Pizza con lievito madre agretti e edamame

Pizza con lievito madre agretti e edamame

Cosa sono gli agretti? Li conoscete?

Sinceramente io fino a qualche anno fa non sapevo nemmeno cosa fossero. Poi un giorno ho visto al mercato rionale una signora che vendeva questa erbetta a mazzetti. In un primo momento da citrulla ho pensato fosse erba gatta, ahahha. Poi fortunatamente prima di fare figuracce, un’altra cliente affianco a me ha chiesto” a quanto li mette gli agretti?”

Subito cuirosa ne ho acquistato un mazzetto anche io e così da quel giorno in primavera mi piace portarli a tavola. SInceramente dato la mia cucina semplice non faccio grandi ricette, li uso sempre appena scottati come guarnizione o ancor meglio conditi con olio e  limone. Io trovo che gli agretti sono buonissimi!

Pizza con lievito madre agretti e edamame 1

Come li chiamate voi gli agretti?

Chi li chiama agretti come me,chi Barba di Frati, forse perchè quando sono a mazzolino sembra una barba? Mah. Ma c’è chi li chiama anche  senape dei monaci, lischi o roscano.Il nome scientifico però è  Salsola Soda,  e sapete che pianta è la Salsola Soda? Sicuramente l’avrete vista in qualche film western. In inglese si chiama tumbleweed, e sono quelle piante secche che rotolano nel vento delle praterie. I rami vecchi della pianta se fatti ardere permettevano l’estrazione della soda e da qui il nome. Infatti erano coltivati fino al 1800 proprio per questo uso industriale

Mentre gli agretti che mangiamo noi sono solo le punte, i germogli teneri, i rametti piccoli della pianta. La pianta si semina a dicembre e si raccolgono gli agretti da marzo a maggio.

Quando gli acquistate controllate che siano freschissimi, e consumateli in un paio di giorni, perchè essendo pieni di acqua marciscono in fretta. Si taglia la parte finale e si lavano bene perchè contengono parecchia terra. Sbollentateli poco, o cuoceteli al vapore e poi passateli subito sotto l’acqua fredda così mantengono il loro colore brillante.
Qui li ho usato sulla pizza di pasta madre in abbinata agli edamame i fagiolini di soia che uso spesso in cucina.

 

Pizza con lievito madre agretti e edamame 3

Pizza con lievito madre agretti e edamame

Pizza a lunga lievitazione oppure potete seguire la ricetta che usate di solito per la vostra pizza e completare con agretti ed edamame

Per due pizze in teglia tonda da 28 cm di diametro

Ingredienti.

  • 400 g farina di tipo 2  bio macinata a pietra
  • 140 g farina manitoba integrale bio
  • 180 g di pasta madre
  • 370 g di acqua
  • 10 g di sale fino
  • 10 g di olio extra vergine di oliva bio
  • per il ripieno
  • un mazzetto di agretti
  • edamame q. b.
  • passa di pomodoro bio un barattolo

Preparazione della Pizza con lievito madre agretti e edamame

  1. Il giorno prima rinfrescate il lievito madre, il giorno dopo setacciate assieme  le farine .Sciogliete il lievito  madre con 180 g di acqua e aggiungete 270 g di farina setacciata,  mescolate bene e fate riposare due ore.
  2. In una terrina versate il resto della  farina, fate la fontana, versate la pasta madre, tutta l’acqua e mettete il sale in un lato del bordo. Cominciate con le mani a impastare Trasferite  poi tutto,sul piano di lavoro, di marmo o acciaio e cominciate a lavorare bene l’impasto,  sbattendolo e facendo le pieghe strech and fold. Guardate un video, è molto divertente sbatacchiare l’impasto, può essere anche una valvola di sfogo 😉
  3. Pirlate bene la pasta facendo una bella palla  e chiudete bene sotto, mettetela in una grande ciotola chiusa e in frigorifero per dieci ore o anche più.
  4. Tirate fuori l’impasto e calcolate un paio d’ore perchè possa tornare a temperatura ambiente,finchè vedrete che l’impasto si è gonfiato bene. Delicatamente dividetela in due con un tarocco e appoggiatela direttamente sulle due teglie rotonde bene   oliate. Con i polpastrelli sempre con delicatezza stendetela dal centro verso l’esterno e fate lievitare coperto ancora un paio di ore.
  5. Accendete il forno al massimo  in modalità statico 250 gradi  e lasciatelo per una mezz’oretta scaldare bene.
  6. Intanto tuffate in acqua bollente salata gli edamame per cinque minuti e metteteli da parte. Fate altrettanto con gli agretti, cinque minuti dal bollore, passateli sotto l’acqua fredda, scolate, condite e mettete da parte.
  7. Passate le due ore, versate la conserva di pomodoro sulla pizza, sale, pepe, un filo d’olio e infornate  nel ripiano centrale per 20 minuti controllando la cottura se è il caso di abbassare al ripiano di sotto se vedete che si cuoce troppo in fretta. Procedete nello stesso modo anche per la seconda pizza.
  8. Gli ultimi due minuti farcite con agretti e edamame e servite.

Pizza con lievito madre agretti e edamame

Se vuoi tornare alla home

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette iscriviti alla newsletter.

Seguimi poi in Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le  domande, in Instagram oppure seguimi su Twitter o Pinterest

 

 

Lascia un commento