Crostata light con crema pasticcera (senza lattosio)

La crostata con crema pasticcera penso sia un classico imbattibile e io oggi ve la propongo con una frolla light e una crema super aromatizzata alla vaniglia, il tutto senza lattosio e più buono che mai. L’ho preparata per festeggiare degli esami universitari miei e di amici, quale ricompensa migliore di una coccola così?! Come si usa dire qui in Sicilia “ci siamo arricriati”.

Passiamo alla ricetta 🙂

Ingredienti

Ingredienti per la frolla:

  • Farina 0 280 g
  • Zucchero integrale di canna 100 g
  • lievito per dolci (mezza bustina) 8 g
  • Burro vegetale di soia (tipo Vallè) 130 g
  • Sale 1 pizzico
  • Uovo intero 1
  • Tuorlo 1
  • Vanillina 1 bustina

Per la crema

  • Tuorli 6
  • Latte di soia aromatizzato alla vaniglia 600 ml
  • Amido di mais (maizena) 60 g
  • Fruttosio 60 g
  • Vanillina 1 bustina

Preparazione

  1. Procedimento:

    ● Come prima cosa preparate la frolla (trovate la ricetta qui: http://blog.giallozafferano.it/thewanderingsunflower/pastafrollalightsenzalattosio/ )

    ● Mentre la frolla riposa in frigo preparate la crema pasticciera (trovate la ricetta qui:  http://blog.giallozafferano.it/thewanderingsunflower/crema-pasticcera-senza-lattosio/ )

    ● Una volta che avrete le due preparazioni di base pronte potrete preparare le mele per ricoprire la crostata: tagliate 2/3 mele a fettine sottili e mettete in una ciotola con il succo di un limone e 50 gr di zucchero,mescolate e lasciate riposare (questo servirà a non fare annerire/appassire le vostre mele);

    ● a questo punto ricoprite una teglia di carta forno, prendete la frola dal frigo e stendetela con un mattarello e l’aiuto di un pò di farina;

    ● una volta stesa la pasta trasferitela lasciando i bordi della frolla alta, riempite la frolla di crema pasticcera e ripiegate i bordi della frolla come da foto;

     

  2. ● accendete il forno a 170° per pre-riscaldarlo;

    ● adagiate le fettine di mela sulla crostata e infornate per circa 20/30 minuti controllando la cottura dopo 15 minuti;

     

  3. ● spolverata con zucchero a velo e la vostra crostata è pronta. 🙂

    Inoltre se volete conservarla meglio e più a lungo potete mettere 1/2 fogli di gelatina a mollo per 10 minuti con acqua fredda per reidratarla, poi scolarli e scioglierli in un pentolino con un cucchiaio di marmellata di pesche. Ricoprire poi la vostra crostata con la gelatina e riporla in frigo per qualche ora per farla solidificare.

  4. In questo scatto vi mostro la golosità ai massimi livelli: la crostata con sopra le meringhe alla nutella di cui a breve pubblicherò la ricetta 🙂

Precedente Crema Pasticcera (senza lattosio) Successivo Meringhe alla nutella (senza lattosio)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.