Ci facciamo i germogli?

estratto carota alfa alfa
Bella domanda vero?

C’è sempre da imparare dall’alimentazione delle popolazioni orientali che consumano normalmente germogli.

I germogli sono una fonte inestimabile di sostanze  nutritive per il nostro organismo, e soprattutto sono un cibo vivo.

Da greenme: Grazie agli enzimi attivati, le sostanze nutritive all’interno del seme vengono “pre-digerite” nel senso che vengon scisse nei diversi amminoacidi che le compongono ed i lipidi in glicerolo ed acidi grassi perciò sono subito disponibili.

I semi ed i germogli hanno un contenuto energetico molto elevato, una grande quantità di carboidrati che vengono trasformati in zuccheri semplici assimilabili molto velocemente e sono poverissimi di grassi, che servono appunto alla germinazione. Le vitamine aumentano fino al doppio rispetto al seme e fino al triplo rispetto alla pianta adulta. I sali minerali ed i diversi oligoelementi contenuti nel seme divengono nel germoglio più facilmente assimilabili in quanto vengono chelati con gli amminoacidi aumentando così la quota amminoacidi presente ed inoltre molte varietà di germogli contengono sostanze anticancerogene non presenti nel seme.

Si possono far germogliare in pochi giorni, e non occorre per forza avere un germogliatore, guardate QUI con quanti recipienti e attrezzi si possono far germogliare.

Io ho un piccolo germogliatore vecchissimo, ma con cui mi trovo molto bene. Ha due vassoietti con ferritoie per lo scolo e un coperchio.

Se avete intenzione di fare la spesa, non prendetelo tanto grande, anche con uno piccolo si producono moltissimi germogli, ed è meglio coglierli freschi così pieni di vitamine.

germogli

Belli i miei germoglietti vero?:)

E allora siete pronti? Ci facciamoci i germogli?

Dobbiamo acquistare i semi bio, semi di alf-alfa (erba medica), semi di lino, semi di cavolo rosso, semi di cavolo broccolo, semi di porro, semi di ravanello, semi di ravanello Daikon, semi di bietola rossa, semi di finocchio, semi di pisello, semi di crescione, semi di trifoglio, lenticchie, soia mung..

Si devono mettere a bagno una notte,  risciacquarli bene e disporli nei cassettini del germogliatore (oppure in qualsivoglia attrezzo scelto dall’articolo sopra linkato.

Annaffiare 😉 un paio di volte al giorno e in quattro o cinque giorni avrete i vostri germogli meravigliosi, pronti per essere mischiati alle insalate, o dove preferite.

insalata Collage

Vi copio questa tabella, con le proprietà di vari tipi di germogli (fonte greenme)

1) I germogli di avena

Aiutano chi ha la digestione difficoltosa e disturbi polmonari. Depurano e rinforzano l’organismo e contribuiscono al suo miglioramento generale agendo non solo come cibo, ma anche come medicina.

2) I germogli di fagioli

Molto nutrienti e ricchissimi di proteine forniscono energia e esercitano un azione benefica sul fegato eliminando a poco a poco gli intasamenti di bilirubina. Rafforzano lo stomaco, aumentano la potenza, dissolvono i calcoli e sono anche loro ottimi per i polmoni.

3) I germogli di ceci

Normalizzano la funzione del tratto digestivo, migliorano la carnagione, migliorano la composizione del sangue, decongestionano fegato e reni e sono un valido alleato contro i tumori solidi.

4) I germogli di grano

Niente a che fare con la farina e altri suoi derivati. E’ un alimento ideale che dal punto di vista nutrizionale detiene il primato fra tutti i cereali. Sono ricchi di proteine, ossigeno, minerali, vitamine, enzimi e antiossidanti, inoltre sono altamente digeribili. Se usati sistematicamente i germogli di grano depurano, alcalinizzano e ringiovaniscono l’organismo.

5) I germogli di grano saraceno

Ricchi di proteine complete e altamente digeribili. Contengono grandi quantità di fosforo, calcio, ferro, manganese, zinco, rame, ma anche vitamine B, P, PP, E. Rafforzano il cuore e i vasi sanguini e hanno un effetto estremamente benefico sulla tiroide. Aumentano la resistenza e la forza muscolare e migliorano la qualità del sangue. Si possono tranquillamente mangiare anche le foglie verdi della pianta.

6) I germogli di lenticchie:

Anche loro sono una fonte consistente di proteine ben digeribili, inoltre contengono microelementi e microelementi molto utili al nostro organismo. Sono consigliate in situazioni di forte sforzo fisico.

7) I germogli di soia:

Sono un alimento estremamente importante per l’alimentazione di atleti e persone impegnate in lavori pesanti.

Ovviamente i semi devono essere rigorosamente bio, anche perché la maggior parte di quelli modificati geneticamente non germinano.

GERMOGLI. 1jpg

Lascia un commento