Maritozzi di mia nonna

marizzoMaritozzi di mia nonna: Di ricette se ne vedono molte ma questa è la classica ricetta dei maritozzi, è molto antica.

Ai tempi dei miei nonni nei bar e nella pasticcerie non c’era una grande varietà di dolci e tantomeno di cornetti ripieni o fatti con diverse farine. Quando si faceva colazione al bar (questo succedeva molto raramente) si trovavano i maritozzi :semplici o con la panna. I maritozzi con la panna si mangiavano a colazione con un bel cappuccino.

Questa ricetta richiede molto tempo, ma vi assicuro che ne vale la pena, si gusta sicuramente un sapore unico ma soprattutto antico ci sono 2 leggende legate al nome del maritozzo. Una riguarda l’antica usanza secondo la quale gli uomini ogni venerdì nel mese di marzo donavano un maritozzo alle loro spose. L’altra è legata alla tradizione per le ragazze da marito. Le ragazze cucinavano i maritozzi per i ragazzi non sposati che sedevano in piazza, loro sceglievano quello più buono così che la ragazza potesse avere le attenzioni dai ragazzi più belli.

Io non lo catalogherei come dolce perché non è un cornetto, neanche una brioche ma semplicemente un panino dolce come si faceva e si mangiava tanto tempo fa!!!!!!!

Dose per 8 – 10 Maritozzi

  • 200 gr di farina
  • 20 gr lievito di birra
  • 1 uovo
  • 50 gr di burro
  • 100gr di uvetta
  • 3 cucchiai di zucchero
  • panna fresca.
  1. Mettere l’uvetta in ammollo in acqua tiepida
  2. Impastare farina, lievito di birra, uovo e burro fino ad ottenere un panetto
  3. Lavorare parecchio per poi aggiungere lo zucchero e mettere a lievitare fino a che il panetto non raddoppia(circa 5 ore)
  4. Passate le 5 ore riprendere il panetto e aggiungere l’uvetta scolata
  5. Ungere una teglia da forno e dividere la pasta in 8-10 piccoli panetti ovali schiacciarli leggermente, coprirli con un panno e lasciarli ancora per 5-6 ore
  6. Infornare a 200°per 10 minuti fino a quando risultano dorati fuori e morbidi dentro
  7. Preparare uno sciroppo con 1 cucchiaio di zucchero sciolto in acqua tiepida. Spennellare ogni maritozzo e rimetterlo in forno spento e sportello aperto per pochi minuti. Lasciare raffreddare completamente quindi incidere ogni maritozzo in verticale e riempirlo con panna montata non zuccherata.

marizzo

Colazione, Dolce , , , ,

About thebigdreamfactory

My name is Susie Evans-Ardovini and I created The Big Dream Factory. I was born in the UK and have been a chef and restauranteur for over 30 years. During this time I have also lived in France and Italy where I visited many beautiful places and met many wonderful people. I am particularly impressed with the Italian way of life and their approach to food. Many families work extremely hard to grow and produce their own salumi, cheese, wine and olive oil which means that they have a wealth of knowledge and experience, most of which has been handed down through countless generations. It is no different in the kitchen. Nearly all foods served at an Italian table have been gathered from someones garden or field, and is then served alongside homemade, pasta, gnocchi, and countless dishes that could not be recounted in this tiny space since each family's knowledge is unique ... well, you can only imagine. I have walked Rome, climbed to the top of the Vatican, seen Milan, Venice, the Cinque Terre, climbed mountains, walked The Path of the Gods, wandered the great city of Napoli, lived on the little Island of Ponza and gathered a pile of friends, family and photographs as well as invalueable experience along the way. I became a new immigrant to the U.S.A on December 15th, 2013. With the support of many great friends and a passion (bordering on obsession), I am here in search of the American Dream and to bring you the natural flavours and vibrant colours of Italy. All my pasta, gnocchi and biscotti are made by hand just as I saw Italians do in homes and good restaurants all over Italy, every day and sometimes, twice a day. I hope you enjoy my creations and invite you to share your comments, photographs and recipes with me on Facebook or Twitter. In return I of course, will share beautiful Italy with you.

Previous Entries Gnocchi senza glutine Next Entries Gamberi al gusto di Enzo

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.