pomeriggio a tutti!
Che ne dite di spostarci (almeno con il pensiero e, soprattutto, con il gusto) in Romagna? Vogliamo proporvi i Crescioni (o Cassoni, voi come li chiamate?), delle focacce ripiene ricavate dallo stesso impasto della piadina.
La ricetta è supercollaudata e sono già parecchie volte che li prepariamo a casa e dobbiamo anche ringraziare il blog Vale Cucina e Fantasia, dal momento che la ricetta è sua. 😉
Con queste dosi otterrete una decina di Crescioni o una focaccia intera, a voi la scelta.
Non siamo romagnoli, abbiamo usato l’olio extravergine d’oliva, ma se preferite lo strutto fate pure insomma.
Il bello dei Crescioni è che possono essere farciti a piacere, noi stavolta abbiamo scelto salumi e formaggi filanti, fra cui scamorza ed emmenthal.

Crescioni (1)

Ingredienti (per 10 Crescioni)
375 gr di farina 00 (vi consigliamo quella ideale per sfoglie e pasta fresca) – 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
120 ml di latte – 80 ml di acqua
3 cucchiaini di lievito istantaneo per torte salate – 3/4 di cucchiaino di sale
RIPIENO A PIACERE (ad esempio salumi, formaggi, verdure…)

Preparazione
In un’ampia ciotola setacciamo la farina insieme al lievito istantaneo e al sale, mescoliamo le polveri, aggiungiamo gradualmente il latte miscelato insieme all’acqua e all’olio evo, amalgamiamo dapprima con un cucchiaio e poi iniziamo ad usare le mani ed impastiamo per almeno 10 minuti, fino a quando otterremo un impasto liscio ed elastico. Copriamo il panetto con la pellicola trasparente e lasciamolo riposare per una trentina di minuti in frigorifero.
Trascorso il tempo necessario, ricaviamo dall’impasto 10 palline (ma il numero dipende da quanto volete grandi i Crescioni) e stendiamole con il mattarello piuttosto sottili; farciamo ogni disco con il ripieno che desiderate (ad esempio salumi e formaggi filanti), chiudiamo e sigilliamo con i rebbi della forchetta.
Cuociamo i Crescioni in una padella calda, posta su una fiamma media, e cuociamo per qualche minuto ciascun lato (fino a quando iniziano ad assumere un bel colore dorato), avendo l’accortezza anche di cuocere le giunture.
Serviamoli caldi.

Crescioni (3)

Crescioni (2)

Commenti disabilitati su Crescioni

Torta salata alle zucchine

| Pizza e altri prodotti da forno

Buongiorno e buon Sabato a tutti!
Pochi giorni fa avevamo caricato sul nostro profilo Google+ (se vi va, seguiteci anche qui, ci farebbe davvero piacere) la foto della Torta salata alle zucchine e avevamo precisato che avremmo scritto la ricetta qualora il risultato finale avesse soddisfatto il palato dei nostri amici e, naturalmente, quello nostro; beh, è andata bene! 😀
L’ispirazione per questa torta salata alle zucchine ci è venuta leggendo il libro di Benedetta Parodi “E’ pronto!”, nel quale è inserita una torta salata ai fiori di zucca; sarebbe stato grandioso inserire qualche fiore di zucca nel ripieno, purtroppo il supermercato non ne era provvisto e ci siamo dovuti “accontentare” delle zucchine sole solette.
La base della torta è di pasta brisè, per comodità abbiamo preferito comprare il disco già pronto al supermercato ma, vi assicuriamo, è decisamente migliore, più sana e più croccante quella fatta in casa! (Seguite la ricetta della pasta brisè che siamo soliti preparare cliccando qui)
Naturalmente la fantasia è e deve essere l’ingrediente principale nella preparazione di questa torta salata, nel senso che potete aggiungere le verdure che volete, aromatizzare a vostro piacere e sostituire la robiola con qualunque altro formaggio fresco spalmabile.

  • Ingredienti (per una tortiera di 26 cm di diametro)

un disco di pasta brisè – una cipolla
uno spicchio d’aglio – una carota
2 zucchine – 100 gr di robiola
un uovo intero + un tuorlo – 2 cucchiai di latte (o panna)
olio extravergine d’oliva q.b. – sale e pepe q.b.
origano q.b.

  • Preparazione

Srotoliamo il disco di pasta brisè e adagiamolo (senza carta forno) sulla base della tortiera leggermente unta. Eliminiamo la pasta in eccesso (non vi consigliamo un bordo troppo alto, il ripieno non è eccessivo), bucherelliamo la pasta con i rebbi di una forchetta e procediamo con la cottura alla cieca, disponendo un foglio di carta forno, dei fagioli secchi o del riso sopra di esso e mettiamo la tortiera in forno statico a 190°C per 10-12 minuti; trascorso il tempo necessario, togliamo il foglio di carta forno che raccoglie i fagioli e attendiamo che il ripieno sia pronto da inserire sul guscio precotto di pasta brisè.
Tagliamo come vogliamo le verdure e lasciamole appassire per qualche minuto in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio tritato finemente, correggendo di sale e pepe.
In una ciotola sbattiamo l’uovo intero più il tuorlo insieme alla robiola, al latte, all’origano e ad un pizzico di sale fino a rompere tutti i grumi del formaggio.
Fatte raffreddare le verdure, disponiamole sul guscio di pasta brisè, versiamo poi la crema di robiola e uova e, con l’aiuto di un cucchiaio, cerchiamo di distribuirla uniformemente su tutta la base.
Proseguiamo la cottura in forno statico a 190°C per altri 40 minuti.

Torta salata alle zucchine (2)

 

con questo progetto/ricetta partecipo alla Linky Party Easter Eggs & Spring colors del blog Tra Cucina & Realtà

2wgbs6w

6 Comments

Torta Pasqualina

| Feste e Ricorrenze, Le ricette della tradizione italiana, Pizza e altri prodotti da forno

Buongiorno e buona Pasquetta a tutti!
Oggi proponiamo la ricetta della Torta Pasqualina, una torta salata genovese che si prepara proprio nel periodo di Pasqua; si compone di 4 strati di pasta “matta” (realizzata con acqua, farina, sale e olio extravergine d’oliva) e di un ripieno di carciofi, ricotta e uova.
Se non vi piacciono i carciofi potete scegliere o le bietole o gli spinaci (indicativamente ve ne occorreranno circa 500 gr), non stravolgereste la ricetta tradizionale :). In più, se andate di fretta, potete sostituire la pasta matta con la pasta brisè o con della pasta sfoglia, a voi la scelta.
E’ molto buona sia calda sia tiepida.
La ricetta della pasta matta è tratta dal blog Il chicco di mais ;).

Torta pasqualina (4)

  • Ingredienti (per una tortiera di 24 cm di diametro)

PER LA PASTA MATTA: 450 gr di farina 00 – 70 ml di olio extravergine d’oliva
200 ml di acqua tiepida – un cucchiaino di sale
PER IL RIPIENO: 4/5 carciofi – 250 gr di ricotta
3 cucchiai di parmigiano reggiano – una cipolla
uno spicchio d’aglio – 4 uova (3 intere e uno per legare la crema di ricotta e carciofi)
olio extravergine d’oliva q.b. – sale q.b.
pepe nero q.b.

  • Preparazione

Per la pasta matta disponiamo a fontana la farina ed il sale, versiamo l’olio e, in modo graduale l’acqua tiepida, iniziamo a lavorare gli ingredienti prima con una forchetta e poi con le mani. Dobbiamo impastare per almeno 10/15 minuti, fino a quando la pasta risulterà liscia, elastica e ben levigata. Copriamola con la pellicola e lasciamola riposare in frigorifero.
Occupiamoci del ripieno, mondando i carciofi (eliminando le foglie esterne più dure e la barbetta interna e pareggiando le punte), tagliamoli a spicchi non troppo spessi e lasciamoli immersi in una bacinella con acqua e del succo di limone.
In una padella scaldiamo l’olio, versiamo la cipolla tagliata ad anelli e lo spicchio d’aglio e lasciamoli appassire dolcemente (anche con un cucchiaio d’acqua) fino a quando la cipolla risulterà trasparente e morbida; scoliamo i carciofi, versiamoli nella padella, saliamo e pepiamo e lasciamoli cuocere fino a quando risulteranno cotti e morbidi, aiutandoci con mezzo bicchiere d’acqua e coprendo con un coperchio.
Una volta cotti, trasferiamo i carciofi stufati in una ciotola per farli raffreddare prima; quando si saranno intiepiditi, aggiungiamo la ricotta, il parmigiano e l’uovo, mescoliamo e otteniamo così la crema di ricotta e carciofi.
Dividiamo in 4 parti la pasta matta ormai riposata, e stendiamo con il mattarello ciascuna parte il più sottilmente possibile. In una tortiera di 24 cm di diametro unta d’olio, disponiamo 2 sfoglie di pasta matta, una sopra l’altra, versiamo la crema di ricotta e carciofi, facciamo tre buche nelle quali inseriremo 3 uova intere, che saleremo e peperemo leggermente; copriamo la torta con le restanti 2 sfoglie di pasta matta, una sopra l’altra, chiudiamo i bordi ed eliminiamo l’eventuale pasta in eccesso.
Cuociamo la torta in forno preriscaldato a 180°C per un’ora (se dopo 45 minuti dovesse dorarsi troppo la superficie, allora coprite la teglia con dell’alluminio e proseguite la cottura senza problemi).

Torta pasqualina (1)

con questo progetto/ricetta partecipo alla Linky Party Easter Eggs & Spring colors del blog Tra Cucina & Realtà

2wgbs6w

4 Comments

Pizza di formaggio

| Feste e Ricorrenze, Le ricette della tradizione italiana, Pizza e altri prodotti da forno

Festeggiate con noi la prossima Pasqua portando a tavola una specialità marchigiana/umbra: la Pizza di formaggio!
Si tratta di una pasta lievitata ed arricchita di formaggi, quali parmigiano grattugiato, pecorino romano e cubetti di emmenthal!
E’ perfetta da abbinare coi salumi, ma può essere proposta come merenda! 😉

  • Ingredienti

Per 2 terrine:
Uova: 3 intere Lievito di birra: un cubetto Latte: 1 bicchiere
Farina di tipo 0: 500gr Emmenthal: 100 gr (tagliato a cubetti)
Parmigiano grattugiato: 50 gr Pecorino Romano grattugiato: 40 gr
Olio: 3 mezzi gusci Sale e Pepe: a piacere

  • Preparazione

Sciogliere il cubetto di lievito in un bicchiere di latte tiepido; nel frattempo sbattere insieme le 3 uova intere, 3 gusci di olio, il parmigiano grattugiato e il pecorino grattugiato, poco sale e una macinata di pepe. Poi aggiungere il lievito sciolto nel latte, mescolare e aggiungere a poco a poco la farina precedentemente setacciata per evitare la formazione di grumi.
Quasi alla fine aggiungere i cubetti di Emmenthal (lasciarne da parte una decina) e mescolare per farli incorporare con l’impasto.
Quando l’impasto risulta omogeneo e si stacca dalle pareti della ciotola (deve apparire piuttosto colloso), versare il composto in due apposite terrine precedentemente ricoperte con carta da forno bagnata e accartocciata.
Chiudere le terrine in due buste di plastica e lasciarle lievitare in un luogo caldo per 1h e 30min. Una volta lievitate, aggiungere dei cubetti di Emmenthal in superficie e spennellare con un tuorlo d’uovo. Infine infornare a 180° per 45-50min (anche un’ora se il forno non è molto potente).

Commenti disabilitati su Pizza di formaggio

Focaccia al rosmarino

| Pizza e altri prodotti da forno

Buonasera a tutti!
Finalmente torniamo con una ricetta salata, con un lievitato salato amato da tutti, la Focaccia al rosmarino, perfetta per accompagnare i salumi o da gustare da sola per una buona e sana merenda. 😉
La ricetta originale è tratta dal blog In cucina con Valeria, ma abbiamo apportato delle modifiche personali.

Focaccia al rosmarino (2)

  • Ingredienti

400 gr di farina Manitoba – 6 gr di lievito di birra secco (o 20 gr di lievito di birra fresco)
200 ml di acqua – 50 ml di olio extravergine d’oliva
un cucchiaino di zucchero – mezzo cucchiaino di sale
rosmarino q.b. – sale grosso q.b.

  • Preparazione

Nei 200 ml di acqua tiepida, sciogliamo lo zucchero ed il lievito e mescoliamo con una frusta fino a quando non vedremo più i granelli di lievito.
In una ciotola versiamo tutta la farina e a poco a poco uniamo l’acqua nella quale abbiamo sciolto il lievito, successivamente l’olio extravergine d’oliva e, per ultimo, il sale.
Impastiamo energicamente per circa 10 minuti, aiutandoci o con della farina di supporto qualora l’impasto risultasse troppo colloso o con dell’acqua se invece risultasse troppo secco.
Quando avremo ottenuto un panetto liscio ed omogeneo, poniamolo in una ciotola unta d’olio, copriamola con della pellicola trasparente e la lasciamo lievitare in un posto caldo fino al raddoppiamento del suo volume (ci vorranno anche 2 ore e 30/3 ore).
A questo punto prendiamo l’impasto lievitato e stendiamolo con le mani in una teglia unta con un po’ d’olio e lasciamola rilievitare per altri 30 minuti.
Prima di infornare, distribuiamo sulla superficie della focaccia lievitata del rosmarino, del sale grosso e un filo d’olio, quindi cuociamola in forno preriscaldato a 180°C per 30/35 minuti o fino a quando la sua superficie risulterà ben dorata.

Focaccia al rosmarino (2)

Commenti disabilitati su Focaccia al rosmarino