Crea sito

Feste e Ricorrenze

Vassilopita

| contest, Feste e Ricorrenze, Torte

Buongiorno e buon 2016 a tutti!
Come avete passato Capodanno? Vi siete divertiti?
Noi abbiamo accolto il 2016 con una fetta di Vassilopita, la torta greca all’arancia che si consuma durante la mezzanotte di Capodanno e si dice porti fortuna…chissà!
Insomma, basta con le lenticchie e cotechino a Capodanno, d’ora in poi una bella fetta di Vassilopita sarà il modo migliore per inaugurare l’anno che verrà.
La ricetta non è affatto mia, è della grandissima Benedetta Parodi, la quale ha presentato questa torta durante una puntata del suo cooking show I menu di Benedetta e mi ha subito incuriosito, perché non contiene assolutamente latte e ha tanto succo d’arancia.
Rispetto alla ricetta originale ho apportato qualche personale modifica: innanzitutto ho dimezzato le dosi per uno stampo da 24 cm di diametro, in seguito ho sostituito il burro fuso con l’olio di semi di mais, per rendere la torta senza lattosio, e parte della farina 00 con della fecola di patate, per renderla ancora più soffice; inoltre non ho montato gli albumi, ma ho usato le uova intere nella torta.
Eccovi la ricetta della Vassilopita, con la quale vi auguro un sereno 2016. A presto! 🙂

Ingredienti (per uno stampo da 24 cm di diametro)
215 gr di farina 00 – 50 gr di fecola di patate (o maizena)
2 uova – 120 gr di zucchero (meglio se metà di canna e metà bianco)
190 ml di succo d’arancia – 60 ml di olio di semi di mais
8 gr di lievito chimico per dolci – la punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio
scorza d’arancia q.b. – limoncello (brandy nella ricetta di Benedetta) q.b.
un pizzico di sale

Preparazione
In una ciotola mescolare l’olio con lo zucchero, aggiungere in seguito un uovo e un cucchaio di polveri (farina, lievito chimico, bicarbonato, sale e fecola di patate) setacciate alla volta. Integrate le uova, aggiungere il resto delle polveri da setacciare alternandole al succo d’arancia, fino ad ottenere un impasto liscio e privo di grumi. Inserire infine la scorza d’arancia e il limoncello.
Cuocere la Vassilopita in forno preriscaldato statico a 180°C per 40 minuti, confermando la cottura con la prova stecchino.
Vassilopita (5)Lasciar raffreddare la torta completamente su una gratella per dolci una volta che si è intiepidita.
Vassilopita (4)Vassilopita (3)Ecco la torta pronta per essere servita.
Vassilopita (2)Vassilopita (1)Con questa ricetta partecipo al contest Visto e Rifatto del blog In cucina col cuore.
_MG_0578

Commenti disabilitati su Vassilopita

Torta Pasqualina

| Feste e Ricorrenze, Le ricette della tradizione italiana, Pizza e altri prodotti da forno

Buongiorno e buona Pasquetta a tutti!
Oggi proponiamo la ricetta della Torta Pasqualina, una torta salata genovese che si prepara proprio nel periodo di Pasqua; si compone di 4 strati di pasta “matta” (realizzata con acqua, farina, sale e olio extravergine d’oliva) e di un ripieno di carciofi, ricotta e uova.
Se non vi piacciono i carciofi potete scegliere o le bietole o gli spinaci (indicativamente ve ne occorreranno circa 500 gr), non stravolgereste la ricetta tradizionale :). In più, se andate di fretta, potete sostituire la pasta matta con la pasta brisè o con della pasta sfoglia, a voi la scelta.
E’ molto buona sia calda sia tiepida.
La ricetta della pasta matta è tratta dal blog Il chicco di mais ;).

Torta pasqualina (4)

  • Ingredienti (per una tortiera di 24 cm di diametro)

PER LA PASTA MATTA: 450 gr di farina 00 – 70 ml di olio extravergine d’oliva
200 ml di acqua tiepida – un cucchiaino di sale
PER IL RIPIENO: 4/5 carciofi – 250 gr di ricotta
3 cucchiai di parmigiano reggiano – una cipolla
uno spicchio d’aglio – 4 uova (3 intere e uno per legare la crema di ricotta e carciofi)
olio extravergine d’oliva q.b. – sale q.b.
pepe nero q.b.

  • Preparazione

Per la pasta matta disponiamo a fontana la farina ed il sale, versiamo l’olio e, in modo graduale l’acqua tiepida, iniziamo a lavorare gli ingredienti prima con una forchetta e poi con le mani. Dobbiamo impastare per almeno 10/15 minuti, fino a quando la pasta risulterà liscia, elastica e ben levigata. Copriamola con la pellicola e lasciamola riposare in frigorifero.
Occupiamoci del ripieno, mondando i carciofi (eliminando le foglie esterne più dure e la barbetta interna e pareggiando le punte), tagliamoli a spicchi non troppo spessi e lasciamoli immersi in una bacinella con acqua e del succo di limone.
In una padella scaldiamo l’olio, versiamo la cipolla tagliata ad anelli e lo spicchio d’aglio e lasciamoli appassire dolcemente (anche con un cucchiaio d’acqua) fino a quando la cipolla risulterà trasparente e morbida; scoliamo i carciofi, versiamoli nella padella, saliamo e pepiamo e lasciamoli cuocere fino a quando risulteranno cotti e morbidi, aiutandoci con mezzo bicchiere d’acqua e coprendo con un coperchio.
Una volta cotti, trasferiamo i carciofi stufati in una ciotola per farli raffreddare prima; quando si saranno intiepiditi, aggiungiamo la ricotta, il parmigiano e l’uovo, mescoliamo e otteniamo così la crema di ricotta e carciofi.
Dividiamo in 4 parti la pasta matta ormai riposata, e stendiamo con il mattarello ciascuna parte il più sottilmente possibile. In una tortiera di 24 cm di diametro unta d’olio, disponiamo 2 sfoglie di pasta matta, una sopra l’altra, versiamo la crema di ricotta e carciofi, facciamo tre buche nelle quali inseriremo 3 uova intere, che saleremo e peperemo leggermente; copriamo la torta con le restanti 2 sfoglie di pasta matta, una sopra l’altra, chiudiamo i bordi ed eliminiamo l’eventuale pasta in eccesso.
Cuociamo la torta in forno preriscaldato a 180°C per un’ora (se dopo 45 minuti dovesse dorarsi troppo la superficie, allora coprite la teglia con dell’alluminio e proseguite la cottura senza problemi).

Torta pasqualina (1)

con questo progetto/ricetta partecipo alla Linky Party Easter Eggs & Spring colors del blog Tra Cucina & Realtà

2wgbs6w

4 Comments

Pizza di formaggio

| Feste e Ricorrenze, Le ricette della tradizione italiana, Pizza e altri prodotti da forno

Festeggiate con noi la prossima Pasqua portando a tavola una specialità marchigiana/umbra: la Pizza di formaggio!
Si tratta di una pasta lievitata ed arricchita di formaggi, quali parmigiano grattugiato, pecorino romano e cubetti di emmenthal!
E’ perfetta da abbinare coi salumi, ma può essere proposta come merenda! 😉

  • Ingredienti

Per 2 terrine:
Uova: 3 intere Lievito di birra: un cubetto Latte: 1 bicchiere
Farina di tipo 0: 500gr Emmenthal: 100 gr (tagliato a cubetti)
Parmigiano grattugiato: 50 gr Pecorino Romano grattugiato: 40 gr
Olio: 3 mezzi gusci Sale e Pepe: a piacere

  • Preparazione

Sciogliere il cubetto di lievito in un bicchiere di latte tiepido; nel frattempo sbattere insieme le 3 uova intere, 3 gusci di olio, il parmigiano grattugiato e il pecorino grattugiato, poco sale e una macinata di pepe. Poi aggiungere il lievito sciolto nel latte, mescolare e aggiungere a poco a poco la farina precedentemente setacciata per evitare la formazione di grumi.
Quasi alla fine aggiungere i cubetti di Emmenthal (lasciarne da parte una decina) e mescolare per farli incorporare con l’impasto.
Quando l’impasto risulta omogeneo e si stacca dalle pareti della ciotola (deve apparire piuttosto colloso), versare il composto in due apposite terrine precedentemente ricoperte con carta da forno bagnata e accartocciata.
Chiudere le terrine in due buste di plastica e lasciarle lievitare in un luogo caldo per 1h e 30min. Una volta lievitate, aggiungere dei cubetti di Emmenthal in superficie e spennellare con un tuorlo d’uovo. Infine infornare a 180° per 45-50min (anche un’ora se il forno non è molto potente).

Commenti disabilitati su Pizza di formaggio

Torta mimosa

| Feste e Ricorrenze, Torte

Buon pomeriggio a tutti!
Mancano poche ore a domani, 8 Marzo, giorno in cui si celebra la Festa della Donna e, per festeggiarla al meglio, vi proponiamo la ricetta della classica Torta Mimosa, un soffice Pan di Spagna farcito di crema chantilly e coperto di briciole di Pan di Spagna che simulano i fiori della mimosa, simbolo di questa festività.
Tradizionalmente questa torta prevede anche l’ananas sciroppato nella crema, ma vi assicuriamo che è buonissima anche senza ;).

  • Ingredienti

Pan di Spagna
PER LA CREMA CHANTILLY: 500 ml di latte – 4 tuorli
150 gr di zucchero – 50 gr di farina 00
una bustina di vanillina – 200 ml di panna fresca da montare

  • Preparazione

Per la ricetta del Pan di Spagna cliccate qui.
Prepariamo la crema pasticcera, montando in un tegame con l’aiuto di una frusta i tuorli insieme allo zucchero; quando risulteranno chiari e spumosi, aggiungiamo la farina setacciata insieme alla vanillina, facciamola incorporare ai tuorli montati e, poco a poco, versiamo il latte continuando a girare con la frusta.
A questo punto ci spostiamo sul fornello a fiamma bassa e mescoliamo fino a quando la crema sarà cotta e densa; quando inizierà a bollire, spegniamo il fuoco e raffreddiamo il tegame inserendolo in una pentola più grande contenente acqua fredda e, di tanto in tanto, mescoliamo la crema per farla raffreddare prima e per non creare grumi.
Ora montiamo la panna fredda di frigorifero; quando la crema sarà ben fredda, incorporiamo la panna montata alla crema dal basso verso l’alto, per non farla smontare.
Poniamo in frigorifero la crema chantilly.
Tagliamo il Pan di Spagna e scaviamolo un po’ per ottenere delle briciole e per far spazio alla crema; versiamo parte della crema nella torta fino all’orlo, per poi adagiarci sopra la calotta.
Chiusa la torta, spalmiamola con la restante crema (anche nei bordi) e ricopriamola con le briciole di Pan di Spagna per creare l’effetto mimosa.

torta mimosa

 

2 Comments

Cantucci

| Biscotti, Feste e Ricorrenze

Buongiorno e Buona vigilia di Natale a tutti!
Per prepararci al meglio al Natale, oggi vi proponiamo un’altra ricetta di Natale, tipicamente toscana e, precisamente, della città di Prato, ossia quella dei Cantucci: sono dei biscotti secchi semplicissimi ed intramontabili, perfetti per essere inzuppati nel Vin santo o in un buon vino (o anche mangiati così al naturale 🙂 ).
La particolarità di questi biscotti è che non contengono nè burro nè olio, quindi sono indicati anche per quelle persone che sono intolleranti al lattosio o desiderano la ricetta di biscotti semplici e non troppo calorici.
L’origine dei Cantucci (o cantuccini o biscotti di Prato) è molto antica, infatti comparivano già nelle tavole di Caterina de’ Medici e si chiamano così perché in toscano “canto” significa angolo e quindi ricorda qualcosa di piccolo ;).
Abbiamo preso la ricetta dal sito Blogdolci, abbiamo aromatizzato i Cantucci con vanillina e aroma di mandorla amara ma potete usare gli aromi che volete, come buccia di arancia o buccia di limone!
Prima di passare alla ricetta vi auguriamo Buone Feste!! 🙂
Cantucci (1)

  • Ingredienti (per circa 45 Cantucci)

400 gr di farina 00 – 250 gr di zucchero
3 uova – 100 gr di mandorle (preferibilmente non pelate)
mezza bustina di lievito chimico per dolci – 2 bustine di vanillina
qualche goccia di essenza di mandorla amara – un pizzico di sale

  • Preparazione

Montiamo le uova insieme allo zucchero fino a renderle chiare e spumose, aggiungiamo l’essenza di mandorla amara e gradualmente aggiungiamo anche la farina setacciata insieme al pizzico di sale, al lievito e alla vanillina continuando a frullare; quando l’impasto inizierà a diventare più sodo, proseguite ad integrare la farina con le mani oppure, se il vostro frullino le possiede, sostituendo le aste del frullino elettrico con i ganci.
Quando la farina sarà completamente assorbita, aggiungiamo le mandorle, continuiamo ad impastare, formiamo dei filoncini e disponiamoli sulla placca da forno coperta di carta forno.
Cuociamo i filoncini a 190°C per 20 minuti, in seguito, ancora caldi, formiamo i Cantucci tagliando i filoncini e facciamoli biscottare per 10 minuti a 180°C.

Cantucci (3)

Commenti disabilitati su Cantucci

Biscotti natalizi decorati con glassa reale

| Biscotti, Feste e Ricorrenze

Buon pomeriggio!! 🙂
Avete pensato ai regalini da portare ai vostri amici? Che ne pensate di preparare per loro dei  biscotti al cioccolato? Quella che vi proponiamo oggi infatti è la ricetta dei Biscotti natalizi decorati con glassa reale, perfetti da regalare e semplicissimi da realizzare!
Si tratta di una frolla molto intensa di cacao (piacerà molto sia a chi non ama i dolci troppo zuccherosi e a chi non sa resistere al cioccolato :P), decorati con la glassa reale, preparata con l’albume e lo zucchero a velo.
Ovviamente potete realizzare questi biscotti quando volete e con le formine che preferite di più :).

biscotti natalizi con glassa (7)

  • Ingredienti

PASTA FROLLA AL CACAO: 250 gr di farina 00 – 125 gr di zucchero
125 gr di burro – 125 gr di cioccolato fondente
50 gr di cacao amaro – 2 uova
una bustina di vanillina – un cucchiaino di lievito chimico per dolci
un pizzico di sale
GLASSA REALE: un albume – 150 gr di zucchero a velo

  • Preparazione

Per prima cosa mettiamo a sciogliere a bagnomaria il cioccolato, il burro tagliato a pezzetti, lo zucchero e un pizzico di sale; nel frattempo setacciamo la farina, il cacao, il lievito e la vanillina. Quando il cioccolato, il burro, lo zucchero e il pizzico di sale saranno ben sciolti, aggiungiamo le due uova. Ora creare un buco nel mezzo del composto setacciato e versarvi la crema ottenuta mescolando per amalgamare il tutto.
Una volta ottenuto un impasto morbido e liscio, formare una palla, chiudere la ciotola con la pellicola e metterla in frigo per almeno un’ora.
Nel frattempo preparare la ghiaccia reale per la decorazione dei biscotti: mettiamo un albume in una ciotola (deve essere a temperatura ambiente), prendiamo le fruste elettriche per montare l’albume a neve. In seguito aggiungiamo poco per volta lo zucchero a velo setacciato e continuiamo a lavorare la glassa con le fruste fin quando il composto non sarà del tutto amalgamato. Prendiamo la glassa e mettiamola da parte.
Trascorso il tempo di riposo necessario per la pasta frolla, stendiamola con un mattarello su un piano leggermente infarinato; adesso con degli stampini ricavare diverse forme a piacere.
Disponiamo i biscotti su una teglia foderata con carta forno e inforniamo a 180° per circa 12 minuti. Una volta cotti, facciamo intiepidire i biscotti per qualche minuto e poi stacchiamoli dalla carta forno. Lasciamoli raffreddare e poi procediamo con le decorazioni. (possiamo usare o un sac à poche con un beccuccio molto stretto, oppure un piccolo cono creato con carta forno).

biscotti natalizi con glassa (1)

biscotti natalizi con glassa (8)

Commenti disabilitati su Biscotti natalizi decorati con glassa reale

Tronchetto di Natale

| Feste e Ricorrenze, Rotoli

Buongiorno e buona Domenica a tutti!
Il Natale è alle porte, si respira aria di festa, quindi dobbiamo pensare al dolce da proporre sulle tavole natalizie; diciamo la verità, la maggior parte dei dolci natalizi sono praticamente quasi impossibili da preparare in casa (più che altro per la manualità richiesta e per i lunghi tempi di lievitazione), come il Panettone, il Pandoro o il Torrone, ma dalla Francia arriva un dolce, perfetto per questo periodo, semplicissimo da preparare e soprattutto molto gustoso: il Tronchetto di Natale (Buche de Noel in Francia 🙂 )!
Si tratta di un rotolo di pasta biscotto farcito con quello che vi piace (noi vi proponiamo la crema spalmabile alle nocciole come ripieno, ma potete optare anche per la crema pasticcera, panna montata, crema al mascarpone o della semplice marmellata) e rivestito da uno strato di ganache al cioccolato fondente che formerà la corteccia del nostro tronchetto (per rendere maggiormente l’idea abbiamo provato a spargere anche qualche codetta di cioccolato).
Se non avete mai sentito parlare della pasta biscotto, non è altro che un impasto molto simile al pan di Spagna, che viene cotto in una leccarda da forno per pochi minuti ad elevate temperature e conserva l’elasticità e l’umidità giusta per poter essere arrotolato.
Il tronchetto di Natale, o ceppo di Natale, è un simbolo del Natale che in origine, soprattutto nell’Europa settentrionale, veniva bruciato nel camino dal capofamiglia, proprio la sera di Natale.
La ricetta della pasta biscotto è di GialloZafferano, mentre quella della ganache al cioccolato è di GnamGnam.it, ma vi consigliamo di dimezzare le dosi perché è troppo abbondante per ricoprire il tronchetto e basta (negli ingredienti vi inseriremo le dosi corrette e consigliate da noi 😉 ).
Vi ricordiamo che questa che vi proponiamo è anche la ricetta di un buon rotolo farcito, da preparare in qualsiasi momento :).

Tronchetto di Natale (3)

  • Ingredienti

PASTA BISCOTTO: 5 uova – 140 gr di zucchero semolato
100 gr di farina 00 – una bustina di vanillina
GANACHE AL CIOCCOLATO FONDENTE: 100 ml di panna fresca – 125 gr di cioccolato fondente
FARCITURA: Crema spalmabile alle nocciole q.b.

  • Preparazione

Dividiamo gli albumi dai tuorli, montiamo gli albumi a neve in una ciotola ed i tuorli insieme allo zucchero fino a quando risulteranno molto gonfi e spumosi, naturalmente in un’altra ciotola; uniamo gli albumi montati a neve ai tuorli compiendo movimenti delicati dal basso verso l’alto e, per ultima, sempre dal basso verso l’alto, uniamo la farina setacciata insieme alla vanillina.
Distribuiamo l’impasto nella leccarda del forno (proprio quella che è in dotazione con il forno) coperta di carta forno, livelliamo la superficie e cuociamo in forno statico preriscaldato a 220°C per 7 minuti (la superficie deve risultare dorata); una volta cotta, lasciamo raffreddare la pasta biscotto sul piano da lavoro con la sua carta forno, distribuiamo dello zucchero semolato sulla superficie, copriamola con della pellicola trasparente (così non si romperà quando la andremo ad arrotolare) e lasciamola raffreddare completamente a temperatura ambiente.
Nel frattempo prepariamo la ganache al cioccolato, sciogliendo per bene il cioccolato fondente nella panna calda e lasciamo riposare in frigorifero fino a quando andremo a decorare il nostro tronchetto.
Una volta raffreddata, togliamo la pellicola trasparente dalla pasta biscotto, togliamo lo zucchero in eccesso con un pennellino e, delicatamente, con le dita, distribuiamo la crema spalmabile alle nocciole lasciando qualche cm dai bordi ed arrotoliamo, aiutandoci con la carta forno, la pasta biscotto partendo dal lato più lungo. Chiudiamo a caramella il rotolo così formato e lasciamo riposare in frigorifero per mezz’ora.
Trascorsa la mezz’ora, tiriamo fuori il rotolo e la ganache dal frigorifero, tagliamo trasversalmente le estremità del rotolo (daranno ancora di più l’idea del tronchetto), spargiamo la ganache al cioccolato sulla superficie del rotolo, uniamo le due estremità tagliate al rotolo ricoperto di ganache, spargiamo anche su di esse la ganache e, per ultimo, distribuiamo delle codette di cioccolato sopra la ganache ancora morbida.
Lasciamo riposare in frigorifero per qualche ora o, ancora meglio, per tutta la notte prima di servirlo a tavola.

Tronchetto di Natale (4)

Commenti disabilitati su Tronchetto di Natale

Tartufi al cioccolato

| Feste e Ricorrenze, Piccola pasticceria

Buon pomeriggio e buona Domenica a tutti!
In questo primo giorno di Dicembre vi proponiamo la ricetta di dolcetti semplici, buoni e perfetti a chi ama intensamente il cioccolato, ovvero i tartufi al cioccolato!
Cacao e cioccolato sono gli ingredienti principali di questa ricetta che non richiede affatto il forno, ma semplicemente delle fasi di riposo in frigorifero necessarie alla solidificazione del cioccolato; navigando il web sembrerebbe che questi dolcetti siano stati creati alla fine del 1800 in Francia, dove si consumano maggiormente a Natale, da un’italiana, chiamata Nadia Maria Petrucelli (c’è sempre lo zampino di un cuoco italiano quando si tratta di una ricetta golosa e buonissima :P) ma sono molto diffusi anche in Inghilterra e qua in Italia.
Abbiamo preso la ricetta dal blog La cucina antica di Viky, che ringraziamo.
Un piccolo appunto prima di passare alla ricetta: è importante setacciare il cacao amaro prima di mescolarlo al cioccolato perché in questo modo evitiamo di creare fastidiosi grumi, poco gradevoli al palato e, sempre trattando del cacao, vi informiamo che la quantità da usare è q.b., indicativamente 2 cucchiai, ma potrebbe servirvene qualcheduno di più se l’impasto dovesse risultare troppo morbido e difficile da modellare :).

Tartufi al cioccolato (3)

  • Ingredienti (per circa 11 tartufi)

75 ml di latte – 75 gr di cioccolato fondente
75 gr di cioccolato al latte – q.b. di cacao amaro (circa 2 cucchiai)
q.b. di codette di cioccolato – q.b. di zuccherini
q.b. di cacao amaro (per la decorazione finale)

  • Preparazione

In un pentolino scaldiamo il latte e, quando sarà caldo, spegniamo la fiamma e sciogliamoci il cioccolato fondente ed il cioccolato al latte precedentemente spezzettati; una volta sciolto completamente il cioccolato nel latte, mettiamo il pentolino in frigorifero per circa un’ora.
Trascorso il tempo necessario, setacciamo i 2 cucchiai di cacao amaro e mescoliamoli insieme al contenuto del pentolino fino ad ottenere un impasto abbastanza consistente e modellabile con dei cucchiaini (potrebbero quindi servirvi anche un altro cucchiaio di cacao, regolatevi insomma). Su un piatto o su un vassoio coperto di carta forno posizioniamo le palline di cioccolato e riponiamo il tutto in frigorifero per altre 2 ore circa.
A questo punto con le mani diamo una forma più sferica ai tartufi e decoriamoli rotolandoli nel cacao amaro o nei zuccherini o nelle codette di cioccolato. Lasciamo riposare i tartufi di cioccolato in frigorifero prima di servirli.

Tartufi al cioccolato (2)

2 Comments

Buona Pasqua!

| Feste e Ricorrenze

buona-pasqua-1

 

A tutti i lettori del nostro blog auguriamo buona Pasqua 🙂 A presto!

Commenti disabilitati su Buona Pasqua!

Benvenuta Primavera!

| Feste e Ricorrenze

primavera

 

Benvenuta Primavera!! 😀 Speriamo che quest’oggi vi siate goduti i primi raggi di sole primaverili 🙂

Commenti disabilitati su Benvenuta Primavera!

1 2